Il Danubio: una delle 200 ecoregioni più importanti al mondo

Il Danubio è il fiume più lungo dell’Unione europea.

Dalle sue modeste origini nel cuore della Foresta Nera, prosegue il proprio viaggio di 2 850 km attraversando dieci paesi per gettarsi nel Mar Nero. Lungo la strada incrocia le città storiche di Vienna e Budapest, la grande pianura ungherese e la straordinaria gola delle Porte di Ferro con i suoi dirupi di 500 m di altezza.

Ansa del Danubio

Considerato dal WWF una delle 200 regioni ecologiche più importanti al mondo, il Danubio e i suoi affluenti ospitano un’ampia varietà di habitat, dalle vaste e impenetrabili foreste e praterie alluvionali alle tranquille anse e acque retrostanti, senza dimenticare i laghi poco profondi, le paludi, le rive di ghiaia e le isole fluviali.

Non a caso la vita naturale presente qui è straordinariamente ricca: ad oggi sono state registrate oltre 2 000 specie vegetali e 5 000 specie animali e molte altre vengono ancora scoperte. Tra queste figurano più di 100 specie di pesci come lo storione ladano Huso huso oltre a molti mammiferi rari quali il castoro Castor fiber o il visone europeo Mustela lutreola, e uccelli tipo l’aquila di mare Haliaeetus albicilla, la cicogna nera Ciconia nigra, il pellicano Pelecanus onocrotalus e la splendida sgarza ciuffetto Ardeola ralloides.

Anche gli insetti sono presenti in abbondanza e includono alcuni endemismi quali la farfalla Colias myrmidone. Alla fine del suo lungo viaggio attraverso l’Europa, il Danubio si trasforma in un ampio e impenetrabile delta che si estende in tutte le direzioni per centinaia di chilometri sulla costa del Mar Nero.

Moltissimi uccelli di palude si riversano in questa zona per svernare e riprodursi, trasformandola in una delle zone umide più importanti in Europa e al mondo.

FONTE @NATURA 2000 – Proteggere la biodiversità in Europa

Sentiero Italia CAI LIGURIA 03° Tappa Passo Cento Croci – Colla Craiolo

Passo Cento Croci – Colla Craiolo Una tappa di lunghezza di dislivello medi che segue ancora il confine regionale con l’Emilia Romagna. Il percorso è ancora caratterizzato dai numerosi saliscendi ma sempre con andamento prevalentemente in discesa dominando dall’alto l’ampio bacino di raccolta delle acque che scorrono verso valle alimentando il fiume Vara. Dopo il…

Leggi di +

Salice bianco, Salix Alba

Il Salice bianco è una specie diffusa in Europa, Asia occidentale e Nordafrica. Il suo habitat tipico è quello dei suoli alluvionali, si trova facilmente nei boschi che crescono lungo i grandi fiumi ed è comune nei luoghi umidi e lungo i corsi d’acqua fino a 1000 metri di altitudine in tutta Europa.

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *