Vini del Friuli Venezia Giulia
DELLE VENEZIE DOP

La DOP “delle Venezie”, o in lingua slovena “Beneških okolišev”, comprende 4 tipologie di vini: • Pinot grigio • Pinot grigio frizzante • Pinot grigio – spumante (categorie V.S. e V.S.Q.) • bianco

Uvaggio

Il Pinot grigio “delle Venezie”, anche spumante e frizzante, deve essere ottenuto dalle uve provenienti da vigneti aventi Pinot grigio in percentuale non minore dell’ 85%, per il restante 15% possono concorrere le uve dei vitigni Chardonnay, Pinot bianco, Muller Thurgau, Garganega, Verduzzo e Tocai friulano, da soli o congiuntamente. La tipologia bianco deve essere ottenuta dalle uve provenienti da vigneti Chardonnay, Pinot bianco, Muller Thurgau, Garganega, Verduzzo e Tocai friulano, da soli o congiuntamente, per almeno il 50%, possono concorrere alla produzione altri vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione nella Provincia autonoma di Trento e nelle Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I Pinot grigio – anche nella versione frizzante – e Pinot grigio spumante sono il risultato dell’azione delle condizioni pedoclimatiche dell’area di produzione, che incidono sul potenziale enologico, marcando le note di “freschezza”, dovute essenzialmente alla consistente componente acidica ed alla equilibrata componente aromatica delle uve e dunque dei vini che si ottengono nelle varie versioni ed elaborazioni, cioè spumante e frizzante. Il Pinot Grigio tranquillo e frizzante presentano un tenore zuccherino che varia dal secco all’abboccato, mentre la tipologia Pinot Grigio spumante può essere prodotta con un tenore zuccherino che varia da “dosaggio zero” a “dry”. Le peculiarità del bianco “delle Venezie” sono il risultato dell’azione delle condizioni pedoclimatiche dell’area di produzione, che incidono sul potenziale enologico, marcando le note di “freschezza”, dovute essenzialmente alla consistente componente acidica ed alla equilibrata componente aromatica delle uve e dunque del vino che si ottiene. Le caratteristiche organolettiche della tipologia “bianco”, prodotta esclusivamente nella versione “secco”, risentono della peculiarità di ciascuna varietà di vitigni che contribuisce alla costituzione della partita dei vini, alcune delle quali sono espressioni della storia del territorio, tipo la Garganega, il Verduzzo friulano, il Verduzzo trevigiano o il Tocai Friulano.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione delle uve atte a produrre i vini a denominazione d’origine controllata “delle Venezie” è situata nella parte dell’Italia Nord orientale e comprende i territori amministrativi della Provincia autonoma di Trento e delle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto.

Specificità e note storiche

I primi insediamenti viticoli nel nord-est risalgono almeno ai tempi del dominio etrusco, fra il VII e il V sec. A C., si riscontrano importanti attività viticole nel periodo romano, ed i ritrovamenti in Trentino attraversano diverse epoche, preistorica, romana, medioevale, etc. Allo stesso modo tracce viticole molto antiche sono riscontrabili in Friuli. L’elemento unificante nella storia vitivinicola delle Venezie è stata la presenza della Repubblica di Venezia le cui attività agricole si estendevano dalle terre d’Istria al Trentino; l’immagine del Leone infatti campeggia ancora sulle vecchie porte d’ingresso delle città dominate dai commerci dalla Serenissima o negli affreschi sui palazzi più importanti.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino DELLE VENEZIE DOP

Vini del Friuli Venezia Giulia
LISON DOP

Entrambe le tipologie di Lison si presentano con una tonalità giallo paglierino, la cui intensità può essere variabile e talvolta accompagnata da riflessi che spaziano dal verdognolo al dorato. È un vino dall’odore caratteristico e gradevole, con note floreali e di frutta fresca, abbinato ad un sapore asciutto e vellutato, che può presentare anche un…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *