Insalata di Tartufo PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Campania

L’insalata di tartufo e’ un piatto della tradizione gastronomica irpina, caratterizzato da colori e sapori tipicamente montani. L’ingrediente principale e’ il tartufo nero di bagnoli irpino, un tubero dall’odore molto intenso che viene dolcemente mitigato dall’accostamento agli altri prodotti tipici dell’entroterra irpino che compongono il piatto. Il particolare aroma ed il gusto deciso ma delicato e’ conferito in particolare dall’olio extravergine di oliva ricavato dalle olive locali. Una nota di colore e’ data dai peperoni all’agro di prima qualita’, rossi, gialli e verdi, tagliati a listarelle ed amalgamati con gli altri ingredienti creando una varieta’ di consistenze molto piacevoli al palato.

La preparazione inizia dal tartufo, che viene lavato con acqua fresca, spazzolato per rimuovere eventuali residui di terreno e tagliato a lamelle sottili. Si procede poi con le olive verdi, che vengono denocciolate a mano e tagliate anch’esse a fette sottili; si tagliano i peperoni a pezzettini ed infine si sminuzzano i filetti di acciughe. Si aggiunge un pizzico di sale ed il tutto viene irrorato con abbondante olio extravergine di oliva. A questo punto gli ingredienti, mescolati insieme ed amalgamati all’interno di una scodella, vengono lasciati a riposare per alcune ore o per tutta la notte: e’ un piatto che solitamente viene consumato nei giorni successivi alla sua preparazione, quando il particolare, e naturale, odore emanato dal tartufo (dovuto alla presenza di bismetiltiometano e dimetilsolfuro) viene attenuato dall’omogeneizzazione con gli altri ingredienti.

L’insalata di tartufo e’un piatto tipico della tradizione dell’alta Irpinia, in particolare della zona dei monti Picentini e dell’altopiano del Laceno. Preparato ancora secondo la ricetta originale, come antipasto o contorno, e’ una pietanza immancabile nel menu’ natalizio soprattutto alla vigilia, proprio perche’ non contiene carne.

Territorio interessato alla produzione

Comune Di Bagnoli Irpino (Av) e Area Dei Monti Picentini

Chiacchiere PAT Campania

Nel periodo di Carnevale, in tutta la regione Campania si preparano dei dolci fritti detti “chiacchiere”. Le chiacchiere, dolci allegri come il carnevale, hanno una consistenza ed una forma molto particolari: tenere e friabili, sono tagliate irregolarmente a strisce che poi vengono intrecciate in vario modo. La pasta delle strisce è composta da zucchero farina,…

Leggi di +

Sfogliatella Santa Rosa PAT Campania

Al dolce fu data la caratteristica forma del cappuccio monacale per essere, poi, adagiato nel forno caldo. Il dolce fu chiamato “Santa Rosa” in onore della santa alla quale era intitolato il monastero. Ne furono prodotte altre per le famiglie di Conca e quelle benefattrici degli altri centri costieri. Questa usanza fu ripetuta ogni anno…

Leggi di +

Fior di ricotta di Ponte Persica PAT Campania

Il Fior di Ricotta è un prodotto della tradizione lattiero casearia campana e le prime notizie risalgono agli inizi dell’900. La produzione iniziò nella zona di Pompei in località Ponte Persica ai confini con il comune di Castellammare di Stabia. Il signor Amodio Raimo allevatore della zona nato nel 1898 insieme alla moglie Ida Esposito…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *