Cacio di Nonno Nino di Montelto di Castro PAT Lazio

Prodotto Agroalimentare Tradizionale del LAZIO

Il cacio di nonno nino è un pecorino che viene prodotto con il latte raccolto presso un’unica stalla selezionata in base alla qualità del latte, alle condizioni igieniche della stalla e al tipo di alimentazione e alla salute del bestiame, in modo da garantire la qualità del prodotto finale.

La stagionatura minima di 60 gg è il tempo minimo per rendere inattivi i microorganismi dannosi. La lavorazione è a crudo, cioè il latte viene lavorato appena munto, senza pastorizzare il latte al fine di conservare tutte le proprietà organolettiche e sensoriali del latte di pecora. Si trasferiscono così al formaggio le caratteristiche gustative e aromatiche uniche e inconfondibili.

La pasta è granulosa, molto occhiata dal colore non omogeneo che va dal giallo paglierino al dorato. Il gusto è ricco, deciso, pizzichino, dagli aromi che cambiano in base alle stagioni e all’alimentazione delle pecore.

Territorio di Produzione

Montalto di Castro (VT)

Caciotta della Sabina semplice e alle erbe PAT Lazio

La caciotta della Sabina è un Tipico formaggio reatino la cui preparazione anticamente avveniva direttamente presso gli stazzi ubicati in alta quota. L’uso dei pascoli montani e la tecnica di trasformazione tradizionale, fanno sì che l’attuale Caciotta della Sabina conservi ancora le antiche caratteristiche di prodotto della transumanza.

Continua a leggere

Susianella PAT Lazio

È un insaccato tradizionale della città di Viterbo. Il nome di questo salume sembrerebbe suggerito dalla sua forma (come una larga ciambella), per analogia con le ciambelle tipiche napoletane, i Susamielli, citati nei testi del Latini (1694) e dell’Agnoletti (1803). La preferenza per le frattaglie rispetto ai pezzi di carne scelta, risale agli albori della…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.