Vini del Piemonte
GRIGNOLINO d’ASTI DOP

Il Grignolino d’Asti è un vino rosso piemontese protetto da Denominazione Origine Protetta.

Uvaggio

Le uve utilizzate per la produzione del Grignolino d’Asti provengono da vigneti composti per almeno il 90% da vitigno Grignolino e per la restante parte, comunque non superiore al 10%, da Freisa.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Grignolino d’Asti è un vino dalla colorazione rosso rubino, che può essere più o meno intensa e che con l’invecchiamento tende a virare verso una tonalità arancione. L’odore che lo accompagna è delicato, con profumo caratteristico e si abbina ad un gusto asciutto, leggermente tannico, gradevole e amarognolo, con un retrogusto persistente. Il titolo alcolometrico volumico minimo totale è di 11% vol.

Zona di produzione delle uve

Il Grignolino d’Asti nasce in una zona circoscritta, tra Asti e Casale Monferrato. Un territorio piuttosto complesso, difficile da coltivare.

Specificità e note storiche

Sulle origini del nome Grignolino ci sono due ricostruzioni differenti, C’è chi lo fa derivare da “grignòle”, termine piemontese per indicare i vinaccioli. Secondo altri, invece, la derivazione sarebbe da “grignare”, che vuol dire ridere. L’origine dialettale, confermata da entrambe le tesi, rafforza l’idea di un vino fortemente legato al territorio, tanto da diventare uno dei più simbolici del Piemonte.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE GRIGNOLINO D’ASTI DOP

Vini del Piemonte
GHEMME DOP

Il Ghemme è un vino rosso dalla tonalità rubino, impreziosita da riflessi granata. Il profumo è caratteristico, assolutamente fine, gradevole ed etereo. Il sapore è asciutto, sapido e armonico, con un piacevole fondo amarognolo. Raggiunge un titolo alcolometrico volumico totale minimo di 12,00% vol. La variante Riserva, invece, si presenta di un intenso rosso rubino…

Leggi di +

Vini del Piemonte
FREISA d’ASTI DOP

alcolometrico volumico totale minimo 11% vol.) e il Freisa d’Asti Superiore (11,5% vol.) possono presentarsi d’aspetto rosso granato o cerasuolo piuttosto chiaro, con una tendenza ad acquisire una tonalità arancione durante l’invecchiamento. L’odore è caratteristico e delicato, con richiami al lampone e alla rosa. Al palato risultano amabili e freschi, con un gradevole sottofondo di…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.