Sentiero Italia CAI PIEMONTE 10° Tappa Rifugio Genova Figari – Terme di Valdieri

Rifugio Genova Figari – Terme di Valdieri Tappa di media lunghezza con dislivello in salita non eccessivo e notevole in discesa.  Costeggia il massiccio dell’Argentera, maggiore elevazione della zona e simbolo del Parco Naturale delle Alpi Marittime.  Si lascia il Rifugio Genova Figari percorrendo a ritroso parte della precedente tappa fino a giungere alle opere artificiali dello sbarramento del Bacino del Chiotas. Qui si svolta a sinistra e si transita attraverso le citate opere per imboccare il Vallone del Chiapous. Si cammina costeggiando le cime imponenti dell’Argentera Meridionale e Settentrionale e del Monte Stella giungendo al Colle del Chiapous da dove inizia la lunga discesa nel Vallone di Lourusa fino alle Terme di Valdieri. L’ambiente nella parte alta è selvaggio, caratterizzato da pietraie e detriti. Proseguendo, si transita prima dal Rifugio Morelli Buzzi e poi si giunge nei pressi dei  laghetti Lagarot di Lourousa  da dove si gode di un panorama mozzafiato sulla parete nord del Corno Stella e sul Canale di Lourousa potendo altresì osservare il Bivacco Varrone. Si continua a scendere per comodo sentiero che, con la comparsa della vegetazione, diventa ombroso e si giunge alle Terme di Valdieri dove è possibile pernottare presso il  Rifugio Casa Savoia.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 10° Tappa Rifugio Genova Figari – Terme di Valdieri

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 09° Tappa Rifugio Soria Ellena – Rifugio Genova Figari

Rifugio Soria Ellena – Rifugio Genova Figari Dopo la lunga tappa precedente, un percorso decisamente più breve con minore dislivello. Dal Rifugio Soria Ellena, si scende al Piano del Praiet e si imbocca a sinistra il sentiero in salita che porta al Colle delle Fenestrelle dove si incontrano due laghetti. Si procede in discesa fino al Bacino artificiale del Chiotas. Da qui, si svolta a sinistra lungo la stradina che in breve conduce al Rifugio Genova Figari, posto tra i laghi del Chiotas e il Brocan. I due sbarramenti che consentirono la realizzazione del bacino artificiale richiesero tempi lunghi di costruzione a causa del notevole innevamento invernale e furono terminati nel 1982. L’opera è parte dell’impianto idroelettrico “Luigi Einaudi” di Entracque che prevede, tra l’altro, l’utilizzo dell’energia prodotta e non richiesta (es. di notte) per pompare parte dell’acqua dal serbatoio inferiore della Piastra a quello superiore del Chiotas, così da poterla riutilizzare quando c’è maggiore necessità. L’attuale rifugio fu donato dall’Enel al CAI nel 1981 in sostituzione del vecchio edificio sommerso dall’acqua dell’invaso.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 09° Tappa Rifugio Soria Ellena – Rifugio Genova Figari

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 08° Tappa Trinità – Rifugio Soria Ellena

Trinità – Rifugio Soria Ellena Tappa lunga e di notevole dislivello che conduce il Sentiero Italia nel cuore del Parco Nazionale delle Alpi Marittime, area dichiarata Parco Naturale nel 1980 che comprende la storica riserva di caccia reale di Re Vittorio Emanuele II di Savoia. Da Trinita’ di Entracque si scende verso il torrente Bousset, oltrepassato il quale, si sale attraverso la Serra dei Castagni, si svolta a destra in direzione nord ovest e si prosegue fino a Tetto Airetta.  Qui si devia a sinistra in direzione sud ovest a raggiungere alcune borgate per salire al Caire della Tuccia da dove, imboccato il vallone omonimo, si scende nel Vallone del Gesso della Barra appena a monte del bacino artificiale della Piastra. Il sentiero prosegue sulla destra orografica del Gesso della Barra fino alla frazione San Giacomo di Entracque rimanendo parallelo alla strada carrozzabile che collega la frazione stessa a Entracque e che è ubicata sulla sinistra orografica del torrente. Nell’abitato di San Giacomo si trova il Bar Ristorante Baita Monte Gelas con annesso il Rifugio Escursionistico San Giacomo da cui si prosegue sulla comoda stradina a fondo naturale per raggiungere il Piazzale dei Cannoni limitrofo al Gias della Siula. Da qui, la stradina prosegue in salita via via crescente verso il Piano del Praiet sovrastato dal Rifugio Soria Ellena.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 08° Tappa Trinità – Rifugio Soria Ellena

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 07° Tappa Palanfrè – Trinità

Palanfrè – Trinità Tappa abbastanza breve con salita, valico e discesa e dislivello positivo di circa 800 metri. Partendo da Palanfrè, si sale percorrendo a ritroso parte della precedente tappa. Successivamente, si svolta a destra in direzione nord ovest proseguendo fino alla zona del pianoro del Gias Garbella. Da qui, in direzione sud ovest, si risale la Val Garbella e poi, piegando a nord ovest, si raggiunge la Costa Pianard percorrendola fino al Colle Della Garbella. Quest’ultimo tratto offre una visuale notevole sulle numerose cime e valli circostanti, spartiacque tra la Val Grande e il Vallone del Bousset e, in sequenza, il Vallone del Sabbione. Si procede in discesa percorrendo a mezzacosta le pendici del Monte Pianard fino a raggiungere il Caire di Porcera. Il sentiero continua  entrando nel Vallone Grande che scende dalla Rocca d’Orel e diventa ripido fino al fondo dello stesso da dove, con minor pendenza, diviene strada e, in breve, conduce alla frazione di Trinità di Entracque, sede di un posto tappa.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 07° Tappa Palanfrè – Trinità

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 06° Tappa Limonetto – Palanfrè

Limonetto – Palanfrè Classico percorso di montagna, questa tappa breve ma di medio dislivello, con salita al valico e discesa nella valle successiva. Da Limonetto si imbocca il sentiero che passando per il Ciabot del Pedù e il Pian Madoro raggiunge il Passo di Ciotto Mieu a 2274 metri di quota. Qui si entra nel territorio del Parco Naturale delle Alpi Marittime dove inizia la discesa che costeggia il lago degli Alberghi e scende lungo il torrente della Valle Granda fino all’abitato di Palanfrè dove è situato il Rifugio L’Arbergh per il pernottamento.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 06° Tappa Limonetto – Palanfrè

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 05° Tappa Rifugio Garelli – Limonetto

Tappa lunga e di discreto dislivello, attraversa il Parco del Marguareis per giungere, infine, presso il comprensorio sciistico di Limone Piemonte – Riserva Bianca. Dal Rifugio Garelli ci si muove verso i Laghetti del Marguareis nel Vallone omonimo, si prosegue in discesa fino all’incrocio che porta al Colle del Prel, si raggiunge quest’ultimo e poi il vicino Passo del Duca. Da questa posizione, si può ammirare la caratteristica Conca delle Carsene, nella quale ci si addentra per arrivare alla depressione del Gias dell’Ortica (alpeggio). Si prosegue costeggiando le Rocche della Fascia fino alla Capanna Scentifica Morgantini situata in prossimità della Colla Piana di Malaberga superata la quale si procede per il Colle della Boaria. Qui si incontra la strada ex militare Monesi-Colle di Tenda detta anche Via del Sale e si imbocca un sentiero che, per dorsali, segue lo spartiacque con la Valle Roja e che, costeggiando la citata rotabile, conduce al Colle di Tenda. Questo tratto prevalentemente in cresta e per la gran parte in territorio francese offre notevoli viste sulle valli circostanti e permette di osservare un elevato numero di fortificazioni. Scendendo dal colle per il Vallone di San Lorenzo, al cospetto della Rocca dell’Abisso, si raggiunge rapidamente l’abitato di Limonetto.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 05° Tappa Rifugio Garelli – Limonetto

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 04° Tappa Rifugio Mondovì Havis De Giorgio – Rifugio Garelli

Rifugio Mondovì Havis De Giorgio – Rifugio Garelli Questa tappa, corta e con dislivelli contenuti, si inoltra negli splendidi valloni carsici che scendono dalle cime delle Saline, del Pian Ballaur e del Marguareis. Dal Rifugio Mondovì si parte in salita verso la Porta Biecai che sovrasta l’omonimo lago effimero in quanto appare e scompare in base alla stagione. Si prosegue poi tagliando a mezzacosta l’anfiteatro che si apre a valle del Colle del Pas fino alla Porta Sestrera da cui inizia la discesa verso il Rifugio Garelli. Si entra così nel territorio del Parco Naturale del Marguareis.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 04° Tappa Rifugio Mondovì Havis De Giorgio – Rifugio Garelli

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 03° Tappa Rifugio Mongioie – Rifugio Mondovì Havis De Giorgio

Rifugio Mongioie – Rifugio Mondovì Havis De Giorgio Con questa tappa, breve e di dislivello poco pronunciato, si valica lo spartiacque delle Alpi Liguri passando in mezzo alle elevazioni più pronunciate di questa porzione di montagna. Da Pian Rosso, con andamento a saliscendi e transitando su un ponte sospeso che supera la sorgente delle Vene, si giunge ai Tetti delle Donzelle, a monte della frazione di Carnino, dove inizia la salita vera e propria verso il Passo delle Saline. Siamo nel territorio del Parco Naturale del Marguareis e nella Terra Brigasca, dove si parla un dialetto molto singolare dovuto anche all’antica appartenenza amministrativa con la Val Roja. La salita si insinua lungo le pendici della Cima delle Saline prima della discesa lungo splendidi paesaggi carsici al Rifugio Havis de Giorgio – Mondovì.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 03° Tappa Rifugio Mongioie – Rifugio Mondovì Havis De Giorgio

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 02° Tappa Ormea – Rifugio Mongioie

Ormea – Rifugio Mongioie Tappa abbastanza lunga e con dislivello intermedio. Dall’abitato di Ormea si parte in salita verso il Rifugio Chionea. Si procede dietro l’evidente palazzone sulla piazza lungo l’antico tracciato che raggiungeva la frazione di Chionea, attraversando 5 volte la strada carrozzabile. Segue un tratto in falsopiano che attraversa alcune borgate fino a Chioraira, dove si procede su una strada sterrata che con larghi tornanti porta a Stalle Colletto e quindi su sentiero si sale lungo le pendici del Pizzo d’Ormea fino alla chiesa di san Giovanni Battista. Le difficoltà della giornata sono terminate. Si supera la frazione di Quarzina, dove ha sede il rifugio omonimo, e poi in discesa o in falsopiano si raggiunge l’abitato di Viozene, con alle spalle pareti dolomitiche. Da qui parte l’ultimo tratto di sentiero, in salita, fino al Rifugio Mongioie in località Pian Rosso.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 02° Tappa Ormea – Rifugio Mongioie

Sentiero Italia CAI PIEMONTE 01° Tappa Garessio – Ormea

Garessio – Ormea Prima tappa in territorio piemontese, collega i due centri più importanti dell’Alta Val Tanaro: Garessio e Ormea. Si percorre inizialmente il centro storico di Garessio fino ad una rotonda appena oltre l’antica ferrovia Ceva-Ormea. Si svolta a sinistra e, poco oltre, ancora a sinistra in un sottopasso della ferrovia. Si prosegue poi lungo la pista ciclabile e pedonale, in alcuni tratti asfaltata, in altri sterrata, che corre lungo la riva destra del fiume Tanaro, fino alla borgata Garei di Barchi. Il ponte che attraversava il Tanaro è stato distrutto dall’alluvione dell’ottobre 2020. Occorre procedere su strada asfaltata lungo il Tanaro fino ad una piccola via a destra che si avvicina al fiume e lo supera su un ponte pedonale. Al di là del fiume si prende a destra sulla SS28 fino alla piazzetta della borgata Nasagò da cui parte, a sinistra in salita, il sentiero in direzione di Eca.. Nei pressi della chiesa di San Giacomo si incrocia la Balconata di Ormea. Si procede lungo l’itinerario attraverso le borgate di Vacieu, Carià, Albra, Villaro e Lunghi. Poco prima delle case di Airola inizia il sentiero che, a sinistra e in discesa, porta a Ormea.

View More Sentiero Italia CAI PIEMONTE 01° Tappa Garessio – Ormea