Carne “fumada” di Siror PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del Trentino

STORIA
Per la conservabilità della carne, i contadini crearono la carne fumada, nata dall’evoluzione della carne salda alla quale viene aggiunta un periodo di stagionatura.

QUALITÀ
Viene ricavata la parte del girello, quest’ultimo estratto dalla coscia disossata del manzo.

PROCESSO DI PRODUZIONE
Il girello estratto dalla coscia del manzo disossata, viene inserito in una rete alimentare, tipo quella dell’arrosto, viene cosparsa di i un composto di pepe, sale, alloro, ginepro e rosmarino ed eventuali spezie naturali, per una durata di circa 15 giorni. Il girello viene più volte girato nel composto, affinché la salatura sia omogenea per tutto il pezzo. Il pezzo di manzo, viene asciugato in locale apposito, di seguito affumicati in forno con segatura di legno latifoglie con un aggiunta di pezzetti di rami di ginepro che donano alla carne il caratteristico profumo e sapore. Di seguito viene posta nei locali adibiti per la stagionatura, per una durata di circa un mese. A fine di tale processo la carne fumada è pronta per essere consumata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.