Sentiero Italia CAI Lazio 15 Rifugio Angelo Sebastiani – Leonessa

SI-O15 Alla scoperta delle montagne del Lazio

N.B. Possibile Innevamenti nei periodi invernali – possibilità di bivacco nell’adibità stanza del Santuario Di San Giuseppe a Colle Collato

Rifugio Angelo Sebastiani – Leonessa Lasciato il Rifugio A.Sebastiani (1820m) con il sentiero 404 si sale alla Selletta di Pratorecchia (1875m) per scendere con un tratto di sterrata al bivio dove inizia il sentiero. In prossimità di Sella Jacci si esce sulla curva della sterrata fino a riprendere il sentiero poco dopo e, a mezza costa, traversare la Costa Ghiaiosa e giungere al Rifugio Maiolica (1704m). Traversato il fosso si risale fino alle pendici di M. Piano aggirando il Rifugio Vallebona (1732m) dopo il quale il sentiero percorre a mezza costa le pendici del M. Cambio (fonte di Cambio 1775m) per poi procedere sui pascoli sommitali della Costa Acera, balconata sulla Vallonina, giungendo alla Forca dei Faggi (1727m). A mezza costa si traversa la dorsale Colle Prato Pecoraro – M. Catabio, si scende nella faggeta per uscire in prossimità del Laghetto della Croce (1585m), poco oltre il quale ci si immette sulla sterrata per il Santuario di San Giuseppe sul Colle la Croce (1626m). Da qui sul ripido antico sentiero della Via Crucis si scende al bivio all’inizio della Vallonina (935m) e risalendo una selciata entrare nella piazza VII Aprile di Leonessa, termine della tappa. NB: Possibile Innevamenti nei periodi invernali – possibilità di bivacco nell’adibita stanza del Santuario Di San Giuseppe a Colle Collato

Informazioni tecniche

  • Distance 17.1 km
  • Departure Rifugio Angelo Sebastiani (1798 m)
  • Arrival Leonessa (991 m)
  • Dislivello + 344 m
  • Dislivello – 1157 m
  • Maximum altitude 1861 m
  • Minimum altitude 946 m

Altimetria in Wikiloc

Fonte @CAI.it

Appia Regina Viarum
5° Tappa

Il primo riferimento storico alla città di Fundi risale al IV secolo a.C., quando essa ricevette, insieme a Formia, la cittadinanza romana senza diritto di voto (civitas sine suffragio: nel 338 a.C. secondo Livio, nel 332-1 secondo Velleio Patercolo). Dopo il fallimento di un tentativo di rivolta guidato da Vitruvio Vacco (330 a.C.), Fondi rimase…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.