Vini di Lombardia
BENACO BRESCIANO IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Benaco Bresciano” comprende 2 tipologie di vini: bianchi, anche nella tipologia frizzante e passito; rossi, anche nella tipologia novello.

Benaco Bresciano IGP

Uvaggio

Per i vini bianchi posso essere utilizzati i vitigni: Chardonnay, Pinot Bianco, Riesling Renano, Riesling Italico, Trebbiano di Soave, Trebbiano toscano, Pinot grigio, Incrocio Manzoni. Per i vini rossi possono essere utilizzati i vitigni: Groppello, Marzemino, Barbera, Sangiovese, Cabernet franc, Cabernet sauvignon, Merlot, Nebbiolo, Pinot nero, Rebo N. La specificazione dei vitigni Riesling, Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot grigio, Trebbiano, Incrocio Manzoni, è riservata ai vini bianchi ottenuti da uve provenienti da vigneti composti per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni. Possono concorrere alla produzione le uve dei vitigni, a bacca di colore corrispondente, idonei alla coltivazione nella Regione Lombardia, fino ad un massimo del 15%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,50% vol.) presenta un colore rosso rubino, abbinato ad un odore ampio, vinoso ed un gusto piacevole, armonico. La versione novello (11,00% vol.) può avere sfumature violacee, un profumo maggiormente fruttato con un sapore fresco. Il bianco (10,00% vol.), invece, si caratterizza per un colore giallo paglierino con riflessi verdolini, emana un profumo fresco e delicato ed ha un sapore armonico, vellutato. I parametri variano in funzione dei differenti vitigni utilizzabili. Per il Benaco Bresciano frizzante, il titolo alcolometrico minimo deve essere pari a 10,00% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende un grande anfiteatro morenico, ovvero un susseguirsi di cerchie collinari intervallate da piccole aree pianeggianti, a sud del Lago di Garda, tra Verona, Mantova e Brescia.

Specificità e note storiche

Sebbene non vi siano informazioni specifiche sull’introduzione della vite in quest’area, alcune fonti riportano che già nel I secolo, il vino gardesano era molto apprezzato dai Romani con il nome di Vino Retico: Svetonio narra che il Retico fosse il vino preferito dall’imperatore Augusto.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino BENACO BRESCIANO IGP

Vini di Lombardia
OLTREPÒ PAVESE DOP

L’Oltrepò Pavese rosso (11,5% vol.) è di un intenso colore rubino, abbinato ad un odore vinoso altrettanto percepibile e a un sapore pieno, di corpo e leggermente tannico. Il Rosato (10,5% vol.), invece, ha una tonalità che talvolta tende al cerasuolo tenue, con odore caratteristico e leggermente vinoso e sapore asciutto e armonico. Infine, il…

Leggi di +

Vini di Lombardia
GARDA COLLI MANTOVANI DOP

Il vino bianco ha un aspetto giallo paglierino, con odore delicato e caratteristico e sapore asciutto, sapido e armonico. Il rosso, invece, spicca per la sua tonalità rubino, che invecchiando tende al cerasuolo; ha un odore vinoso delicato e gradevole che si abbina a un sapore asciutto, armonico e leggermente amarognolo. Nel rosato la colorazione…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *