Vini delle Marche
FALERIO DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Falerio” comprende l’omonimo vino bianco e la sua versione Pecorino.

Uvaggio

Il Falerio viene prodotto con uve provenienti, per una quota tra il 20% e il 50%, da vitigno Trebbiano toscano, unito al Passerina e al Pecorino (ciascuno tra il 10% e il 30%). Possono poi concorrere, da soli o congiuntamente, altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nelle Marche. La variante pecorino, invece, deve essere realizzata riservando una quota dell’85% al Pecorino, e un massimo del 15% ad altri vitigni a bacca bianca non aromatici.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Falerio, nella sua versione base, ha una tonalità giallo paglierino, più o meno tenue, a seconda delle produzioni. L’odore è lievemente profumato e il sapore secco, sapido, armonico e leggermente acidulo. Raggiunge una gradazione alcolica di 11,5% vol. Nella variante Pecorino, invece, la colorazione paglierina si arricchisce di riflessi verdognoli. Il sapore è caratteristico, tipico, secco e leggermente acidulo. Il titolo alcolometrico minimo è di 12,00% vol.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione dei vini Falerio è localizzata nel sud delle Marche, nell’intero territorio delle province di Ascoli Piceno e Fermo. Un’area che spazia dalla porzione litoranea ad un profilo di medio-alta collina. Il clima, fortemente condizionato dalla costa, è improntato ad una carattere mediterraneo.

Specificità e note storiche

Il nome Falerio tradisce l’origine romana del vino di tutta la produzione vitivinicola della zona. Deriva, infatti, dall’antica città di Faleria, oggi Falerone.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino FALERIO DOP

Vini delle Marche
ROSSO CÒNERO DOP

La colorazione rosso rubino intenso è uno degli elementi distintivi del vino Rosso Cònero, che si mostra strutturato e corposo. L’odore risulta piuttosto gradevole e vinoso, abbinato a un sapore sapido, armonico e asciutto. Quando è giovane è dotato di una tannicità pungente, che con l’invecchiamento si fa morbidezza piacevole. Discorso analogo per i profumi,…

Leggi di +

Vini delle Marche
CONERO DOP

Alla vista, il Cònero si presenta rosso rubino ed è un prodotto di corpo, secco, sapido e giustamente tannico. L’odore è gradevole e vinoso e il sapore armonico. Prima dell’immissione nel mercato, invecchia due anni, prevalentemente in botti di legno. Questo gli conferisce maggiore morbidezza, equilibrio e affinamento della nota olfattiva, oltre a impreziosirlo con…

Leggi di +

Vini delle Marche
ESINO DOP

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) si presenta con una tenue colorazione giallo paglierina, abbinata ad un odore caratteristico e intenso e ad un sapore asciutto. Nella versione Frizzante (9,5% vol.), la tonalità si fa più decisa, l’odore si arricchisce di elementi fruttati e il sapore si fa fresco. Sia il Rosso…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.