Maccheroni tipici ennesi PAT Sicilia

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Sicilia

“Maccarruna tipici ennisi”

Pasta fresca, fatta a mano, con ragù di carne di maiale. Preparare della classica pasta all’uovo, realizzare dei dadini e ungerli leggermente di olio. Ogni dadino si avvolgerà in sottilissimi “vudi”, fino ad ottenere dei fili di pasta lunghi circa 15 cm. Estrarre il “vudo” e porre il maccherone su una tovaglia per farla asciugare.

Materiali e attrezzature specifiche utilizzate per la preparazione e il condizionamento

Il “Vudo” è una sottilissima bacchetta erbacea, ricavata da una pianta chiamata “Giunco”. Una volta estratta, viene fatta essiccare per renderla legnosa e rigida. Si usa poi la consueta spianatoia di legno detto “Scanatore”.

Elementi che comprovino che le metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: “La cucina tradizionale dell’ennese”, di I. Amaradio, T. D’Alba, G. Di Prima; Ed. Papiro, Enna, 1977, p. 22. Il libro d’oro della cucina e dei vini di Sicilia, di Pino Correnti, Ed. Mursia, Milano, 1976

Territorio di Produzione: Enna

Pane di San Giuseppe PAT Sicilia

Pane avente forme curiose, difficili ad eseguirsi. Vi sono raffigurati Santi, pupattoli ed animali, grappoli d’uva. Si impasta la farina con l’acqua, lievito e zucchero e si lascia lievitare. Quando è pronto il prodotto viene scannato (rimpastato dopo la prima lievitatura) e si creano le forme particolari.

Leggi di +

Noci di Motta PAT Sicilia

Il seme (gheriglio) è diviso in quattro setti e chiuso in un involucro legnoso meglio denominato come “mesocarpo”. La noce di Motta ha le caratteristiche di avere una pezzatura molto elevata che può superare anche il calibro di mm. 40 e arrivare ad un peso di gr. 100. Per le sue proprietà organolettiche è da…

Leggi di +

Gadduzzi PAT Sicilia

Biscotto a forma di galletto fatto con farina, zucchero, uova e vino. La lavorazione è di tipo artigianale e non è prevista una lunga conservazione.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *