Vini del Veneto
PROSECCO DOP

La Denominazione di Origine Protetta Prosecco è riservata al vino bianco tranquillo ed alle versioni Spumante e Frizzante.

Prosecco DOP

Uvaggio

I vini Prosecco sono ottenuti da uve provenienti dal vitigno Glera per un minimo dell’85%. A questo possono poi affiancarsi, entro il limite del 15%, anche i vitigni Verdiso, Bianchetta trevigiana, Perera, Glera lunga, Chardonnay, Pinot bianco, Pinot grigio e Pinot nero (vinificato in bianco).

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Prosecco tranquillo, ha un titolo alcolometrico volumico totale minimo del 10,5% vol., una colorazione giallo paglierino e si caratterizza per un odore fine e tipico delle uve di provenienza, accostato ad un sapore fresco e caratteristico, che spazia da secco ad amabile. La tipologia Spumante (11% vol.) ha un aspetto più brillante, ulteriormente impreziosito da una spuma persistente; l’odore mantiene le stesse peculiarità della versione base, mentre il sapore è fresco e caratteristico, spaziando da brut a demi-sec. Il Vino Prosecco prodotto nella tipologia Frizzante (10,5% vol.), anch’esso brillante, mostra un’evidente sviluppo di bollicine, che ne vivacizzano aspetto e gusto; il sapore va da secco ad amabile. Alcune versioni, prodotte tradizionalmente per fermentazione in bottiglia, possono mostrare la presenza di una velatura.

Zona di produzione delle uve

L’area di produzione del Prosecco, situata nella parte nord orientale dell’Italia, ha un andamento di tipo pianeggiante con alcune zone collinari, una temperatura piuttosto mite grazie alla barriera protettiva fornita dalle Alpi e all’influenza del mar Adriatico. La zona di produzione interessa la regione Veneto e Friuli Venezia Giulia ed in particolare comprende le province di Belluno, Gorizia, Padova, Pordenone, Treviso, Trieste, Udine, Venezia e Vicenza.

Specificità e note storiche

Le prime testimonianze scritte dell’esistenza del vino Prosecco risalgono al 1600 e descrivono un vino bianco originario dell’omonimo territorio. Successivamente, nel ‘700 e ‘800, la produzione di questo vino si è sviluppata in tutta l’area collinare veneto friulana. Ad oggi, le peculiarità del Prosecco lo rendono un prodotto riconoscibile ed apprezzato da consumatori nazionali ed internazionali.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino PROSECCO DOP

Vini del Friuli Venezia Giulia
FRIULI LATISANA DOP

Il Bianco (10,5% vol.) è paglierino, con differenti livelli di intensità, e presenta odore delicato e gradevole e sapore armonico e asciutto. Il Rosso (10,5% vol.) emerge per la tonalità rubino, con odore caratteristico, vinoso e armonico e sapore asciutto, morbido, fine e leggermente erbaceo. Il Rosato (10,5% vol.) è di un rosso poco intenso,…

Leggi di +

Vini del Friuli Venezia Giulia
RAMANDOLO DOP

Alla vista, il Ramandolo si presenta di un piacevole colore giallo dorato. L’odore è intenso e caratteristico, libera un profumo di acacia, miele di montagna e frutta matura, come le susine, le albicocche. Al palato risulta gradevolmente dolce e vellutato, di corpo e con buona acidità totale. Il titolo alcolometrico minimo è di 14,00% vol.

Leggi di +

Vini del Friuli Venezia Giulia
TREVENEZIE IGP

I vini della IGP “Trevenezie”, nei vari colori e tipologie, rappresentano la specificità degli ambienti nei quali si producono le uve. L’ampia varietà dei vitigni mette a disposizione dei consumatori una vasta gamma di prodotti dalle caratteristiche peculiari dal punto di vista analitico e organolettico. Il titolo alcolometrico volume totale minimo è pari a 9,00%…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.