Uva bianca a cuore del Cilento PAT Campania

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Campania

È una varietà antica, pressoché scomparsa, recuperata da alcuni appassionati viticultori locali; ha bacche di dimensioni medie, rotonde, con bacche di colore verde chiaro a maturità; la polpa è dolce e croccante. Il grappolo è mediamente compatto.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura

Tipiche della viticoltura delle aree marginali; vitigno locale a duplice attitudine; la maggior parte delle lavorazioni è manuale, anche per l’ambiente impervio in cui sono presenti i vigneti . È una uva a duplice attitudine, grazie all’elevato grado saccarometrico degli acini; è un vitigno ormai relegato a pochi esemplari sparsi nei vigneti da vino, e spesso viene vinificato assieme agli altri.

Territorio di produzione

Area cilentana, ed in particolare nella frazione di Rodio del comune di Pisciotta (SA).

Cervellatine PAT Campania

La salsiccia di maiale in Campania si presenta spesso più lunga e più sottile rispetto al resto d’Italia, in questo caso viene chiamata “cervellatina”; l’etimologia del suo nome proviene, verosimilmente, dal francese cervelas, cervello, che anticamente figurava fra i suoi ingredienti.

Continua a leggere

Scamorza di vacca e di bufala PAT Campania

Probabilmente l’etimologia della parola “scamorza” va cercata nella sua forma, che ricorda una “capa mozza”, cioè una “testa mozzata”. Si tratta di un formaggio vaccino prodotto tutto l’anno nell’intera Regione con latte di vacca la cui pasta viene semicotta e filata. Esistono parecchie variazioni sul tema della scamorza, sia per quel che concerne l’aspetto (il…

Continua a leggere

Diventa anche tu ViVi Greeners Conosci l’ uva bianca a cuore del Cilento prodotto Campano?
Aiutaci nel nostro progetto, se hai curiosità, immagini o vuoi aggiungere una descrizione del prodotto.
SCRIVICI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.