Trota salmonata affumicata PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del PIEMONTE

Le trote, pesci della famiglia dei Salmonidi, allevate in acquacoltura interessano due specie:
1) la trota fario, di origine europea, ha un corpo di forma allungata, leggermente compresso lateralmente. La testa è robusta, la bocca grande e munita di forti denti. Il colore del dorso è molto variabile dal bruno scuro all’argento e sui fianchi e sulla testa ha piccole macchie nere, rosse, marroni;
2) la trota iridea, di origine nordamericana, ha il corpo più slanciato, il muso tozzo, la testa piccola, presenta un dorso di colore grigio-bluastro o blu-verdastro, con fianchi grigio argentei. Ha una fascia di colore rosato lungo i fianchi, dove sono anche presenti numerose macchie nere.

Territorio di produzione

La trota salmonata si produce a Demonte, Castelletto Stura e zone limitrofe in provincia di Cuneo.

Metodo di preparazione

La trota è allevata in acqua sorgiva a temperatura mai superiore ai 12° C fino ai 4 anni ed è alimentata con erba medica, farina di gamberetti e carote. La trota viene salata, affumicata con fumo di legno di faggio e fatta riposare in cella a 0°C. Successivamente viene spellata, filettata, spinata e messa sottovuoto.
La conservabilità è di circa 90 gg.

Storia

Lo sviluppo della troticoltura iniziò negli anni ’50, a partire dai quali ha acquisito una posizione di rilievo sia sotto l’aspetto qualitativo che quantitativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.