Vini della Campania
FALANGHINA DEL SANNIO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino FALANGHINA DEL SANNIO DOP

Falanghina del Sannio DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Falanghina del Sannio” identifica i vini Bianco, Spumante, Spumante di qualità, Spumante di qualità metodo classico, Vendemmia tardiva e Passito. Ciascun vino, ad eccezione del Passito, può essere accompagnato anche dall’indicazione di una sottozona: Guardia Sanframondi (o Guardiolo), Sant’Agata dei Goti, Solopaca e Taburno.

Uvaggio

Tutti i vini Falanghina del Sannio vengono prodotti con uve provenienti da vigneti con una quota minima dell’85% di vitigno Falanghina.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol. o 11,5% vol. per le sottozone) si presenta color paglierino, con odore fine, floreale e fruttato e un sapore equilibrato, fresco e secco. Gli Spumanti (11,5% o 12% vol.) hanno tonalità paglierino, con possibili riflessi verdolini o dorati e una spuma fine e persistente; il profumo è fine e floreale, fruttato e fragrante; il sapore risulta fine, fresco e armonico e può essere extra brut, brut o extra dry (solo brut o extra brut per l’Alta qualità metodo classico). Anche il Vendemmia tardiva (13% e 13,5% vol.) risulta paglierino, con odore floreale, fruttato e composito e sapore secco, pieno ed equilibrato. Infine, il Passito (da 16% vol. a 16,5% vol. per le sottozone) è giallo dorato che tende all’ambrato; odore intenso, ampio e composito; sapore amabile o dolce, pieno e armonico.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con l’intera provincia di Benevento. Ha profilo prevalentemente collinare, con temperature miti e buona piovosità.

Specificità e note storiche

La storia della viticoltura beneventana ha origine nel II secolo a.C. In epoca romana, i vini prodotti in quest’area riscuotevano notevole successo e venivano venduti sia nel mercato di Pompei che in quello di Roma.

Falanghina del Sannio DOP

Tutti i vini Falanghina del Sannio vengono prodotti con uve provenienti da vigneti con una quota minima dell’85% di vitigno Falanghina.

Vini della Campania
CASAVECCHIA DI PONTELATONE DOP

Sia il vino Rosso che il Rosso Riserva presentano le medesime caratteristiche organolettiche, differenziandosi solo sotto il profilo del titolo alcolometrico volumico totale minimo, che nel primo caso è di 12,5% vol. e nel secondo di 13% vol. Alla vista, il Casavecchia di Pontelatone si presenta rosso rubino, con intensità variabile e tendenza a virare…

Leggi di +

Vini della Campania
DUGENTA IGP

I vini a Indicazione Geografica Protetta “Dugenta” bianchi sono di color giallo paglierino, emanano un profumo fruttato e floreale con gusto secco o abboccato. La versione rosso si caratterizza per un color rubino più o meno intenso, accompagnato da odore floreale, fruttato e sapore secco o abboccato. Il rosso novello, invece, si differenzia per il…

Leggi di +

Vini della Campania
SANNIO DOP

L’ampia gamma di vini che rientrano nella denominazione fa si che le caratteristiche organolettiche espresse risultino altrettanto variegate. Le peculiarità di ciascuna produzione, puntualmente rintracciabili nel disciplinare, sono influenzate da differenti fattori: il vitigno prevalente, il metodo di vinificazione, la sottozona di produzione. In generale, però, tutti i vini Sannio risultano equilibrati e originali.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.