Fusillo furitano PAT Campania

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Campania

ò Fusillo furitano, ò Riccio furitano

I “ricci” o “riccioli”, anche detti “fusilli furitani”, quando sono più lunghi, sono una specialità della costiera Amalfitana e di Minori, nel salernitano. è un tipo di pasta di forma cilindrica avvolta a spirale, di lunghezza compresa tra gli 8 ed i 13 cm. Si ottiene da un impasto di farina di semola di grano duro, acqua ed un pizzico di sale. Il procedimento di lavorazione prevede l’aggiunta alla farina, disposta a fontana sul tavolo da lavoro, degli altri ingredienti che vengono impastati a lungo ed energicamente.

Si procede, poi ad affusolare la pasta, che, raggiunto lo spessore di circa 0,5 cm, e la lunghezza di circa 16-26 cm, si deve dividere in bastoncini che vanno ulteriormente lavorati con l’aiuto di un ferro tondo finissimo. Il bastoncino di pasta va arrotolato intorno al ferro per più di metà della sua lunghezza, poi, alzando il fuso con il fusillo vicino e prendendo con l’altra mano l’estremità della pasta, si fa girare in maniera rapida fino ad avvolgere la restante pasta attorno al fusillo.

Al termine della lavorazione i fusilli furitani, si adagiano su di un leggero letto di farina di semola di grano duro per evitare che si attacchino tra loro. La produzione del fusillo furitano risulta una tradizione consolidata, almeno centennale, che ha conservato nel tempo la particolare manualità ottenuta dall’esperienza. è un tipo di pasta versatile, di per sé molto saporita, che sposa bene con i sughi di carne, di pesce e crostacei, anche con la semplice salsa di pomodoro fresco.

Oggi i ricci non sono presenti solo sulle tavole delle famiglie che continuano a prepararli secondo l’antica ricetta, ma, sempre prodotti artigianalmente, si possono acquistare nelle botteghe di Minori e nelle zone limitrofe o gustare nei ristoranti del luogo conditi, anche con il ragù di salsicce.

Territorio di produzione

Costiera Amalfitana e di Minori

Mustaccioli PAT Campania

I mustacchi sono i baffi folti e lunghi come li portavano i signori d’altri tempi: i mustaccioli, deliziosi dolci di antichissima tradizione che troviamo citati in numerose opere letterarie e teatrali partenopee, si chiamano così proprio perchè ricordano dei baffi, a causa della loro forma romboidale. I mustaccioli si preparano in tutta la Campania nel…

Continua a leggere

Pagnotta di Santa Chiara PAT Campania

Anticamente la festa di Santa Chiara veniva celebrata a Napoli con la preparazione di una sorta di pizza detta, in onore della Santa, “pagnotta di Santa Chiara”. La pagnotta è una sorta di fagottino preparato con farina, patate schiacciate, lievito, strutto e pepe impastati a mano che deve lievitare per circa due ore. A parte…

Continua a leggere

Pasticcio caggianese PAT Campania

La tradizione locale fa risalire la ricetta del primo pasticcio caggianese risale ad un gruppo di massaie che, all’inizio del XIX secolo, partirono da Caggiano per prestare servizio a Palazzo Reale a Napoli. Le abili cuoche avrebbero “rubato” quella che in origine doveva essere una ricetta francese (tipo quiche lorraine). Trapiantata a Caggiano, la torta…

Continua a leggere

Diventa anche tu ViVi Greeners Conosci il Fusillo furitano prodotto campano?
Aiutaci nel nostro progetto, se hai curiosità, immagini o vuoi aggiungere una descrizione del prodotto. SCRIVICI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.