Tajarin PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del PIEMONTE

I Tajarin sono una pasta fresca all’uovo e la loro forma ricorda una sottilissima e strettissima tagliatella. Hanno un colore giallo carico ed un intenso sapore per l’abbondanza di uova con cui sono prodotti. Gli ingredienti sono: farina di frumento, uova intere, tuorli, olio e sale.

Tajarin Piemontesi

Territorio di produzione

La zona di produzione dei Tajarin comprende il territorio piemontese, con particolare riferimento alla zona delle Langhe e del Monferrato

Metodo di preparazione

Si impastano gli ingredienti e si avvolge l’impasto ottenuto in un panno umido lasciandolo riposare per due ore circa. Trascorso questo lasso di tempo, si rimpasta il composto e lo si stende con il matterello in modo da ottenere sfoglie sottilissime. Dopo una decina di minuti, si spolverizzano le sfoglie con un poco di farina di mais, si avvolgono su se stesse in modo da ottenere un salame e, a mano libera, si tagliano delle sottili strisce. Si pongono su un vassoio ricoperto da una salvietta leggermente infarinata e si fanno asciugare.

Storia

I Tajarin vantano origini e tradizioni antiche avvalorate da testimonianze locali.

Curiosità

I Tajarin si cuociono in abbondante acqua bollente salata per pochi minuti (3-4 minuti) e si condiscono, in diversi modi: con il sugo di arrosto di vitello, con sugo di selvaggina in salmì, con un sugo a base di fegatini di pollo e polpa di vitello tritata oppure impreziositi con burro, Grana Padano e tartufo bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.