Iris PAT Sicilia

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Sicilia

Tipico pezzo di “rosticceria” palermitana di forma rotonda, fatto con pasta dolce fritta e ripieno di crema di ricotta.

Ingredienti:

  • per la pasta: fior di farina, zucchero, strutto, lievito di birra. Pangrattato per impanare, olio d’oliva per friggere.
  • per il ripieno: crema di ricotta, cioccolata fondente, cannella.

Preparazione: con la farina, un pizzico di sale, lo zucchero, lo strutto, il lievito di birra (sciolto precedentemente in un po’ d’acqua calda) e dell’acqua tiepida, preparare una pasta piuttosto morbida ed omogenea. Con il mattarello ricavare delle forme rotonde, collocare i tondini di pasta su una teglia unta e porli a lievitare per un paio d’ore, quindi infornarli a temperatura moderata finchè saranno appena dorati. Porli a riposare per 12 ore, quindi infornarli a temperatura moderata finchè saranno appena dorati. Porli a
riposare per 12 ore. A parte preparare la crema di ricotta e amalgamarla con cannella in polvere e cioccolata a pezzetti. Con la punta di un coltellino, praticare un foro di circa 3 cm. di diametro al centro della base dei panetti preparati 12 ore prima, prelevando un certo quantitativo di pasta e mettendolo da parte. Con l’apposita siringa farcire con la crema di ricotta e tappare di volta in volta con la pasta prelevata. A parte preparare una semplice pastella di farina ed acqua piuttosto liquida. Intingervi gli iris, quindi passarli nel pangrattato e friggerli in abbondante olio bollente, servire anche freddi.

Elementi che comprovino che le metodologie siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: Rif. Bibl. Eleonora Consoli e Francesco Contraffatto “Sicilia la cucina del sole”. Ed. Tringale.

Territorio di Produzione: Territorio di Palermo

Piparelle PAT Sicilia

“E non si sa se la maggiore attrattiva fossero i babbi o la loro specialità: totò, piparelli, ‘nzuddi, tutta roba manipolata con i più impensati avanzi e briciole e biscotti” tratto da “I pecchi” di Francesco Granata. Eleonora Consoli e Francesco Contraffatto “ Sicilia la cucina del sole”. Ed. Tringale.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *