Formaggio farcito e misto PAT

– Prodotto Agroalimentare Tradizionale dell’Umbria

TERRITORIO DI PRODUZIONE

Umbria.

ORIGINE

  • Latte di Pecora
  • Latte di Vacca
Formaggio farcito e misto Umbria

FORMA E DIMENSIONE

Forma cilindrica a facce piane, scalzo diritto o leggermente convesso. Peso di circa 1-3 kg.

STORIA

La tecnica di produzione si tramanda di generazione in generazione.

TIPOLOGIA DI FORMAGGIO PER TIPO DI LAVORAZIONE

Pasta semidura

TECNOLOGIA DI LAVORAZIONE

Il latte pastorizzato viene portato alla temperatura di 36°, inoculato con fermenti lattici e addizionato con caglio di vitello liquido. La cagliata, presamica, subisce una rottura alle dimensioni di un chicco di mais. Una volta estratta, la pasta trova posto nelle fuscelle, dove rimane fino alla salatura, a secco.

MATURAZIONE/STAGIONATURA

Almeno 30 giorni.

CARATTERISTICHE DEL FORMAGGIO

La crosta è abbastanza dura, di colore paglierino scuro o marrone chiaro. La pasta è abbastanza morbida, compatta, di colore avorio, con ben evidenti i colori della farcitura di erbe e spezie.

TIPOLOGIA DI FORMAGGIO AL CONSUMO

Formaggio grasso, di breve o media stagionatura, a pasta semidura.

INTENSITÀ AROMATICA E SENSAZIONI

Medio bassa, media.

ABBINAMENTI

Si consuma a tavola, accostato a vini rossi.

NOTE

Prima dell’estrazione dalla caldaia, la pasta può essere farcita con erbe, spezie, tartufo, peperoncino, olive, erbe aromatiche, cipolla o aglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *