Zucchina

Le zucchine sono una pianta ideale per il giardiniere di ortaggi alle prime armi perché è facile e veloce da coltivare. Le zucchine o zucchini (Cucurbita pepo) sono strettamente imparentate con cetriolo, anguria, zucca e zucche.

Zucchine

Origine: America centrale e Asia sud-occidentale

Famiglia: Cucurbitacee

Ciclo produttivo: annuale; occupa il terreno per 40-180 giorni.

Programma di semina

  • Caldo: aprile – settembre ad eccezione delle zone aride dove settembre è il migliore.
  • Temperato: settembre – gennaio
  • Freddo: ottobre – gennaio

Nelle zone temperate e fresche è meglio seminare i semi in piccoli vasi (prova a ricavarli dalla carta di giornale) al chiuso o in una serra poiché non amano il freddo.

Di solito germinano in 1 – 2 settimane e possono essere piantate quando ci sono diverse foglie vere.

Nelle zone calde, seminare i semi direttamente nel terreno.

Posizione Trova un posto soleggiato con almeno 6 ore di sole al giorno. È meglio che siano riparati dal vento poiché le loro grandi foglie possono prendere il vento e danneggiare i loro steli morbidi.

Nelle posizioni esposte sarà necessario un traliccio o qualche altra forma di supporto.

Poiché le piante di zucchine sono grandi e tentacolari, lascia circa 50-60 cm tra di loro.

Potresti seminare semi o piantare piantine più vicine e poi diradarle fino alla spaziatura desiderata.

Germogliazione: dai 5 ai 14 giorni; temperatura ottimale 30°C; temperatura minima 15°C.

Lavori culturali: scerbatura, sarchiatura.

Raccolta: giugno-novembre, 40 – 120 giorni dopo la semina; scalare in base alla dimensione dei frutti.

Produzione media: dai 3 ai 5 kg/m²

Conservazione: 20 giorni a 0-7°C.

Rotazione: coltura da rinnovo; non segue se stessa, altre cucurbitacee, Solanacee, Leguminose

Consociazione: nelle prime fasi del ciclo con ravanelli, insalate, spinaci.

Produzione del seme: ciclo biologico annuale, pianta monoica con fiori unisessuali; incroci facili; maturazione dei semi scalare (bacche completamente mature), luglio-agosto; quantità: 25-30 g/bacca; durata della germinabilità: 3-6 anni.

Varietà: frutto di forma cilindrica, clavata, tondeggiante o allungata; liscio, costoluto; colore verde scuro o chiaro uniforme, verde striato; ciclo preco, semiprecoce, tardivo.

Segnaliamo: “Nano verde di Milano”, “Albatros”, Striato d’Italia”, “Genovese”, “Lungo fiorentino”; tra le tonde “Chiaro di Nizza” e “Tonda verde scuro di Piacenza”.

Clima: temperato-caldo; temperatura ottimale a 20-28°C, ma si adatta bene anche in climi freschi.

Terreno: quello ideale dovrà essere organico, soffice, fresco, soleggiato, amano un buon terreno ben drenante: i letti rialzati forniranno un drenaggio appropriato o una pianta su un leggero cumulo di terreno.

Nutrizione

Aggiungi molto compost o letame invecchiato circa una settimana prima di piantare e poi di nuovo quando inizia la fioritura.

E l’acqua? Poiché i frutti sono molto carnosi, le zucchine hanno bisogno di molta acqua – irrigazione 2-3 volte a settimana o un’irrigazione manuale profonda una volta alla settimana.

È importante evitare di annaffiare le foglie, soprattutto a fine stagione quando la muffa e altre malattie possono essere un problema. Non preoccuparti se le foglie appassiscono in giornate molto calde: si riprenderanno fintanto che la zona delle radici viene irrigata regolarmente.

La pacciamatura con paglia di piselli o erba medica aiuta a mantenere umido il terreno.

Siamo arrivati? Le zucchine hanno fiori maschili e femminili separati e, come la maggior parte delle specie, sono le femmine a produrre frutti.

Il fiore maschile cresce direttamente sul gambo della pianta nelle ascelle della foglia (dove la foglia incontra il gambo) su un lungo gambo, e sono leggermente più piccoli della femmina.

Il fiore maschile cresce direttamente sul gambo della pianta nelle ascelle della foglia (dove la foglia incontra il gambo) su un lungo gambo, e sono leggermente più piccoli della femmina.

All’interno del fiore, le femmine hanno uno stigma arrotondato mentre il maschio ha un lungo stame con polline all’esterno.

Questo è importante da riconoscere se trovi che i fiori si stanno formando ma sbocciano e svaniscono, senza che i frutti crescano in seguito.

Potrebbe essere che il tuo giardino manchi di impollinatori, specialmente negli ultimi anni, quando il numero di api è in calo. Se ciò accade, potresti provare l’impollinazione manuale.

Usa un pennello sottile al mattino e spazzolalo accuratamente contro lo stame maschile e trasferisci il polline sullo stigma femminile. Piantare altre piante da fiore, in particolare i nasturzi, che sono una buona pianta da compagnia per le zucchine, aiuterà ad attirare le api nel tuo giardino. I frutti di solito compaiono 5-8 settimane dopo la semina.

Le zucchine devono essere raccolte regolarmente per incoraggiare il raccolto continuo.

Di solito vengono raccolti piuttosto piccoli e immaturi in quanto consentendo loro di continuare a crescere si ottengono frutti troppo grandi per essere utilizzati come ortaggi.

Quindi osserva attentamente da quando iniziano a comparire poiché possono crescere rapidamente producendo grandi frutti ingombranti. È meglio raccogliere quando sono lunghi circa 12-20 cm.

I fiori sono anche commestibili: questo è un buon modo per usare gli eccessi occasionali del fiore maschile. Possono essere utilizzati nelle insalate, come guarnizione, e anche fritti o farciti con formaggio, pancetta, funghi o pomodoro e al forno.

Parassiti e il resto

Pochi parassiti causano seri problemi alle zucchine ma, come tutte le cucurbitacee, possono essere suscettibili a una serie di malattie fungine.

In particolare, l’oidio, ma questo è facilmente debellabile. Un altro potenziale problema è il marciume dei fiori, che non è una malattia contagiosa, ma è causata dalla carenza di calcio.

Varietà

Le zucchine sono disponibili in una gamma di forme e colori, non solo la familiare forma a salsiccia verde scuro che è prontamente disponibile nei supermercati, ma gialla, a strisce in diverse tonalità di verde e persino curva o quasi rotonda.

Ad esempio, “Blackjack” è una varietà a cespuglio prolifica con frutti lunghi di colore verde molto scuro e “Golden” è una varietà dalla buccia gialla.

Un certo numero di fornitori di semi immagazzina una varietà di varietà antiche che vale la pena indagare, tra cui “ Crookneck Early Summer ”, che è molto adatto a coloro che non sono in grado di raccogliere frutta con la stessa frequenza, poiché rimangono una dimensione commestibile per molto più tempo di altre varietà.

Esistono anche varietà più compatte, come Cocozelle, il che significa che non è necessario fornire supporto o avere un ampio spazio giardino.

Aglio

Originario dell’Asia, l’aglio (Allium sativum L.) è coltivato in tutte le zone temperate. Si produce interrando i bulbilli a circa 30 cm di distanza l’uno dall’altro, da gennaio a marzo, in terreno ben concimato, molto soffice, arenoso e ben permeabile.

Leggi di +

Zucca
Coltivazione BIO

Per sapere come coltivare la zucca in maniera biologica dobbiamo sapere che con il termine zucca si identificano i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae, in particolare alcune specie del genere Cucurbita (Cucurbita maxima, Cucurbita pepo e Cucurbita moschata) ma anche specie appartenenti ad altri generi come la Lagenaria vulgaris o la…

Leggi di +

Cipolla

La cipolla ha dietro di sé una storia millenaria: praticamente tutti i popoli dell’antichità ne facevano uso, spesso in quantitativi notevoli. I Greci la conoscevano sicuramente già in epoca omerica, i Romani ne facevano largo impiego, Caldei ed Egizi la coltivavano in modo diffuso. Per questi ultimi essa rappresentava un cibo sacro e costituiva la…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.