Vini dell’Umbria
TODI DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Todi” identifica i vini Bianco, Rosso (con variante Superiore), Grechetto (anche Superiore e Passito), Sangiovese (anche Superiore) e Merlot (anche Superiore).

Uvaggio

I vitigni di riferimento per i vini Todi bianchi e rossi sono rispettivamente il Grechetto e il Sangiovese, che devo rappresentare almeno il 50% delle uve utilizzate nella produzione. Nelle tipologie monovitigno (Grechetto, Sangiovese e Merlot), invece, l’uvaggio specifico, proveniente dal vitigno indicato, deve coprire l’85% del fabbisogno di uve.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Todi bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol) si presenta con un aspetto giallo paglierino, associato ad un odore vinoso, delicato e fruttato e ad un sapore fresco armonico e talvolta vivace, che spazia dal secco all’abboccato. Il Rosso (12% vol), invece, è di una tonalità rubino piuttosto vivace, con diverse gradazioni di intensità; l’odore è vinoso e gradevolmente fruttato; il sapore è asciutto, di buon corpo e leggermente tannico. Le varianti con indicazione di vitigno aggiungo a queste caratteristiche di base ulteriori peculiarità legate alle uve specifiche. Una descrizione puntuale di tutti i vini può essere rintracciata nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La produzione dei vini Todi si sviluppa in un territorio circoscritto, ubicato nella parte centro-meridionale dell’Umbria e caratterizzato da terreni a medio impasto, tendenti all’argilloso.

Specificità e note storiche

Secondo moderne ricerche genetiche, il Grechetto diffuso in Umbria non è, come si è a lungo sostenuto, un vitigno originario della Grecia (sembrerebbe rivelarlo il nome) ma piuttosto un parente prossimo della Ribolla riminese e del Pignoletto, quest’ultimo molto diffuso nella vicina Emilia Romagna.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE TODI DOP

Vini dell’Umbria
TORGIANO DOP

I Torgiano sono vini dalla buona struttura e dall’apprezzabile equilibrio gustativo, che si caratterizzano per un livello di acidità normale, poca astringenza e un amaro poco percepibile. Le colorazioni sono rubino per i rossi e paglierino per i bianchi; si distinguono il Vendemmia tradiva, che è giallo che tende all’ambrato, e il Vin Santo, totalmente ambrato. Dal punto di vista olfattivo, i vini Torgiano si presentano ricchi di aromi floreali e fruttati, tipici dei loro vitigni di origine. Nel disciplinare è possibile approfondire le caratteristiche organolettiche di ogni tipologia.

Continua a leggere

Vini dell’Umbria
NARNI IGP

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10% vol.), anche frizzante, si presenta di colore giallo paglierino, con odore caratteristico e gusto dall’asciutto al dolce, fresco, fruttato. La versione Passito (titolo alcolometrico volumico totale minimo 15% vol.) si differenzia per il colore tendente all’ambra con l’invecchiamento, l’odore intenso e il gusto sapido. Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,00% vol.) è di colore rubino, più o meno intenso, con sentori vinosi delicati e gusto dall’asciutto al dolce, sapido e di buon corpo. La variante Novello (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) si differenzia per il sapore da secco ad abboccato, mentre quella Passito (titolo alcolometrico volumico totale minimo 15% vol.) ha un colore tendente al granato e un gusto armonico, vellutato e dolce. Il rosato (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10% vol.), anche novello (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.), ha colore rosa più o meno intenso, odore vinoso delicato e sapore da secco a abboccato, armonico e fresco.

Continua a leggere

Vini dell’Umbria
COLLI PERUGINI DOP

I vini rossi Colli Perugini si distinguono per la colorazione rubino sgargiante, con riflessi porpora e sfumature verso il granato (quando invecchiano). All’olfatto presentano aromi floreali con note di ciliegie e lamponi, spezie dolci e cioccolato. Hanno buona struttura e altrettanto buon tenore di acidità. I vini bianchi, invece, hanno la caratteristica colorazione giallo paglierino, ricca di riflessi verdolini, accompagnata da profumi di Gelsomino, pesca bianca e mela. Il sapore è caldo e morbido. Ci sono poi tutta una serie di peculiarità, puntualmente rintracciabili nel disciplinare, legate al vitigno di riferimento. Caratteristiche che si fanno molto marcate nei vini con indicazione di vitigno in etichetta.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *