Vini del Piemonte
BAROLO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO BAROLO DOP

Barolo DOP – Piemonte

La Denominazione di Origine Protetta “Barolo” comprende sia la versione classica che la riserva. Quest’ultima può anche essere prodotto nelle varianti con menzioni geografiche aggiuntive, seguite dal termine vigna.

Uvaggio

Tutti i vini appartenenti alla denominazione Barolo sono prodotti in purezza con uve provenienti da vitigni Nebbiolo.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Barolo, in tutte le sue varianti, si presenta di un colore rosso granato, con un odore intenso e caratteristico e un sapore asciutto, pieno e armonico. La struttura offre un bouquet complesso e avvolgente. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 13,00% vol.

Zona di produzione delle uve

Viene prodotto nella zona piemontese identificata come “Langhe” e composta da una sequenza di lingue di terra comprese fra profili collinari. Geologicamente è un area ricca di tufo e granito, materiali che influenzano la produzione vitivinicola. In particolare, il Barolo nasce nel territorio dei comuni di Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba ed in parte del territorio dei comuni di Monforte d’Alba, Novello, La Morra, Verduno, Grinzane Cavour, Diano d’Alba, Cherasco e Roddi

Specificità e note storiche

La fortuna del Barolo è strettamente legata al nome di Camillo Benso Conte di Cavour, oltre a quello di Giulia Colbert Falletti, ultima marchesa di Barolo. Fu grazie al loro intervento che, a metà del 1800, nella zona delle langhe, dove il Nebbiolo era vitigno tradizionale, si iniziò a produrre un vino molto ricco e armonioso, destinato all’esportazione in tutta Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.