Vini delle Marche
LACRIMA DI MORRO o LACRIMA DI MORRO d’ALBA DOP

“Lacrima di Morro”, o “Lacrima di Morro d’Alba”, è una denominazione di origine protetta che identifica un vino rosso e le sue varianti Superiore e Passito.

Uvaggio

Nella produzione dei vini Lacrima di Morro d’Alba devono essere utilizzate uve provenienti da vigneti composti, per almeno l’85%, da vitigno Lacrima di Morro. Possono poi concorrere, fino ad un massimo del 15%, altri vitigni a bacca nera idonei alla coltivazione nelle Marche.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Lacrima di Morro (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) e la sua variante Superiore (12% vol.) si presentano come vini dal colore rosso rubino carico, accompagnato da un odore gradevole e intenso e da un sapore altrettanto gradevole, morbido e caratteristico. Nel Passito, invece, il colore si fa rosso, con diverse gradazioni di intensità e, in alcuni casi, con una tendenza verso il granato. L’odore è caratteristico, anche in questo caso più o meno intenso, e il sapore armonico e vellutato. Il titolo alcolometrico è di 15% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione, in provincia di Ancona, è un’area collinare non molto estesa, caratterizzata dalla presenza dei fiumi Cesano, Nevola e Misa e dalla vicinanza del mar Adriatico. L’influenza marina è notevole, soprattutto sul clima, che risulta mite con limitata escursione termica.

Specificità e note storiche

La coltivazione della vite e la produzione del vino, nella zona del Lacrima di Morro, conobbero un forte sviluppo durante la dominazione romana. Con la caduta dell’Impero, il testimone fu raccolto dagli ordini monastici presenti in quei luoghi, che mantennero e affinarono le tecniche tradizionali.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino LACRIMA DI MORRO o LACRIMA DI MORRO d’ALBA DOP

Vini delle Marche
COLLI PESARESI DOP

Il Colli Pesaresi bianco è un vino leggero e fresco, con gusto gradevole che non stanca al palato. Il colore è giallo paglierino e i profumi richiamano la ginestra e i fiori bianchi. Se la coltivazione delle uve avviene lungo la costa, la sapidità del vino aumenta. Ciò che fa emergere il rosso, invece, è…

Leggi di +

Vini delle Marche
MARCHE IGP

Il bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 9,5% vol.) presenta color giallo paglierino con odore delicato e gradevole e gusto asciutto e fresco. La versione rosso (10% vol.) si caratterizza per il colore rubino, il profumo delicato, caratteristico e il gusto secco e armonico. Il rosato (10% vol.), invece, ha color rosa più o meno…

Leggi di +

Vini delle Marche
SAN GINESIO DOP

Il San Ginesio rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 1,5% vol.) ha un gradevole aspetto rubino, che può essere più o meno intenso, a seconda delle produzioni; l’odore è caratteristico e delicato e il sapore armonico. La medesima colorazione rubino si ritrova nello Spumante (11% vol.), in questo caso impreziosita da riflessi violacei e granati…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.