Vini del Piemonte
FARA DOP

I vini rossi Fara, identificati dall’omonima Denominazione di Origine Protetta, sono prodotti sia nella versione base che in quella Riserva.

Uvaggio

I vini Fara DOP devono essere prodotti secondo una specifica indicazione di composizione ampelografica. I vigneti devono essere costituiti da una quota compresa tra il 50% e il 70% di vitigno Nebbiolo (Spanna), un’ulteriore quota tra il 30% e il 50% di Vespolina e un residuale 10% di altri vitigni a bacca rossa e non aromatici, idonei alla coltivazione in Piemonte.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

La colorazione del vino Fara è rosso rubino. All’olfatto libera un profumo fine e piacevolmente gradevole e al palato risulta asciutto sapido e armonico. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12% vol. Nella variante Riserva, la colorazione si arricchisce di leggeri riflessi granato, mentre l’odore acquista note caratteristiche. Il gusto, invece, permane asciutto, sapido e armonico. Infine, il titolo alcolometrico volumico totale minimo è leggermente più alto, pari a 12,5% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione è divisa tra i comuni di Fara e Briona, Dal punto di vista territoriale, si ha un’alternanza di altopiani morenici e versanti collinari.

Specificità e note storiche

La tradizione vitivinicola di Fara ha radici millenarie. Il primo riconoscimento lo si deve a Plinio il Vecchio, che menziona i vini di questa regione nel I secolo a.C. Testimonianze scritte, inoltre, si possono rinvenire in numerosi diari di viticoltori.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO FARA DOP

Vini del Piemonte
GRIGNOLINO DEL MONFERRATO CASALESE DOP

Il Grignolino del Monferrato Casalese si presenta in una colorazione rosso rubino chiaro, che con l’invecchiamento tende verso l’aranciato. Il suo odore è caratteristico e delicato e si sposa con un sapore asciutto, leggermente tannico e gradevolmente amarognolo, impreziosito da un caratteristico retrogusto. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 11% vol.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *