Sentiero Italia CAI Lombardia D32N Malghera

Malghera – Rifugio Federico in Dosdè Una tappa piuttosto lunga con dislivello complessivamente elevato porta il Sentiero Italia in alta Valtellina nell’incantata Val Viola. Poco dopo aver lasciato il Rifugio Malghera il sentiero procede in ripida salita passando dal Bivacco Pian del Lago e proseguendo fino al Passo di Vermolera a 2732 metri di quota. Segue una ripida discesa fino ai Laghi di Tres dove si ricomincia a salire passando dal Lago Nero fino alla Capanna Dosde’ a 2824 metri sul livello del mare. La seconda ripida discesa di giornata porta velocemente nel fondo dell’omonima valle dove oltrepassato un piccolo ponticello si giunge all’accogliente Rifugio Federico In Dosde’.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D32N Malghera

Insalata rustica PAT Emilia Romagna

Piatto a base di peperoni, cipolla, pomodori. Per il condimento: olio, burro, sale, acqua. In una padella di rame si fa appassire una cipolla tagliata sottile con olio e burro, si aggiunge il peperone lavato e tagliato a bastoncini, si aggiungono i pomodori tagliuzzati, si cuoce per circa 20 minuti a coperchio chiuso e mescolare di tanti in tanto.

View More Insalata rustica PAT Emilia Romagna

Sentiero Italia CAI Lombardia D31N Rifugio Schiazzera – Malghera

Rifugio Schiazzera – Malghera Dai versanti che dominano la Valtellina ci si sposta nell’isolata Val Grosina con una tappa di media lunghezza e dislivello ridotto. Dal Rifugio Schiazzera seguendo la Mulattiera Militare della Iͣ Guerra Mondiale si sale al freddissimo Lago Schiazzera sempre seguendo la Mulattiera si prosegue verso est in leggera discesa passando per Alpe Salina, fino ai versanti che si affacciano sulla Val Grosina Occidentale.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D31N Rifugio Schiazzera – Malghera

Imbalsadura, minestra in brodo con piselli, pancetta e pomodoro PAT Emilia Romagna

Minestra a base di piselli, legumi, pomodoro, aglio, prezzemolo, pancetta, sale, pepe, brodo di manzo e parmigiano reggiano. Preparare una “pisteda” di cipolla, pancetta, sale e pepe. Fare rosolare indi aggiungere i piselli e fagioli freschi sgusciati. Aggiungere un po’ di burro e 2-3 cucchiaiate di pomodoro fresco o di conserva fatta in casa, ricoprire con acqua calda e far cuocere per un’ora. A parte tritare aglio e prezzemolo aggiungendolo al resto a fine cottura. Riscaldare un buon brodo di manzo e prima di cuocervi i maltagliati, aggiungere alcune cucchiaiate del composto. Cotta la pasta, versarla nei piatti con l’imbalsadura solo al centro. Spolverare di parmigiano reggiano.

View More Imbalsadura, minestra in brodo con piselli, pancetta e pomodoro PAT Emilia Romagna

Fegatelli di maiale PAT Emilia Romagna

Fegato di maiale tagliato a tocchetti, cotto e conservato in barattoli di vetro o terracotta, ricoperto di strutto. Si taglia il fegato a tocchetti, che vengono cosparsi abbondantemente di sale e pepe e avvolti uno ad uno nella rete di maiale (che sarà stata preventivamente tenuta a bagno in acqua fredda per renderla più morbida) in modo da essere completamente ricoperti. Successivamente si preparano degli spiedini infilzando in un rametto di alloro i tocchetti di fegato alternandoli alle foglie di alloro.

View More Fegatelli di maiale PAT Emilia Romagna

2.4.1 Ventilazione naturale e controllo delle finestre

Progettare edifici con orientamenti che massimizzano l’uso della ventilazione naturale è un approccio fondamentale per creare ambienti interni salubri ed efficienti dal punto di vista energetico. Posizionare finestre e aperture in modo strategico aiuta a favorire la circolazione dell’aria e a massimizzare l’ingresso della luce naturale. L’implementazione di sistemi automatici di controllo delle finestre può garantire una ventilazione adeguata e un ambiente confortevole.

View More 2.4.1 Ventilazione naturale e controllo delle finestre

Faraona alla creta PAT Emilia Romagna

Una faraona, burro, sale, pepe, rosmarino, salvia, origano, creta. Dopo aver pulito la faraona, la si unge all’interno, si prepara un letto di creta morbida disponendovi sopra rametti di rosmarino, foglie di salvia e origano in polvere. Dopo aver avvolto la faraona in carta oleata la si copre con la creta e si mette in forno. A cottura terminata si spacca la creta, si toglie la carta e si serve.

View More Faraona alla creta PAT Emilia Romagna

Sentiero Italia CAI Lombardia D30S Temù – Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo

Temù – Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo Si sale l’abitato di Temù fino alle ultime case, dove si imbocca la mulattiera per Villa d’Allegno. Visitata questa frazione si scende a Ponte di Legno con la strada interpoderale chiusa al traffico che giunge direttamente al centro in poco più di 1 km. Risalita la via centrale si prosegue fra le case lungo il fiume Oglio attraversandolo all’altezza di Zoanno, quando la strada che si percorre si immette sulla statale del Passo Gavia. Sulla sterrata che nasce qui, riva sinistra orografica dell’Oglio, inizia l’Alta Via Camuna sulla quale il Sentiero Italia Lombardo si inserisce provenendo dal rifugio Garibaldi attraverso la valle dell’Avio e la Valsozzine. Percorsa la sterrata fino al suo termine, si prosegue su ripido sentiero che raggiunge la strada bianca denominata La Tonalina, che si sviluppa in costa in direzione della Valle di Viso. La si percorre fino a che le indicazioni dell’Alta Via Camuna indicano a destra una pista in salita. Si prosegue su agevole mulattiera militare, salendo infine al rifugio Bozzi dopo un lungo percorso traverso sopra i 2000 metri. Nei pressi del rifugio merita una visita il Museo della Guerra Bianca.

View More Sentiero Italia CAI Lombardia D30S Temù – Rifugio Angelino Bozzi al Montozzo