Salamora PAT Marche

Prodotto Agroalimentare Tradizionale delle Marche

La salamora è un condimento che si prepara nel periodo autunnale (novembre), ottenuto macerando nell’olio novello, finocchio selvatico, bucce di arancio e aglio. Si presenta di consistenza fluida e colore giallognolo.

La salamora si prepara facendo macerare nell’olio novello, per circa un mese, finocchio selvatico, buccia d’arancio e alcuni spicchi di aglio. Il finocchio selvatico deve essere mondato – si utilizza solo la parte verde, privandolo di fiori o semi, – e lavato accuratamente e poi viene posto a macerare in un litro d’olio con due-tre spicchi d’aglio e le bucce di un paio di arance.

Dopo circa un mese si separa dall’olio l’aglio, le bucce di arance e, dopo averlo strizzato, anche il finocchio. La salamora viene versata in appositi contenitori di vetro e conservata in luoghi freschi ed asciutti fino all’autunno successivo.

Diffusione: soprattutto nell’entroterra anconetano, in particolare nel comune di Belvedere Ostrense e limitrofi.

Nella tradizione contadina la salamora è un condimento utilizzato nella preparazione di piatti tipici come il coniglio in porchetta.

Diventa anche tu ViVi Greeners Conosci la Salamora, prodotto marchigiano?
Aiutaci nel nostro progetto, se hai curiosità, immagini o vuoi aggiungere una descrizione del prodotto. CONTATTACI

Carciofo Precoce di Jesi PAT Marche

Il Carciofo Precoce di Jesi ha uno sviluppo alquanto contenuto, con un’altezza media misurata dal colletto all’inserzione del peduncolo del capolino centrale di circa 30 cm. Il caule, pubescente e di colore verde, ha i nodi disposti in modo ravvicinato. La pianta manifesta una spiccata eterofillia; il colore dell’intero apparato fogliare risulta nelle pagine superiori verde glauco con riflessi cinerei per la presenza di una lieve tomentosità e di tonalità meno intensa nelle inferiori

Continua a leggere

Raviggiolo PAT Marche

Si produce da ottobre ad aprile, ha forma variabile, vagamente rotonda; crosta assente; pasta morbida e tenerissima, colore bianco latte; sapore gradevolmente dolce e delicato. Si consuma fresco. Calendario di produzione: da ottobre ad aprile. Materia prima utilizzata: latte intero bovino o ovicaprino di provenienza locale.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *