Vini del Piemonte
CANAVESE DOP

“Canavese” è una Denominazione di Origine Protetta riconosciuta ad un’ampia tipologia di vini prodotti in Piemonte. Ne fanno parte: rosso, rosso novello, rosato, rosato spumante, bianco, bianco spumante, Barbera e Nebbiolo.

Canavese DOP

Uvaggio

Così come le tipologie, anche la relativa produzione è piuttosto diversificata. I vini Canavese bianco, anche spumante, sono prodotti in purezza con 100% uve da vitigno Erbaluce. I rossi e i rosati, invece, sono composti per una quota non inferiore al 60% da uve provenienti da vitigni Nebbiolo, Barbera, Uva Rara, Bonarda Freisa e Neretto, che possono essere usati singolarmente o congiuntamente. Infine, il Canavese Nebbiolo e il Canavese Barbera devono avere al loro interno almeno l’85% di uve dal relativo vitigno e il restante 15% da altri vitigni a bacca di colore analogo coltivabili in Piemonte.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) è di color rubino, asciutto e di buona acidità, sapido e vinoso (eccetto il Novello). Il Rosato (10,5% vol.) è di color rubino chiaro, dal sapore delicato e gradevole al palato. La variante Spumante (11% vol.), ha una spuma leggera ed evanescente e un sapore fresco e fruttato, che spazia da brut a extradry. Il Bianco (10% vol.) è giallo paglierino, con odore fruttato, di ottima struttura e buona acidità. Nella versione spumante, con spuma leggera ed evanescente, ha una tonalità più scarica e un sapore fruttato e fresco, da brut a extradry. Il Barbera (10,5% vol.) è di colore rubino intenso leggermente fruttato e di buon corpo. Infine, il Nebbiolo (11% vol.) appare di tonalità dal rubino al granato, di buon corpo e adatto all’invecchiamento.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova nel nord del Piemonte, al confine con la Valle d’Aosta, compresa nelle provincie di Torino e Vercelli.

Specificità e note storiche

La temperatura mite e la ricchezza di sostanze nutritive nei terreni donano ai vini Canavese peculiarità notevoli: ottima acidità, buona sapidità, basso contenuto polifenolico.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO CANAVESE DOP

Vini del Piemonte
CISTERNA D’ASTI DOP

Il Cisterna d’Asti si presenta in una intensa tonalità rosso rubino. Ha un profumo altrettanto intenso e caratteristico, con elementi di fruttato. Al gusto risulta vinoso, delicato, armonico e talvolta vivace. Infine, il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 11,5% vol. Nella versione Riserva, la colorazione vira verso il granato, proprio a causa…

Leggi di +

Vini del Piemonte
CANAVESE DOP

Il Rosso (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) è di color rubino, asciutto e di buona acidità, sapido e vinoso (eccetto il Novello). Il Rosato (10,5% vol.) è di color rubino chiaro, dal sapore delicato e gradevole al palato. La variante Spumante (11% vol.), ha una spuma leggera ed evanescente e un sapore fresco…

Leggi di +

Vini del Piemonte
COLLI TORTONESI DOP

I vini Colli Tortonesi presentano peculiarità che permettono di distinguerli facilmente e che sono ampiamente descritte all’interno del disciplinare. Le varianti con indicazione di vitigno, poi, si arricchiscono di tutte quelle note organolettiche che sono proprie delle loro origini. In linea generale, all’interno della tipologia dei vini rossi, si può rintracciare un filo comune che…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *