Vini di Lombardia
BENACO BRESCIANO IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Benaco Bresciano” comprende 2 tipologie di vini: bianchi, anche nella tipologia frizzante e passito; rossi, anche nella tipologia novello.

Benaco Bresciano IGP

Uvaggio

Per i vini bianchi posso essere utilizzati i vitigni: Chardonnay, Pinot Bianco, Riesling Renano, Riesling Italico, Trebbiano di Soave, Trebbiano toscano, Pinot grigio, Incrocio Manzoni. Per i vini rossi possono essere utilizzati i vitigni: Groppello, Marzemino, Barbera, Sangiovese, Cabernet franc, Cabernet sauvignon, Merlot, Nebbiolo, Pinot nero, Rebo N. La specificazione dei vitigni Riesling, Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot grigio, Trebbiano, Incrocio Manzoni, è riservata ai vini bianchi ottenuti da uve provenienti da vigneti composti per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni. Possono concorrere alla produzione le uve dei vitigni, a bacca di colore corrispondente, idonei alla coltivazione nella Regione Lombardia, fino ad un massimo del 15%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) presenta un colore rosso rubino, abbinato ad un odore ampio, vinoso ed un gusto piacevole, armonico. La versione novello (11,00% vol.) può avere sfumature violacee, un profumo maggiormente fruttato con un sapore fresco. Il bianco (10,00% vol.), invece, si caratterizza per un colore giallo paglierino con riflessi verdolini, emana un profumo fresco e delicato ed ha un sapore armonico, vellutato. I parametri variano in funzione dei differenti vitigni utilizzabili. Per il Benaco Bresciano frizzante, il titolo alcolometrico minimo deve essere pari a 10,00% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende un grande anfiteatro morenico, ovvero un susseguirsi di cerchie collinari intervallate da piccole aree pianeggianti, a sud del Lago di Garda, tra Verona, Mantova e Brescia.

Specificità e note storiche

Sebbene non vi siano informazioni specifiche sull’introduzione della vite in quest’area, alcune fonti riportano che già nel I secolo, il vino gardesano era molto apprezzato dai Romani con il nome di Vino Retico: Svetonio narra che il Retico fosse il vino preferito dall’imperatore Augusto.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino BENACO BRESCIANO IGP

Vini di Lombardia
CURTEFRANCA DOP

Dal punto di vista delle caratteristiche organolettiche, il Curtefranca bianco (11% vol.) è di colore paglierino, impreziosito da riflessi verdognoli. Ha un odore caratteristico, delicato e floreale, abbinato a un sapore asciutto, morbido, sapido e armonico. Il Curtefranca rosso, invece, è di una tonalità molto viva, con brillanti riflessi rubino. L’odore spicca per il suo…

Leggi di +

Vini di Lombardia
COLLINA DEL MILANESE IGP

Il titolo alcolometrico minimo dei vini ad IGP “Collina del Milanese” è pari a 10,00% vol. per il bianco, 10,50% vol. per il rosso e il rosato, 11,00% per il passito. Il bianco si presenta con un colore paglierino, un odore delicato e un sapore armonico, a volte abboccato. La tipologia rosso è di color…

Leggi di +

Vini di Lombardia
OLTREPÒ PAVESE PINOT GRIGIO DOP

I vini Oltrepò Pavese Pinot grigio si caratterizzano per una tonalità paglierina, dall’intensità variabile, che può virare verso un giallo leggermente ramato. L’odore è caratteristico e fruttato, mentre al palato risultano freschi, sapidi e gradevoli. Nella variante Frizzante si riscontra una maggiore vivacità di gusto, sottolineata anche dalla presenza di una spuma evanescente. In entrambe…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *