Visitare i 30 borghi tra i più belli del Veneto

Il Veneto, una regione nel nord-est dell’Italia, è rinomata per la sua bellezza paesaggistica e i suoi borghi affascinanti. Questi borghi offrono una varietà di esperienze, dalle bellezze naturali alle opere architettoniche storiche, rendendo il Veneto una regione ricca di fascino e cultura.

1- Arquà Petrarca (Padova)

Arquà Petrarca è un affascinante borgo situato nel Veneto, nel nord-est dell’Italia. Si trova nella provincia di Padova, nella regione del Veneto. È posizionato sui Colli Euganei, una catena collinare vulcanica nota per la sua bellezza paesaggistica. Arquà Petrarca è un luogo che attrae gli amanti della storia e della poesia offrendo un’esperienza autentica immersa nella ricca eredità culturale italiana.

Storia e Cultura: Il borgo è famoso per essere stato la dimora dell’illustre poeta italiano Francesco Petrarca nel XIV secolo. Petrarca trascorse gli ultimi anni della sua vita ad Arquà, dove morì nel 1374. La casa in cui visse è ora un museo dedicato al poeta.

Caratteristiche Architettoniche: Arquà Petrarca conserva un fascino medievale con le sue strade lastricate e le case in pietra. Il centro storico è caratterizzato da edifici ben conservati e piazze tranquille. Il Castello di Arquà Petrarca domina il paesaggio e offre viste panoramiche sulla campagna circostante.

Punti di Interesse:

  • Casa del Petrarca: La casa in cui visse Francesco Petrarca è diventata un museo che ospita manoscritti, documenti e oggetti legati al poeta.
  • Chiesa di Santa Maria Assunta: Una chiesa romanica con affreschi e opere d’arte, situata nel cuore del borgo.
  • Il Pozzo del Petrarca: Un pozzo medievale che si dice sia stato costruito per volontà dello stesso Petrarca.
  • Palazzo Contarini, in stile Gotico veneziano
  • Loggia dei Vicari
  • Oratorio della Santissima Trinità.

Eventi e Tradizioni: Il borgo di Arquà Petrarca ospita eventi culturali e folcloristici durante l’anno. La festa di San Marco, ad esempio, è celebrata con una processione e altre manifestazioni tradizionali.

Ambiente Naturale: Gli splendidi Colli Euganei circostanti offrono opportunità per escursioni a piedi e in bicicletta, permettendo ai visitatori di godere della natura incontaminata.

Enogastronomia: La zona è rinomata anche per la produzione di vini, in particolare il vino dei Colli Euganei. I visitatori possono degustare vini locali e assaporare la cucina tradizionale veneta nei ristoranti del borgo.


2- Asolo (Treviso)

Asolo è un affascinante borgo situato nella provincia di Treviso, nella regione del Veneto, nel nord-est dell’Italia, si trova nella parte settentrionale della provincia di Treviso, ai piedi delle Prealpi venete. È situato in una posizione collinare, offrendo viste panoramiche sulla pianura circostante. Definita da Giosuè Carducci “la città dai cento orizzonti”, Asolo sorge in una bellissima posizione panoramica.

Storia e Cultura: Asolo ha una storia ricca e antica, con insediamenti umani che risalgono all’epoca romana. Durante il Rinascimento, Asolo divenne un importante centro culturale e fu frequentato da artisti, poeti e intellettuali. La regina di Cipro, Caterina Cornaro, risiedette ad Asolo nel XV secolo, contribuendo a rendere il borgo un centro rinascimentale.

Caratteristiche Architettoniche: Il centro storico di Asolo è caratterizzato da strette strade lastricate, piazze accoglienti e edifici storici ben conservati. Tra gli edifici più noti c’è il Palazzo della Ragione, un palazzo gotico che domina la piazza principale del borgo.

Punti di Interesse:

  • Il Castello di Asolo: Situato sulla sommità della collina, il castello ospita il Teatro Duse e offre una vista panoramica sulla città e sulla campagna circostante.
  • La Cattedrale di Santa Maria Assunta: Una chiesa con una facciata neoclassica che contiene opere d’arte significative.
  • La Rocca che domina l’abitato dal Monte Ricco, è un’imponente struttura difensiva che oggi ospita mostre e eventi culturali.
  • Palazzo della Ragione: un palazzo gotico che domina la piazza principale del borgo. Esso ospita il Museo Civico
  • Piazza Garibaldi, con la fontana cinquecentesca,
  • Palazzo Beltramini: sede del comune

Eventi e Tradizioni: Asolo ospita vari eventi culturali durante l’anno, tra cui concerti, mostre d’arte e spettacoli teatrali. La passeggiata serale attraverso il borgo è particolarmente suggestiva, con le luci che illuminano le vie medievali.

Ambiente Naturale: La posizione di Asolo, circondata da colline e vigneti, offre opportunità per piacevoli passeggiate e escursioni nella natura.

Enogastronomia: La zona è rinomata per i suoi vini, in particolare il Prosecco e il vino Asolo Prosecco Superiore. I ristoranti locali offrono specialità culinarie tipiche della cucina veneta.


3- Auronzo di Cadore (Belluno)

Affascinante borgo situato nelle Dolomiti, nella provincia di Belluno, nel Veneto, nord-est dell’Italia, nelle Dolomiti orientali, una delle catene montuose più spettacolari e iconiche al mondo. Auronzo di Cadore è una destinazione apprezzata sia per chi cerca avventure in montagna che per coloro che desiderano godersi la tranquillità e la bellezza naturale delle Dolomiti. Con la sua atmosfera accogliente e le numerose attività ricreative, il borgo attira visitatori in ogni stagione.

Ambiente Naturale: Il borgo è circondato da paesaggi mozzafiato, con le Dolomiti che creano uno sfondo spettacolare. La zona è ricca di sentieri escursionistici, laghi alpini e offre opportunità per attività all’aria aperta come trekking, mountain bike e sci in inverno.

Il Lago di Santa Caterina: Auronzo di Cadore è famoso per il suo lago principale, il Lago di Santa Caterina, che si trova a breve distanza dal centro del borgo. Il lago offre un ambiente sereno e è circondato da boschi, creando un luogo ideale per passeggiate tranquille e momenti di relax.

Le Tre Cime di Lavaredo: Auronzo di Cadore è situato nelle vicinanze delle Tre Cime di Lavaredo, uno degli scenari più iconici delle Dolomiti. Queste maestose cime sono una delle attrazioni naturali più celebri e sono meta di escursionisti e alpinisti.

Punti di Interesse:

  • Il Campanile di Val Montanaia: Un campanile isolato situato sul versante nord del Monte Duranno, noto per la sua posizione suggestiva.
  • Chiesa Parrocchiale di Sant’Antonio Abate: Una chiesa che risale al XV secolo, con affreschi e opere d’arte di valore storico e artistico.
  • Museo Palazzo Corte Metto: Il museo ospita una collezione di oggetti e testimonianze della cultura e della storia locale.

Attività Ricreative: Auronzo di Cadore offre numerose opportunità per gli amanti delle attività all’aria aperta, comprese escursioni, arrampicate, ciclismo e sport acquatici sul lago.

Eventi Tradizionali: Il borgo celebra diverse tradizioni locali durante l’anno, con eventi culturali, sagre e manifestazioni legate alla ricca storia della comunità montana.

Enogastronomia: La cucina locale riflette la tradizione montana, con piatti a base di prodotti tipici della zona. La gastronomia comprende specialità come formaggi locali, selvaggina e dolci tradizionali.


4- Bardolino Lago di Garda (Verona)

Affascinante borgo situato sulle sponde del Lago di Garda, nella provincia di Verona, nella regione del Veneto, nord-est dell’Italia. Bardolino è situato sulla sponda orientale del Lago di Garda, una delle località più rinomate e frequentate del lago. La sua posizione offre viste panoramiche sul lago e sulle montagne circostanti. destinazione apprezzata sia dai turisti che cercano relax sulle sponde del lago che dai cultori del vino interessati a scoprire le tradizioni vinicole della regione. Con la sua atmosfera accogliente e la varietà di attività offerte, Bardolino è una meta affascinante in qualsiasi stagione.

Enogastronomia: La zona è celebre per la produzione di vino Bardolino, un vino rosso leggero e fruttato. Le colline circostanti sono coltivate a vigneti, e i visitatori possono assaporare e acquistare vini locali nelle cantine del borgo. Oltre al vino, Bardolino offre una varietà di piatti della cucina locale, tra cui pesce di lago, olio d’oliva extravergine e specialità a base di prodotti locali.

Il Centro Storico: Il centro storico di Bardolino è caratterizzato da strette vie lastricate, piazze accoglienti e edifici colorati. La Piazza Matteotti è il cuore del borgo, circondata da caffè, ristoranti e negozi. La Chiesa di San Severo, con la sua facciata romanica, è una delle principali attrazioni.

Il Lungolago: Bardolino offre un lungolago pittoresco, lungo il quale si possono fare rilassanti passeggiate, godendo delle viste sul lago e delle barche ormeggiate. Numerosi caffè e gelaterie lungo il lungolago offrono un luogo ideale per rilassarsi e ammirare il panorama.

Eventi e Tradizioni: Il borgo di Bardolino è animato da eventi durante tutto l’anno. La Festa dell’Uva e del Vino, che si tiene a settembre, è una celebrazione delle tradizioni vinicole del luogo, con degustazioni di vino, eventi culturali e sfilate.

Attività Ricreative: Oltre a godere delle bellezze del lago, Bardolino offre opportunità per attività all’aperto come passeggiate in bicicletta lungo le piste ciclabili, sport acquatici e escursioni nelle colline circostanti. Spiagge e Relax: Le spiagge attrezzate sulle sponde del lago offrono un luogo ideale per rilassarsi, prendere il sole e godere delle acque cristalline del Lago di Garda.


5- Bassano del Grappa (Vicenza)

Borgo situato nella provincia di Vicenza, nella regione del Veneto, nord-est dell’Italia. Bassano del Grappa sorge lungo il fiume Brenta, ai piedi delle Prealpi venete. Il borgo si trova a pochi chilometri a nord di Vicenza e a ovest di Treviso. È un luogo che coniuga la storia, l’arte, la cultura e la bellezza paesaggistica, attirando visitatori con il suo fascino autentico e la sua atmosfera accogliente.

Il Ponte degli Alpini: Il simbolo più noto di Bassano del Grappa è il famoso Ponte degli Alpini, un ponte coperto in legno che attraversa il fiume Brenta. Costruito sul progetto del Palladio nel 1569, il ponte ha subito diverse ricostruzioni nel corso dei secoli ed è un’icona del borgo. Offre una vista panoramica sulla città e sulle montagne circostanti.

Il Centro Storico: Il cuore di Bassano del Grappa è il suo affascinante centro storico con le vie arricchite da opere di autori tra cui Canova, Jacopo Da Ponte e ovviamente il Palladio, caratterizzato da strade acciottolate, piazze vivaci e edifici storici ben conservati tra cui la Loggia del Potestà, il Museo Civico, il più antico della regione, il duomo e la torre Civica. La Piazza Garibaldi è una delle principali piazze del borgo, circondata da caffè e ristoranti, e spesso animata da eventi culturali. Da non perdere una visita al Museo degli Alpini

La Rocca: La Rocca, una fortezza medievale situata sulla collina di fronte al Ponte degli Alpini, offre una vista spettacolare sulla città e sulla campagna circostante. Oggi ospita il Museo Civico e mostre temporanee.

Grappa e Distillerie: Bassano del Grappa è rinomata per la produzione di grappa, un famoso liquore italiano. Le distillerie locali offrono visite guidate e degustazioni per permettere ai visitatori di conoscere il processo di produzione della grappa e assaporare diverse varietà.

Eventi e Tradizioni: Il borgo è animato da eventi durante tutto l’anno. Tra gli eventi più noti c’è la Festa degli Asparagi, che celebra questo prodotto locale, e il Palio degli Zingari, una competizione di tiro con l’arco ispirata alle antiche tradizioni medievali.

Arte e Cultura: Bassano del Grappa è stata patria di artisti e pittori, tra cui Jacopo da Ponte, noto come Jacopo Bassano. Il borgo ospita diverse gallerie d’arte e musei che testimoniano la ricca tradizione artistica della zona.

Attività Ricreative: La posizione vicino alle Prealpi rende Bassano del Grappa un luogo ideale per escursioni, trekking e attività all’aperto. Le colline circostanti offrono itinerari panoramici e la possibilità di esplorare la bellezza naturale della regione.


6 – Borghetto del Mincio (Verona)

Borgo situato in Veneto, nella provincia di Verona, a pochi chilometri a sud-est del Lago di Garda, nel nord Italia. Si trova lungo il fiume Mincio, nella pianura padana. La sua posizione strategica e pittoresca lo rende parte integrante della Riserva Naturale del Mincio, un’area protetta che si estende lungo il corso del fiume. Borghetto del Mincio è un gioiello nascosto che incanta i visitatori con il suo fascino medievale, la sua bellezza naturale e la sua atmosfera tranquilla. La combinazione di storia, paesaggio e gastronomia rende questo borgo un luogo imperdibile per coloro che desiderano scoprire la bellezza autentica dell’Italia.

Il Ponte Visconteo: Uno dei simboli più noti di Borghetto è il Ponte Visconteo, un antico ponte in pietra che attraversa il Mincio. Costruito nel XIV secolo, il ponte aggiunge un tocco di atmosfera medievale al borgo e offre una vista suggestiva sulla cascata del fiume. Mulini ad Acqua: Borghetto è famoso per i suoi mulini ad acqua, che si trovano lungo il corso del Mincio. Questi antichi mulini, costruiti nel Medioevo, furono utilizzati per macinare il grano e svolgono ancora oggi un ruolo pittoresco nel paesaggio del borgo.

Le Grotte di Borghetto: Sotto il Ponte Visconteo, è possibile esplorare delle grotte naturali scavate nel tufo, note come le Grotte di Borghetto. Questi spazi sotterranei aggiungono un elemento misterioso alla visita del borgo.

Gastronomia: Borghetto del Mincio è rinomato per la sua cucina locale. Tra le specialità da provare ci sono i “tortellini di Valeggio”, pasta ripiena tradizionale, e il “tortellino di zucca”, un piatto tipico della zona.

Il Parco Giardino Sigurtà: Nei pressi di Borghetto, si trova il Parco Giardino Sigurtà, uno dei giardini più belli d’Europa. Con una vasta estensione di prati, fiori, specchi d’acqua e percorsi panoramici, il parco offre un’esperienza di relax immersa nella natura.

Eventi e Tradizioni: Borghetto del Mincio ospita vari eventi durante l’anno, tra cui sagre gastronomiche, manifestazioni culturali e mercati tradizionali che celebrano le tradizioni locali.

Attività Ricreative: Il borgo è ideale per passeggiate romantiche lungo il fiume e per esplorare le stradine lastricate del centro storico. La zona offre anche opportunità per cicloturismo lungo le piste ciclabili che seguono il corso del Mincio.


7- Caorle (Venezia)

Caorle è un pittoresco borgo situato nella provincia di Venezia, nel Veneto, nord-est dell’Italia. È situato lungo la costa adriatica, a circa 70 chilometri a est di Venezia. Si trova tra la laguna di Caorle e il mare Adriatico, in una posizione che offre sia il fascino della costa che la tranquillità della laguna.

Spiagge di Caorle: Il borgo è noto per le sue spiagge sabbiose e il mare cristallino. La spiaggia di Caorle è lunga e ben attrezzata, ideale per chi cerca relax al sole e attività balneari. La sabbia dorata e il mare azzurro creano un paesaggio incantevole.

Centro Storico: Il cuore di Caorle è il suo centro storico, caratterizzato da strade lastricate, case colorate e piazze accoglienti. La Cattedrale di Santo Stefano con il suo campanile è una delle principali attrazioni del centro storico. La piazza principale, Piazza Vescovado, è circondata da caffè e ristoranti, offrendo un luogo piacevole per passeggiare e rilassarsi.

Tra i suoi tesori architettonici da ricordare

  • Santuario della Madonna dell’Angelo
  • Il Duomo di Santo Stefano: La Cattedrale di Santo Stefano, conosciuta anche come il Duomo di Caorle, è un esempio di architettura religiosa medievale. La cattedrale ospita opere d’arte e affreschi, contribuendo a preservare la storia e la cultura del borgo.
  • Il Campanile a Pinnacolo: Il campanile di Caorle è uno dei simboli distintivi del borgo. Conosciuto come il “Campanile a Pinnacolo”, è situato vicino alla cattedrale e offre una vista panoramica sulla città e sulle acque circostanti.

Il Porto Peschereccio: Caorle è una località di pescatori, e il Porto Peschereccio è un luogo affascinante per osservare le imbarcazioni da pesca tradizionali e l’attività legata al mare. Da non perdere la passeggiata tra il mare e il centro storico, per proseguire poi verso la foce del fiume Livenza, al di là del quale si trova Porto Santa Margherita, dove sorge una grande darsena.

Gastronomia: La cucina di Caorle riflette la tradizione marinara della città. I ristoranti locali offrono specialità a base di pesce fresco, frutti di mare e piatti tipici della cucina veneta.

Manifestazioni e Eventi: Caorle ospita vari eventi durante l’anno, tra cui la Festa della Madonna dell’Angelo a luglio, una celebrazione religiosa che culmina con una suggestiva processione in mare.


8 – Castelfranco Veneto (Treviso)

Castelfranco Veneto è un affascinante borgo situato nella provincia di Treviso, nel Veneto, Italia, si trova in pianura, a circa 40 chilometri a nord-ovest di Venezia. Il borgo è situato in una posizione strategica, circondato da colline e campagne che contribuiscono alla sua bellezza paesaggistica. Esso coniuga storia, arte e cultura in un contesto affascinante. La sua ricca eredità artistica, la bellezza architettonica e l’atmosfera autentica lo rendono una destinazione che affascina i visitatori in cerca di autenticità nel cuore del Veneto.

Storia e Architettura: Il centro storico di Castelfranco Veneto è cinto da mura medievali ben conservate, risalenti al XII secolo. Il cuore del borgo è la Piazza Giorgione, dedicata al celebre pittore rinascimentale Giorgione, nato proprio a Castelfranco. Al centro della piazza si trova la statua equestre di Giorgione, realizzata dallo scultore Antonio Canova.

Il Duomo: Il Duomo di Castelfranco Veneto, noto anche come Cattedrale di San Liberale, è un imponente edificio religioso risalente al XVI secolo. L’interno ospita opere d’arte di grandi artisti, tra cui il citato Giorgione.

Il Castello: Il Castello di Castelfranco, costruito nel XII secolo, è un altro elemento di grande interesse storico e architettonico. La struttura originaria fu successivamente rimaneggiata nel corso dei secoli e oggi ospita la Pinacoteca e il Museo Civico.

Le Mura e le Torri: Le mura medievali di Castelfranco Veneto conservano ancora le loro torri originali, tra cui la Torre Civica e la Torre dell’Orologio. Queste mura aggiungono un tocco di atmosfera medievale al borgo.

Gastronomia: La cucina di Castelfranco Veneto riflette la tradizione veneta, con piatti che utilizzano ingredienti locali di alta qualità. Nelle trattorie e ristoranti del borgo è possibile assaporare specialità regionali, tra cui risotti, polenta, formaggi e vini locali.

Eventi e Manifestazioni: Il borgo è animato da vari eventi durante l’anno. La Fiera di San Giorgio, a fine aprile, è una tradizionale manifestazione con bancarelle, spettacoli e festeggiamenti. Inoltre, la festa medievale “Giorgione e il Trionfo della Morte” trasporta i visitatori indietro nel tempo.

Attività Ricreative: La zona intorno a Castelfranco Veneto offre opportunità per escursioni e attività all’aperto, grazie alla vicinanza delle colline e del fiume Brenta. È possibile esplorare la campagna circostante attraverso sentieri e percorsi ciclabili.


9 – Chioggia: la Piccola Venezia nel Cuore del Mare Adriatico

Chioggia, spesso definita la “piccola Venezia,” è una pittoresca località marittima situata nel cuore del mare Adriatico, al termine della laguna di Venezia. Con i suoi canali affascinanti, i ponti caratteristici e la ricca tradizione di pesca, Chioggia offre un’esperienza autentica, affascinante e unica nel panorama italiano. Con la sua atmosfera autentica e la sua ricca storia di pesca, è un gioiello nascosto nel panorama turistico italiano. Per coloro che desiderano vivere l’autentica vita di mare, esplorare canali tranquilli e assaporare prelibatezze locali, Chioggia offre un’esperienza indimenticabile nel cuore del mare Adriatico. Con la sua “piccola Venezia,” Chioggia cattura il cuore di chi la visita, regalando ricordi di una vita marittima autentica e affascinante.

La Geografia di Chioggia: Chioggia è un comune situato nella provincia di Venezia, nel Veneto, e si trova sulla parte meridionale della laguna di Venezia. Conosciuta anche come la “piccola Venezia” o “Città della Pesca,” Chioggia è collegata a Venezia da una strada pedonale e da un servizio di trasporto pubblico via mare. La sua posizione costiera la rende una destinazione ideale per chi cerca il fascino della vita marittima senza l’affollamento della vicina Venezia.

I Canali e i Ponti di Chioggia: Uno degli elementi distintivi di Chioggia è la sua rete di canali, che si snodano attraverso il centro storico. I canali sono attraversati da numerosi ponti, ognuno con la propria storia e personalità. Passeggiare lungo i canali e attraversare i ponti offre una prospettiva unica sulla vita quotidiana di Chioggia.

Il Mercato del Pesce: Chioggia è famosa per il suo mercato del pesce, uno dei più importanti del Mar Adriatico. Il mercato è un affollato susseguirsi di colori e suoni, con pescatori che vendono il pescato fresco del giorno. I visitatori possono assaporare la vera essenza della vita di mare e immergersi nella tradizione della pesca che ha radici profonde in questa comunità.

Il Duomo di Chioggia: Al centro del borgo si erge il Duomo di Santa Maria Assunta, un imponente edificio religioso risalente al XIV secolo. La sua facciata gotica e gli interni decorati sono testimonianza della ricca storia religiosa di Chioggia.

L’Isola di Pellestrina: Chioggia è collegata all’isola di Pellestrina da un lungo ponte. Quest’isola è famosa per le sue spiagge dorate, le pittoresche case colorate e l’atmosfera rilassata. Gli amanti della natura possono esplorare la riserva naturale dell’Isola di Pellestrina, che offre una ricca varietà di flora e fauna.

Gastronomia Tradizionale: La cucina di Chioggia è fortemente influenzata dalla sua posizione sul mare. I ristoranti locali offrono piatti a base di pesce fresco, frutti di mare e specialità locali come la “sarde in saor” e la “baccalà alla vicentina.”

Eventi e Tradizioni: Chioggia ospita vari eventi durante l’anno, tra cui la celebrazione del Carnevale, con sfilate di maschere e festeggiamenti in stile veneziano. La Festa della Madonna dell’Angelo è un’altra tradizionale festa marittima che coinvolge la comunità locale e i visitatori.


10 – Cison di Valmarino (Treviso)

Cison di Valmarino è un affascinante borgo situato nel cuore delle colline del Prosecco, nella provincia di Treviso, Veneto, Italia. Situato nella regione del Veneto, nella provincia di Treviso. Si trova nella zona nord-orientale dell’Italia, a breve distanza dalle Dolomiti e vicino alla città di Conegliano, famosa per il suo vino Prosecco. è un luogo che incanta i visitatori con la sua atmosfera autentica, la storia intrisa nelle pietre delle sue vie e la bellezza naturale delle colline del Prosecco. Un’esperienza nella tranquillità e nell’eleganza di questo borgo è un viaggio nel tempo e nella cultura veneta.

Storia e Atmosfera Medievale: in epoca medievale fu antico centro politico e amministrativo della contea di Valmareno. Il borgo conserva un’atmosfera medievale con le sue strade lastricate, le case in pietra e le piazze pittoresche. Il castello di Cison, che risale al XIII secolo, domina il borgo e contribuisce al fascino storico. Cuore del centro storico è piazza Roma, sulla quale si affacciano palazzo Barbi, sede del comune, la chiesa arcipretale di Santa Maria Assunta, il teatro la Loggia e il Museo della radio d’Epoca.

Viticoltura e Prosecco: La zona circostante Cison di Valmarino è rinomata per la produzione del famoso vino Prosecco. I vigneti che si estendono sulle colline offrono uno spettacolo mozzafiato e sono parte integrante dell’identità di questa regione.

Villa Brandolini: Una delle attrazioni principali di Cison di Valmarino è Villa Brandolini. Questa sontuosa villa del XVII secolo, circondata da giardini e parchi, è un esempio di architettura palladiana. il borgo è meta per appassionati di passeggiate, tra cui la Via dei Mulini, itinerario tra vecchi lavatoi, canalette e antichi mulini.

Arte e Artigianato: Il borgo è noto anche per il suo impegno nell’arte e nell’artigianato. Gli atelier e le botteghe artigiane presenti nel borgo mostrano la creatività e l’eccellenza artigianale locale. Una visita meritano le Antiche Cantine Brandolini, in origine scuderie poi riconvertite per la conservazione di prodotti agricoli.

Il Molinetto della Croda: Nei dintorni di Cison di Valmarino, è possibile visitare il Molinetto della Croda, un antico mulino ad acqua risalente al XVII secolo. Questo mulino, incastonato tra le rocce e il verde circostante, è una testimonianza dell’antica tradizione molitoria della zona.

Eventi e Manifestazioni: Il borgo è animato da vari eventi durante l’anno. La manifestazione “Cison di Valmarino in Fiore” è una celebrazione della primavera con fiori e colori che decorano il borgo.

Escursioni e Attività all’Aperto: La posizione di Cison di Valmarino, circondato da colline e vigneti, offre opportunità per escursioni a piedi e in bicicletta, permettendo ai visitatori di godere della bellezza naturale della regione.

Enogastronomia: La cucina di Cison di Valmarino riflette la ricchezza della tradizione veneta, con prodotti locali di alta qualità. I ristoranti del borgo offrono piatti tipici accompagnati dai rinomati vini della zona.


11 – Cittadella: Un’Antica Fortezza tra Storia e Fascino

Nel cuore della regione Veneto, sorge Cittadella, un borgo incantevole e maestoso, famoso per la sua imponente cinta muraria medievale che racchiude tesori storici, architettonici e culturali. Con le sue torri imponenti, le piazze accoglienti e il fascino di un passato ricco di storia, Cittadella attira visitatori desiderosi di esplorare la sua autenticità e di immergersi nell’atmosfera unica di questo gioiello veneto.

Localizzazione e Paesaggio: Cittadella si trova nella provincia di Padova, nel nord-est dell’Italia. Raggiungibile facilmente da città come Venezia e Padova, il borgo si erge nella pianura veneta, circondato da campi fertili e colline lontane.

Le Mura Medievali: La caratteristica distintiva di Cittadella è la sua imponente cinta muraria medievale, un esempio superbo di architettura difensiva. Costruite nel XIV secolo, le mura sono ancora oggi perfettamente conservate e circondano l’intero centro storico. Camminare lungo le mura permette di ammirare la città da una prospettiva unica e godere di panorami mozzafiato sulla campagna circostante.

Piazza della Repubblica: Al centro del borgo si trova Piazza della Repubblica, una piazza ampia e maestosa che funge da cuore pulsante di Cittadella. Circondata da edifici storici, caffè e negozi, la piazza è il luogo perfetto per passeggiare, rilassarsi e assaporare l’atmosfera vibrante della vita cittadina.

Il Duomo di Cittadella: Dominante su Piazza della Repubblica si erge il Duomo di Cittadella, dedicato a San Donato. La chiesa, risalente al XIII secolo, è un esempio di architettura gotica, con affreschi e opere d’arte che narrano la storia religiosa della comunità.

Torre di Malta: Una delle torri più imponenti delle mura di Cittadella è la Torre di Malta. Salendo sulla torre, i visitatori sono premiati con una vista spettacolare sulla città e sulle campagne circostanti. La torre fungeva da punto di avvistamento strategico durante il periodo medievale.

Il Teatro Sociale: Cittadella vanta anche un Teatro Sociale, un gioiello architettonico costruito nel XIX secolo. Ancora oggi, il teatro ospita spettacoli, concerti e eventi culturali, aggiungendo una dimensione artistica alla vita della città.

Eventi Medievali: Cittadella è famosa per gli eventi legati al Medioevo, che trasportano visitatori e residenti indietro nel tempo. La “Giostra della Quintana,” una rievocazione storica equestre, è uno degli eventi più attesi che celebra l’eredità medievale di Cittadella.

Cucina Locale: I ristoranti e le osterie di Cittadella offrono la possibilità di gustare la cucina locale veneta. Piatti tradizionali preparati con ingredienti freschi della regione, come risotto, polenta, e specialità a base di carne, deliziano i palati dei visitatori.


12 – Cortina D’Ampezzo (Belluno)

Cortina d’Ampezzo è una rinomata località turistica situata nelle Dolomiti, nel Veneto, nord-est dell’Italia è collocata nel cuore delle Dolomiti, una catena montuosa che fa parte delle Alpi Orientali. Si trova nella provincia di Belluno, nella regione del Veneto. La sua posizione ne fa una destinazione privilegiata sia in inverno che in estate. Cortina d’Ampezzo è una destinazione che attrae visitatori per la sua bellezza naturale, le opportunità di sport invernali e la raffinata atmosfera alpina. Sia che siate appassionati di sci o amanti della natura, Cortina offre un’esperienza indimenticabile in ogni stagione.

Montagne e Paesaggio: Circondata da alcune delle cime più iconiche delle Dolomiti, Cortina è celebre per il suo spettacolare paesaggio montano. Le Tre Cime di Lavaredo, il Monte Cristallo e il Tofane sono solo alcune delle cime maestose visibili dalla località.

Sci e Attività Invernali: Cortina d’Ampezzo è una delle località sciistiche più prestigiose al mondo. Offre una vasta rete di piste da sci adatte a tutti i livelli, da principianti a esperti. La località è parte del comprensorio sciistico Dolomiti Superski, uno dei più estesi al mondo. Oltre allo sci, è possibile praticare snowboard, sci di fondo e altre attività invernali.

Escursioni Estive: Durante la stagione estiva, Cortina d’Ampezzo offre un ambiente ideale per escursioni, trekking e alpinismo. I sentieri attraversano boschi, pascoli alpini e offrono viste spettacolari sulle montagne circostanti.

Corso Italia e Shopping: Il centro di Cortina è caratterizzato da Corso Italia, una strada pedonale elegante e affollata con boutique di lusso, negozi di moda, caffè e ristoranti. È il luogo ideale per passeggiare, fare shopping e gustare la cucina locale.

Architettura e Cultura: Cortina d’Ampezzo presenta un mix affascinante di architettura alpina tradizionale e design moderno. La chiesa parrocchiale di Cortina, dedicata a San Filippo e Giacomo, è una notevole testimonianza del patrimonio religioso della località, costruita tra il 1769 e il 1775, mentre tra quelle civili c’è il “Comun Vècio”, il municipio vecchio

Eventi e Manifestazioni: Cortina ospita diversi eventi e manifestazioni durante tutto l’anno. Tra questi, la Coppa del Mondo di sci alpino, che attira atleti di fama internazionale e appassionati di sport invernali.

Lago di Misurina: Nei pressi di Cortina si trova il Lago di Misurina, un lago alpino incantevole che offre un panorama straordinario sulle montagne circostanti.

Gastronomia: La cucina di Cortina d’Ampezzo riflette la tradizione alpina con piatti robusti e saporiti. Gli agriturismi locali offrono l’opportunità di assaporare prodotti caseari, carne di qualità e specialità regionali.


13 – Este (Padova)

Este è un affascinante borgo situato nella provincia di Padova, nel Veneto, Italia. Este si trova nella parte meridionale della provincia di Padova, nella pianura veneta. È situato a circa 30 chilometri a sud di Padova e a circa 50 chilometri a ovest di Venezia, essa è un luogo che attrae con la sua storia affascinante, la bellezza del suo patrimonio architettonico e la tranquilla atmosfera del suo centro storico. La sua posizione nella regione veneta lo rende anche una base ideale per esplorare le bellezze culturali e paesaggistiche circostanti.

Storia e Patrimonio: Este vanta una storia antica che risale all’epoca romana, colonia fondata intorno alla metà dell’XI secolo, oggi è particolarmente nota per il periodo medievale e rinascimentale. Il borgo è dominato dal Castello Carrarese, una fortezza costruita nel XIV secolo dalla famiglia Carrara. Dell’imponente fortezza medievale, costruita dagli Estensi e ampliata dai Carraresi, rimane solo la cinta muraria. Este è ancor oggi uno tra i centri murati più belli del Veneto ed il suo castello è oggi sede di mostre e eventi culturali.

Il Duomo di Este: Il Duomo di Santa Tecla è la principale chiesa di Este. Costruito nel XII secolo in stile romanico, il duomo presenta anche elementi gotici e rinascimentali. L’interno ospita opere d’arte di notevole valore storico e artistico tra cui la grandiosa pala del Tiepolo. Merita una visita anche la basilica di Santa Maria delle Grazie 

Il Centro Storico: Este conserva un affascinante centro storico con strette vie lastricate, piazze accoglienti e edifici storici. Camminare per le vie del borgo permette di scoprire angoli suggestivi e di immergersi nella sua atmosfera autentica.

Giardino di Villa Contarini: Nei pressi di Este si trova la Villa Contarini, una sontuosa villa veneta del XVI secolo, circondata da un vasto parco e giardini. La villa e il suo ambiente verde offrono un luogo ideale per passeggiate e momenti di relax.

Museo Nazionale Atestino: Il Museo Nazionale Atestino è dedicato alla storia antica di Este e ospita una vasta collezione di reperti archeologici, tra cui manufatti romani, oggetti in vetro e ceramiche.

Eventi e Tradizioni: Este ospita vari eventi durante l’anno, tra cui manifestazioni culturali, festival e sagre. La festa di San Martino, celebrata a novembre, è una delle tradizioni più radicate nel borgo.

Cultura Enogastronomica: La cucina di Este riflette la tradizione veneta, con piatti che utilizzano ingredienti locali di alta qualità. La zona è anche rinomata per i suoi vini, tra cui il vino dei Colli Euganei.

Attività Ricreative: La campagna circostante offre opportunità per escursioni a piedi e in bicicletta. I Colli Euganei, una catena collinare vulcanica nelle vicinanze, sono ideali per chi ama la natura e il trekking.


14 – Feltre (Belluno)

Feltre è un affascinante borgo situato nella provincia di Belluno, nella regione del Veneto, Italia. Feltre è situato nel cuore delle Prealpi venete, a nord-ovest di Belluno. La sua posizione tra le montagne e la vicinanza al Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi rendono Feltre un borgo che incanta i visitatori con la sua storia ricca, l’architettura medievale e la bellezza naturale delle montagne circostanti. La sua atmosfera autentica e la sua posizione strategica la rendono una destinazione affascinante nel cuore delle Prealpi venete, luogo ideale per gli amanti della natura e degli sport all’aria aperta.

Storia e Patrimonio: Feltre ha una storia che risale all’epoca romana, ma è stata particolarmente influenzata dal periodo medievale. Il suo centro storico è dominato dal Castello di Alboino, costruito nel IX secolo. Il borgo conserva ancora molti edifici medievali, chiese e torri che contribuiscono al suo fascino storico.

Il Centro Storico: Il centro storico di Feltre è caratterizzato da strade lastricate, piazze pittoresche e edifici cinquecenteschi ben conservati che attestano al dominazione Veneziana dell’epoca. La Piazza Maggiore è il cuore del borgo, circondata da palazzi medievali e dalla Cattedrale di San Pietro. Facciate ricche di affreschi e bifore regalano al borgo un fascino particolare.

Il Palazzo della Ragione: Il Palazzo della Ragione, situato nella Piazza Maggiore, è un edificio storico che risale al XIII secolo, ed ospita il vecchio teatro de la Sena, dove mosse i primi passi il celebre commediografo Carlo Goldoni.

Il Duomo di San Pietro: Il Duomo di San Pietro è una maestosa chiesa che risale al XIII secolo e rappresenta uno dei principali luoghi di culto di Feltre. L’interno della chiesa ospita opere d’arte e affreschi di notevole importanza artistica.

Il Teatro de la Sena: Il Teatro de la Sena è un teatro del XVIII secolo che ancora oggi ospita spettacoli e manifestazioni culturali. La sua elegante architettura lo rende un luogo suggestivo per gli amanti del teatro e dell’arte.

Una visita meritano la torre del castello di Alboino, e la Galleria d’Arte Moderna “Carlo Rizzarda”, museo dei ferri battuti e delle arti decorative del primo Novecento.

Eventi e Tradizioni: Feltre è animata da vari eventi durante l’anno. La “Fiera di San Rocco” a metà agosto è una tradizionale fiera che attira visitatori con bancarelle, spettacoli e festeggiamenti.

Attività Ricreative: La posizione di Feltre offre opportunità per escursioni e attività all’aperto nelle vicinanze delle Prealpi venete e delle Dolomiti. La zona circostante è ideale per il trekking, il ciclismo e la natura incontaminata.

Gastronomia: La cucina di Feltre riflette la tradizione veneta, con piatti a base di prodotti locali come formaggi, funghi, polenta e piatti a base di carne.


15 – Follina (Treviso)

Follina è un affascinante borgo situato nella provincia di Treviso, nel Veneto, Italia, si trova nella zona nord-orientale del Veneto, a circa 20 chilometri a nord di Treviso. Immerso nelle colline venete, il borgo è circondato da vigneti, uliveti e paesaggi incantevoli. Il borgo che offre una combinazione affascinante di storia, arte, enogastronomia e tradizioni locali. La sua atmosfera tranquilla e il suo patrimonio culturale rendono Follina una destinazione ideale per coloro che cercano una fuga autentica nella campagna veneta.

Abbazia di Santa Maria: Uno dei punti focali di Follina è l’Abbazia di Santa Maria, un antico monastero risalente all’XI secolo. L’abbazia è un esempio di architettura romanica e conserva al suo interno affreschi e opere d’arte, custodisce pregevoli opere tra cui la statua in arenaria della Madonna del Sacro Calice, oggetto di venerazione e pellegrinaggio, il bellissimo chiostro, terminato nel 1268, la bella torre campanaria in stile Romanico e l’elegante chiostrino dell’Abate e loggia del XVI secolo.

Centro Storico: Il centro storico di Follina è caratterizzato da strette vie lastricate, case in pietra e piazze tranquille. Passeggiare per le sue vie permette di scoprire angoli suggestivi e di immergersi nella sua atmosfera autentica.

Villa Brandolini D’Adda: Nei pressi di Follina si trova Villa Brandolini D’Adda, una sontuosa villa del XVIII secolo circondata da un vasto parco. La villa ospita eventi culturali, mostre d’arte e altri eventi.

Enogastronomia: La zona attorno a Follina è rinomata per la produzione di vini pregiati, tra cui il Prosecco e il vino bianco Verdiso. La cucina locale riflette la tradizione veneta, con piatti a base di prodotti locali come formaggi, salumi, funghi e pasta fatta in casa.

Artigianato Tessile: Follina è nota per la sua tradizione nell’artigianato tessile, in particolare per la produzione di tessuti pregiati. L’antica fabbrica della lana, ancora operativa, è diventata un centro di produzione e mostra per tessuti di alta qualità.

Eventi e Manifestazioni: Il borgo è animato da vari eventi durante l’anno, tra cui sagre enogastronomiche, fiere artigianali e manifestazioni culturali. La “Sagra dei Osei” è una festa tradizionale che celebra il canto degli uccelli.

Attività Ricreative: La posizione di Follina nelle colline venete offre opportunità per escursioni e passeggiate immersi nella natura. I sentieri circostanti permettono di esplorare la bellezza della campagna veneta.

Interessante centro turistico e culturale ai piedi delle Prealpi trevigiane, Follina è soprattutto spiritualità, ma anche pace e armonia.


16 – Lazise sul Lago di Garda (Verona): Un Incanto tra Storia e Lago

Situato sulle rive meridionali del Lago di Garda, Lazise è una piccola perla che incanta i visitatori con il suo fascino medievale, i vicoli suggestivi e l’atmosfera vivace. Questa pittoresca località sul lago è una destinazione amata, che offre un mix di storia, bellezze naturali e delizie enogastronomiche. Lazise si trova nella regione della Lombardia, a pochi chilometri a est di Verona. Affacciandosi sul Lago di Garda, il paesaggio è dominato da acque cristalline, colline verdi e la cornice delle Alpi sullo sfondo. Con il suo connubio di storia medievale e bellezze naturali, è una destinazione che incanta ogni visitatore. La sua posizione privilegiata sulle rive del Lago di Garda, le sue strutture storiche e la vibrante atmosfera creano un’esperienza indimenticabile, rendendo Lazise una gemma da esplorare nel cuore del nord Italia.

Il Centro Storico Medievale: Il cuore di Lazise è il suo affascinante centro storico medievale. Le strette strade lastricate, le case colorate e le piazze accoglienti creano un’atmosfera romantica. La Rocca Scaligera, una fortezza medievale, domina la scena e offre una vista panoramica sulla città e sul lago. Da vedere la chiesetta di San Nicolò, con al suo interno bellissimi affreschi del Trecento, e all’esterno un’antica Madonna del Duecento.

La Rocca Scaligera: La Rocca Scaligera di Lazise è un’imponente struttura difensiva risalente al XIII secolo. Situata sul lungolago, la rocca serviva come punto di controllo strategico durante il periodo medievale. Oggi, i visitatori possono esplorare le torri e le mura della rocca, godendo di uno spettacolare panorama sul lago e sul paesaggio circostante.

Il Porto e il Lungolago: Il pittoresco porto di Lazise è un luogo ideale per passeggiare lungo il lungolago. Sul porticciolo si affaccia la Dogana Veneta, una costruzione risalente al periodo in cui queste terre erano dominate dalla Serenissima. Le barche colorate, i ristoranti sulla riva e le vedute panoramiche creano un’atmosfera rilassata. Il lungolago è perfetto per una passeggiata serale, magari gustando un gelato artigianale.

Le Spiagge di Lazise: Lazise offre anche delle piccole spiagge lungo le rive del lago. Questi luoghi tranquilli permettono ai visitatori di rilassarsi, prendere il sole e godere di una nuotata rinfrescante nelle acque del Garda.

Il Parco Termale di Colà: Nei dintorni di Lazise, il Parco Termale di Colà offre un’oasi di relax e benessere. Le acque termali, circondate da giardini lussureggianti, creano un ambiente ideale per rigenerarsi e godere di trattamenti termali.

Eventi e Mercati: Lazise ospita vari eventi durante l’anno, dai mercati locali alle festività tradizionali. Il mercato settimanale è un’opportunità per esplorare prodotti locali e immergersi nella vita della comunità.

Cucina e Vini del Garda: I ristoranti di Lazise offrono una varietà di piatti della cucina locale, dai pesci di lago alle specialità venete. La zona è anche rinomata per i suoi vini, come il Lugana e il Bardolino, che possono essere degustati nei ristoranti e nelle enoteche locali.


17 – Malcesine (Verona)

Malcesine: Un Gioiello sulle Rive del Lago di Garda

Situato sulle rive settentrionali del suggestivo Lago di Garda, Malcesine è una perla che incanta i visitatori con il suo fascino medievale, le montagne maestose e la vivace atmosfera lacustre. Questa località pittoresca, tra le più amate del Garda, offre un mix di storia, bellezze naturali e possibilità di svago, creando un’esperienza indimenticabile nel cuore della regione veneta. In conclusione, Una destinazione che incanta con la sua storia, la sua bellezza naturale e l’atmosfera accogliente. Esplorare le sue stradine medievali, salire al castello, godere della vista panoramica dal Monte Baldo e immergersi nella vita lacustre sono modi straordinari per vivere appieno la magia di questa località unica nel nord Italia.

Localizzazione e Paesaggio: Malcesine si trova nella provincia di Verona, nel cuore del Lago di Garda, la più grande distesa d’acqua italiana. Con le montagne dell’Alto Adige a nord e le colline della regione veneta a sud, Malcesine gode di uno scenario spettacolare, incorniciato da acque azzurre e cieli luminosi. Il borgo di Malcesine ispirò illustri personalità tra cui Goethe, che vi soggiornò quando fu in viaggio in Italia.

Il Castello Scaligero: Il simbolo indiscusso di Malcesine è il suo maestoso Castello Scaligero. Costruito nel XIII secolo, il castello domina il paesaggio urbano e offre una vista spettacolare sul lago e sulle montagne circostanti. Visitare il castello permette di esplorare le sue torri, i cortili interni e le collezioni storiche, offrendo un viaggio nel passato medievale. Ospitq il Museo di storia naturale del Monte Baldo e del Garda, dove è possibile vedere anche una mostra permanente dedicata a Goethe, dove sono esposti alcuni suoi disegni realizzati durante la sua permanenza sulle rive del Garda, Malcesine propone anche il palazzo dei Capitani, con le sue eleganti architetture del periodo veneziano.

La Funivia del Monte Baldo: Malcesine è anche la porta d’accesso alla Funivia del Monte Baldo, un’esperienza che porta i visitatori in cima al versante orientale delle montagne del Garda. Il viaggio offre panorami mozzafiato sulla regione e sull’intero lago, regalando un’opportunità unica di godere della bellezza naturale circostante.

Il Centro Storico: Il centro storico di Malcesine è un labirinto di stradine lastricate, piazze accoglienti e edifici in stile mediterraneo. Le botteghe artigianali, i caffè e i ristoranti creano un’atmosfera vivace, invitando i visitatori a esplorare ogni angolo del borgo.

Il Porto e il Lungolago: Il porto di Malcesine è un punto di partenza per gite in battello e un luogo ideale per passeggiare lungo il lungolago. Le barche colorate e i ristoranti sulle rive creano un’atmosfera rilassante, perfetta per godersi il panorama lacustre.

La Spiaggia di Val di Sogno: A pochi passi dal centro di Malcesine si trova la Spiaggia di Val di Sogno, un luogo tranquillo dove i visitatori possono rilassarsi, fare il bagno nelle acque del Garda e godere del clima soleggiato.

Eventi e Manifestazioni: Malcesine ospita vari eventi durante l’anno, dai mercatini locali alle celebrazioni culturali. Il clima festoso della città si riflette in feste tradizionali, spettacoli e manifestazioni che coinvolgono residenti e visitatori.

Cucina e Vini Locali: I ristoranti di Malcesine offrono una ricca varietà di piatti della cucina locale. Dai pesci di lago alle specialità venete, i menù riflettono la freschezza degli ingredienti locali. I vini della regione, come il Bardolino e il Lugana, completano l’esperienza gastronomica.


18 – Marostica (Vicenza): Il Borgo degli Scacchi tra Storia e Tradizione

Situato nella provincia di Vicenza, nel cuore della regione veneta, Marostica è un borgo incantevole e ricco di storia che ha catturato il cuore dei visitatori con la sua bellezza unica e la tradizione degli scacchi viventi. Con le sue piazze accoglienti, le antiche mura e il paesaggio collinare circostante, Marostica è un vero gioiello che offre un’esperienza autentica del patrimonio culturale italiano, è molto più di un borgo pittoresco: è un luogo che incarna la storia, la tradizione e l’ospitalità italiana. Con la sua Piazza degli Scacchi, i castelli storici e il fascino delle sue vie medievali, Marostica offre un’esperienza indimenticabile ai visitatori che desiderano immergersi nell’autenticità e nella bellezza del Veneto.

Piazza degli Scacchi: Il cuore pulsante di Marostica è la suggestiva Piazza degli Scacchi, un’ampia piazza lastricata circondata da edifici storici. Questo spazio unico è famoso per ospitare la partita di scacchi viventi, un evento che coinvolge abitanti del luogo in costumi tradizionali ogni due anni durante l’estate. Le mura medievali che circondano la piazza contribuiscono a creare un’atmosfera magica, rendendo la piazza una tappa imperdibile.

Il Castello Inferiore e Superiore: Dominando l’orizzonte di Marostica si trovano due castelli, il Castello Inferiore e il Castello Superiore, che risalgono al periodo medievale. Questi edifici fortificati aggiungono un tocco di mistero e maestosità al panorama del borgo. Il Castello Superiore, in particolare, offre una vista panoramica sulla città e sulle colline circostanti.

Le Mura e le Porte Medioevali: Le antiche mura di Marostica, risalenti al XIV secolo, circondano il centro storico e testimoniano la storia medievale del borgo. Le porte come la Porta Bassanese, la Porta Vicentina e porta Breganzina sono ancor oggi ben conservate e rappresentano un affascinante viaggio nel tempo.

Il Duomo di Santa Maria Assunta: Il Duomo di Marostica, dedicato a Santa Maria Assunta, è un esempio di architettura sacra che riflette le influenze artistiche e culturali della zona. All’interno della chiesa si possono ammirare opere d’arte e dettagli architettonici che raccontano la storia della comunità locale.

La Rocca degli Alberi: La Rocca degli Alberi è un’imponente struttura risalente al XIII secolo che si erge su un colle panoramico. Questa antica residenza nobiliare offre una vista spettacolare sulla campagna circostante e il borgo sottostante.

Il Museo degli Scacchi: Marostica è famosa per la sua tradizione degli scacchi viventi, e il Museo degli Scacchi è il luogo ideale per approfondire questa affascinante storia. Il museo presenta pezzi d’arte, costumi e documenti legati alle celebrazioni degli scacchi viventi.

Eventi e Manifestazioni: Oltre alla celebrazione degli scacchi viventi, Marostica ospita vari eventi durante l’anno, tra cui sagre gastronomiche, mercati artigianali e spettacoli culturali. Queste manifestazioni offrono l’opportunità di immergersi nella vita locale e assaporare la cultura autentica del borgo.

La Cucina Locale: I ristoranti di Marostica deliziano i visitatori con la cucina tipica veneta. Dai piatti a base di funghi e tartufo, tipici delle colline circostanti, alle specialità di pesce provenienti dalle vicine acque del mare Adriatico, la gastronomia locale riflette la ricchezza del territorio.


19 – Monselice: Un Tesoro Nascosto tra Colline e Storia

Monselice, un incantevole borgo situato nel cuore della regione Veneto, rappresenta una gemma storica immersa tra le dolci colline della pianura padana. Con un ricco patrimonio architettonico, suggestivi paesaggi e un’atmosfera autentica, Monselice attrae visitatori desiderosi di scoprire la sua storia millenaria e la sua bellezza naturale, con la sua combinazione di storia, bellezza naturale e autenticità, rappresenta una destinazione che affascina i visitatori. Esplorare le sue strade medievali, passeggiare tra i vigneti e ammirare le opere d’arte nei suoi monumenti sono modi straordinari per scoprire la magia di questo borgo veneto.

Localizzazione e Paesaggio: Monselice sorge nella provincia di Padova, a sud-ovest della città di Padova stessa. Incorniciata dalle colline Euganee, questa località vanta un paesaggio pittoresco caratterizzato da vigneti, uliveti e boschi, offrendo un’esperienza unica nel cuore della pianura veneta.

Il Castello di Monselice: Uno dei principali tesori di Monselice è il suo imponente castello, che domina il panorama cittadino. Costruito in diverse fasi storiche, il Castello di Monselice rappresenta un mix affascinante di stili architettonici, dal medioevo al rinascimento. Visitare il castello offre l’opportunità di esplorare cortili interni, torri panoramiche e ammirare affreschi e opere d’arte raccolte nel corso dei secoli.

Gli Scali delle Sette Chiese: Un’attrazione unica a Monselice sono gli Scali delle Sette Chiese, una scalinata panoramica che conduce alla cima della collina dove si trova il santuario di San Giorgio. La passeggiata offre vedute mozzafiato sulla città e sulle colline circostanti.

Il Santuario di San Giorgio: Il santuario, situato in cima alla collina, è un luogo di culto importante e offre una vista panoramica spettacolare. La chiesa è adornata con affreschi e decorazioni religiose, e la sua posizione elevata rende la visita un’esperienza spirituale e visiva.

Il Giardino di Villa Duodo: Villa Duodo, una villa veneta del XVI secolo, ospita un incantevole giardino all’italiana. Il giardino è caratterizzato da geometrie perfette, statue, fontane e una grande varietà di piante, creando un’oasi di tranquillità nel cuore di Monselice.

Piazza Mazzini e il Duomo: La piazza principale di Monselice, Piazza Mazzini, è circondata da edifici storici e dalla maestosa facciata del Duomo di Santa Giustina. La piazza è un luogo di ritrovo animato, circondato da caffè e negozi, ideale per immergersi nell’atmosfera locale.

Eventi e Tradizioni: Monselice ospita vari eventi durante l’anno, tra cui manifestazioni culturali, sagre enogastronomiche e celebrazioni religiose. La vivacità della comunità si riflette in questi eventi che portano insieme residenti e visitatori.

Cucina Veneta: I ristoranti di Monselice offrono la possibilità di gustare la cucina veneta, con piatti tradizionali preparati con ingredienti locali. I vini delle colline Euganee, l’olio d’oliva e le specialità locali rendono unica l’esperienza gastronomica a Monselice.


20 – Montagnana (Padova): Tesoro Medievale tra Mura e Torri

Situata nella provincia di Padova, nel cuore della regione veneta, Montagnana è un incantevole borgo medievale circondato da possenti mura e torri, che raccontano la sua storia millenaria. Conosciuta per la sua architettura ben conservata, la città è un gioiello che offre un viaggio affascinante nel passato, è un tesoro medievale che invita i visitatori a perdersi tra le sue vie lastricate, ad ammirare le sue mura imponenti e a gustare i sapori autentici della cucina veneta. Con la sua atmosfera intatta e la ricchezza storica, Montagnana è una tappa imperdibile per chi desidera esplorare il patrimonio culturale italiano.

Mura Medioevali e Porte di Accesso: Montagnana è famosa per le sue imponenti mura medievali, una delle più ben conservate d’Europa. Costruite nel XIV secolo, le mura di Montagnana sono lunghe circa 2 chilometri e sono dotate di numerose torri di difesa e bastioni. Le porte di accesso come la Porta Legnago e la Porta Padova, con i loro ponti levatoi e le torri, aggiungono un tocco epico al paesaggio. Montagnana propone un ricco tessuto urbano fatto di edifici e vie risalenti al periodo rinascimentale e durante la ripresa economica del XIX secolo.

Piazza Vittorio Emanuele II: Il cuore del centro storico di Montagnana è la suggestiva Piazza Vittorio Emanuele II. Circondata da edifici medievali, la piazza è un luogo di incontro e relax, perfetto per una passeggiata tra i caffè e i negozi locali. Al centro della piazza si erge la Fontana dell’orso, un simbolo della città.

Duomo di Montagnana: Il Duomo di Montagnana, intitolato a San Francesco e risalente al XIII secolo, è una gemma di architettura religiosa. L’interno della chiesa conserva pregevoli opere d’arte, tra cui dipinti e sculture che narrano la storia della comunità locale.

La Rocca degli Alberi: La Rocca degli Alberi è una rocca medievale che si trova nei pressi delle mura di Montagnana. Questa antica fortezza fu costruita come struttura difensiva e offre una vista panoramica sulla città e sulla campagna circostante.

Chiesa di San Benedetto: La Chiesa di San Benedetto, risalente al XV secolo, è un altro luogo di culto che cattura l’attenzione dei visitatori con la sua architettura gotica. L’interno della chiesa è arricchito da opere d’arte sacra e affreschi.

Palazzo Magnavin-Foratti e palazzo Valeri: Palazzo Magnavin-Foratti è un esempio di architettura nobiliare del XV secolo. La facciata del palazzo presenta elementi rinascimentali e contribuisce al fascino del panorama urbano.

Il cinquecentesco municipio, e la Torre Civica: La Torre Civica di Montagnana, alta circa 53 metri, è uno dei punti panoramici più suggestivi del borgo. Chi decide di salire fino alla cima sarà premiato con una vista mozzafiato sulle mura e sulla città.

Eventi e Manifestazioni: Montagnana ospita vari eventi durante l’anno, tra cui sagre, fiere medievali e manifestazioni culturali. Uno degli eventi più celebri è la Festa del Torrone, durante la quale la città si riempie di colori, suoni e sapori tradizionali.

Cinta Muraria Illuminata: Durante le serate, le mura di Montagnana vengono illuminate, creando uno scenario magico e romantico. Le passeggiate serali lungo le mura offrono un’atmosfera unica e suggestiva.

Cucina Locale e Prosciutto Veneto: La cucina locale di Montagnana è ricca di sapori tradizionali. Il prosciutto crudo di Montagnana, un prodotto DOP, è rinomato per la sua qualità e autenticità. I ristoranti del borgo offrono piatti tipici veneti, arricchiti dai prodotti locali.


21 – Peschiera del Garda (Verona)

Peschiera del Garda: Un Tesoro Lacustre tra Storia e Natura

Situata sulle rive meridionali del Lago di Garda, Peschiera del Garda è una località affascinante che unisce storia millenaria, paesaggi pittoreschi e un’atmosfera vibrante. Questa cittadina veneta, circondata dalle acque azzurre del lago, è un punto di riferimento per chi cerca una destinazione che offra cultura, relax e divertimento, è una destinazione che incanta con la sua storia, la sua bellezza naturale e la sua vivace atmosfera lacustre. Esplorare i suoi vicoli medievali, passeggiare lungo le mura e godere delle acque tranquille del Lago di Garda sono esperienze che rendono questa cittadina un vero gioiello nel cuore del Veneto.

Il Centro Storico Fortificato: Il centro storico di Peschiera del Garda è circondato da imponenti mura veneziane che risalgono al XVI secolo. Questa cinta muraria, ben conservata, ha contribuito a guadagnare a Peschiera il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Passeggiare lungo le mura offre viste panoramiche sulla città e sul lago.

Il Porto Vecchio: Il Porto Vecchio è uno dei luoghi più caratteristici di Peschiera. Questo antico porto, situato nel cuore del centro storico, è circondato da pittoresche case colorate e offre una vista suggestiva sulle barche che solcano le acque del lago.

Piazza Ferdinando di Savoia: La principale piazza della città, intitolata a Ferdinando di Savoia, è un luogo animato e circondato da caffè e ristoranti. È il punto di incontro ideale per godersi un aperitivo o una pausa rilassante.

Il Santuario della Madonna del Frassino: Situato a breve distanza dal centro storico, il Santuario della Madonna del Frassino è un luogo di culto che risale al XV secolo. La chiesa, circondata da un verde parco, offre un rifugio sereno e una vista panoramica sulla campagna circostante.

Le Rocche del Garda: Le Rocche del Garda sono un complesso fortificato che risale all’epoca medievale. Questi bastioni difensivi svolsero un ruolo chiave nella storia della città e oggi offrono una visione della sua ricca storia militare.

Parco Termale del Garda: A pochi chilometri da Peschiera, il Parco Termale del Garda è una destinazione ideale per chi cerca relax e benessere. Le acque termali, i trattamenti benessere e gli ampi giardini creano un ambiente idilliaco per rigenerarsi.

Il Ponte dei Voltoni: Questo antico ponte in mattoni attraversa il fiume Mincio ed è un altro esempio dell’architettura storica di Peschiera. Offre un pittoresco scenario e una piacevole passeggiata lungo il fiume.

8. Il Lago di Garda e le Spiagge: Naturalmente, una delle principali attrazioni di Peschiera è il Lago di Garda stesso. Le spiagge lungo le rive del lago offrono un luogo ideale per rilassarsi, prendere il sole e godere di attività acquatiche.

Eventi Locali e Manifestazioni: Peschiera del Garda ospita vari eventi durante l’anno, tra cui sagre tradizionali, spettacoli culturali e manifestazioni enogastronomiche. La vivacità della città si riflette in queste celebrazioni che coinvolgono residenti e visitatori.

Cucina Locale e Vini del Garda: I ristoranti di Peschiera offrono una vasta gamma di piatti della cucina locale, con un’attenzione particolare ai pesci di lago. I vini locali, come il Lugana e il Bardolino, sono una delizia per gli amanti della buona tavola.


22 – Portobuffolé (Treviso)

Portobuffolé: Un Affascinante Viaggio nel Tempo tra Acque e Storia

Portobuffolé è un piccolo borgo medievale situato nella provincia di Treviso, Veneto, Italia. Conosciuto per il suo fascino senza tempo e la sua posizione sulle rive del fiume Sile, questo luogo incantevole offre ai visitatori un viaggio suggestivo attraverso la storia e l’architettura medioevale. Portobuffolé è un tesoro nascosto che incanta con la sua architettura medievale, il paesaggio fluviale e l’atmosfera accogliente. Esplorare questo borgo significa fare un viaggio nel passato, respirando la storia e la bellezza che caratterizzano questa piccola perla nel cuore del Veneto.

1. Il Centro Storico: Il cuore di Portobuffolé è il suo affascinante centro storico, circondato da mura medievali perfettamente conservate. Le strette strade lastricate, le case colorate e le piazze pittoresche creano un’atmosfera accogliente, trasportando i visitatori indietro nel tempo. Il periodo di maggior splendore vissuto da questo piccolo borgo delle terre trevisane fu con il dominio veneziano, quando divenne un importante scalo fluviale. propone la casa-museo di Gaia da Camino, il Monte di Pietà, la loggia comunale, la dogana e il duomo, un tempo sinagoga ebraica. Merita una visita la Piazza Beccaro, circondata da palazzi, alcuni dei quali con le facciate affrescate, e la dimora trecentesca di Gaia da Camino, nobildonna citata da Dante nel sedicesimo canto del Purgatorio, arricchita da affreschi del XIV secolo.

2. Le Mura Medievali: Le mura medievali di Portobuffolé, risalenti al XIV secolo, circondano il centro storico, offrendo una prospettiva unica sulla storia difensiva del borgo. Passeggiare lungo le mura consente di godere di panorami mozzafiato sulla città e sulla campagna circostante.

3. Ponte Vecchio: Il Ponte Vecchio è uno dei simboli di Portobuffolé. Questo ponte in pietra attraversa il fiume Sile ed è circondato da pittoresche case medievali. È un luogo perfetto per una tranquilla passeggiata con vista sulle acque placide del fiume.

4. Piazza delle Erbe: Piazza delle Erbe è la vivace piazza centrale di Portobuffolé, circondata da edifici storici e caffè all’aperto. È il luogo ideale per godersi un caffè, passeggiare e immergersi nell’atmosfera del borgo.

5. Chiesa di San Giorgio: La Chiesa di San Giorgio, con la sua imponente facciata gotica, è un altro gioiello architettonico di Portobuffolé. All’interno, la chiesa conserva opere d’arte e affreschi che raccontano la storia religiosa della comunità.

6. Museo Casa Bianca: Il Museo Casa Bianca offre una panoramica della storia locale attraverso documenti, oggetti d’epoca e mostre interattive. È una tappa interessante per coloro che desiderano approfondire la conoscenza della storia di Portobuffolé.

7. Il Fiume Sile: Il fiume Sile, che scorre placido ai piedi del borgo, offre l’opportunità di rilassarsi lungo le sue rive, magari con una tranquilla passeggiata o una gita in barca. La natura serena del fiume contribuisce all’atmosfera unica di Portobuffolé.

8. Eventi Locali: Portobuffolé ospita vari eventi durante l’anno, tra cui sagre tradizionali, festival culturali e manifestazioni enogastronomiche. Partecipare a questi eventi offre l’opportunità di vivere la cultura locale e immergersi nella vita del borgo.


23 – Possagno: Il Borgo Tra Arte, Storia e Natura

Nel cuore delle colline del Veneto, Possagno si presenta come un borgo ricco di storia, arte e fascino naturale. Conosciuto per essere il luogo di nascita del celebre scultore neoclassico Antonio Canova, Possagno attira visitatori con il suo patrimonio culturale, le sue bellezze artistiche e la tranquillità della campagna circostante. Possagno è situato nella provincia di Treviso, a pochi chilometri a nord di Asolo, in una posizione privilegiata tra le colline venete. La sua vicinanza alle Prealpi e il paesaggio collinare circostante contribuiscono a creare un ambiente incantevole. Con la sua storia artistica e il suo legame con Antonio Canova, è un borgo che trasuda cultura e bellezza. Immerso nelle colline venete, questo luogo accogliente invita i visitatori a esplorare la sua eredità artistica, a godere della serenità della campagna circostante e a vivere un’esperienza autentica nel cuore del Veneto.

Antonio Canova e il Tempio Canoviano: Il nome di Possagno è strettamente legato al grande scultore neoclassico Antonio Canova, nato qui nel 1757. Il Tempio Canoviano, costruito seguendo il progetto di Canova stesso, è uno dei luoghi di maggiore interesse. Questo tempio, dedicato a Canova, ospita molte delle sue opere, tra cui la celebre scultura di “Possagno che soffoca l’invidia.”

La Gipsoteca: Accanto al Tempio Canoviano si trova la Gipsoteca, un museo che conserva una vasta collezione di gessi originali di Antonio Canova. Questo spazio offre un’immersione nella genialità dell’artista, permettendo ai visitatori di apprezzare le sue opere in uno straordinario contesto.

Il Centro Storico: Il borgo di Possagno presenta un affascinante centro storico, con strade lastricate, case tradizionali e piazze tranquille. La Chiesa di San Giuseppe, situata nelle vicinanze del Tempio Canoviano, è un altro gioiello architettonico che vale la pena visitare.

La Natura Circostante: Le colline verdi e i vigneti circostanti aggiungono un tocco di bellezza naturale a Possagno. La campagna intorno al borgo è ideale per passeggiate rilassanti e offre panorami suggestivi sulle colline venete.

La Casa Natale di Canova: La Casa Natale di Antonio Canova è un’altra attrazione che permette ai visitatori di esplorare la vita e l’opera dell’artista. La casa conserva oggetti personali di Canova e offre un’occasione unica di immergersi nella sua storia.

Eventi e Manifestazioni: Possagno ospita vari eventi durante l’anno, tra cui mostre d’arte, manifestazioni culturali e celebrazioni legate al patrimonio di Canova. Questi eventi rendono il borgo vivace e dinamico, attirando visitatori da tutto il mondo.

Gastronomia Veneta: I ristoranti e le trattorie di Possagno offrono la possibilità di assaporare la cucina veneta, con piatti preparati con ingredienti locali di alta qualità. La zona è nota per i suoi vini, formaggi e specialità gastronomiche tipiche della regione.


24 – San Giorgio di Valpolicella (Verona)

San Giorgio di Valpolicella: Tra Vigneti e Tradizioni Veronesi

Situato nella regione veneta, a pochi chilometri a nord di Verona, San Giorgio di Valpolicella è un pittoresco borgo immerso nei vigneti della celebre zona vinicola della Valpolicella. Con la sua atmosfera tranquilla e il paesaggio mozzafiato delle colline, San Giorgio di Valpolicella è una destinazione che incanta i visitatori con la sua bellezza naturale e le tradizioni enogastronomiche, è un rifugio tranquillo che offre non solo la bellezza dei suoi paesaggi, ma anche l’opportunità di esplorare le tradizioni vinicole e gastronomiche di una delle regioni più affascinanti d’Italia. Con la sua autenticità e il suo legame con la terra, questo borgo è un luogo ideale per chi cerca un’esperienza completa nel cuore della Valpolicella.

Vigneti e Produzione Vinicola: San Giorgio di Valpolicella è parte integrante della rinomata zona vinicola della Valpolicella, famosa per la produzione di vini pregiati. La regione è particolarmente nota per i vini Amarone e Recioto, ottenuti da uve appassite, e per il Valpolicella Classico. Numerose cantine locali offrono degustazioni dove i visitatori possono immergersi nei profumi e nei sapori di questi vini unici.

Chiese e Luoghi di Culto: Il borgo è arricchito da diverse chiese, tra cui la Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, risalente al XV secolo. L’interno della chiesa conserva opere d’arte religiosa e offre un rifugio sereno per i visitatori in cerca di contemplazione. Frazione di Sant’Ambrogio di Valpolicella, ha nella pieve longobardo-romanica il cuore del paese, tra i più antichi luoghi di culto del veronese, risalente all’VIII secolo, che custodisce all’interno affreschi del XII e XIII secolo. Da vedere anche il chiostro del XII secolo.

Piazza San Giorgio: La piazza principale del borgo, Piazza San Giorgio, è un luogo accogliente circondato da edifici storici. La piazza è il cuore della vita sociale del borgo, dove i residenti si riuniscono e i visitatori possono godere di un caffè all’aperto immersi nell’atmosfera autentica.

Villa Rizzardi: Nei pressi di San Giorgio di Valpolicella si trova la prestigiosa Villa Rizzardi, una dimora nobiliare del XVII secolo circondata da splendidi giardini. La villa è nota anche per la produzione di vini di alta qualità ed è aperta per visite guidate che permettono di esplorare gli interni storici e i vigneti circostanti.

Percorsi Naturalistici e Escursioni: Le colline che circondano San Giorgio di Valpolicella offrono numerosi sentieri per gli amanti delle escursioni. I percorsi tra i vigneti e gli uliveti permettono di immergersi nella natura incontaminata e di godere di panorami spettacolari sulla valle.

Sagre e Eventi Tradizionali: San Giorgio di Valpolicella ospita diverse sagre e eventi tradizionali durante l’anno, celebrando la cultura locale, la gastronomia e la produzione vinicola. Queste manifestazioni offrono un’occasione unica per assaporare i piatti tipici veronesi e partecipare alle tradizioni della comunità.

Agriturismi e Cucina Locale: Gli agriturismi della zona offrono un’esperienza autentica della cucina locale, con piatti preparati con ingredienti freschi e genuini. Dalle specialità a base di carne alla cucina tipica veronese, i ristoranti di San Giorgio di Valpolicella soddisfano i palati più esigenti.

Il Museo dell’Olio: Per coloro che desiderano approfondire la conoscenza dei prodotti locali, il Museo dell’Olio a San Giorgio di Valpolicella offre una panoramica sulla produzione dell’olio d’oliva, un elemento essenziale nella cucina veronese.


25 – Santo Stefano di Cadore: Un Rifugio Alpino Tra Storia e Natura

Santo Stefano di Cadore, incastonato tra le maestose cime delle Dolomiti, è un affascinante borgo alpino che cattura l’essenza della vita di montagna. Con il suo ricco patrimonio culturale, le tradizioni radicate e la bellezza naturale circostante, esso si presenta come un autentico rifugio di tranquillità e avventura. Santo Stefano di Cadore è più di un borgo alpino; è un luogo che abbraccia il passato, celebra la cultura montana e offre un rifugio nella bellezza naturale delle Dolomiti. Con le sue strade affrescate, le botteghe artigiane e l’atmosfera accogliente, Santo Stefano di Cadore invita i visitatori a immergersi nell’essenza della vita di montagna e a creare ricordi duraturi in uno dei gioielli delle Dolomiti.

La posizione privilegiata di Santo Stefano di Cadore lo rende una base ideale per gli amanti delle attività all’aperto. In estate, le escursioni tra i sentieri montani e le attività come il ciclismo e l’arrampicata sono amate dagli avventurieri. In inverno, le piste da sci nelle vicinanze offrono la possibilità di godersi le meraviglie della stagione fredda.

La Localizzazione e le Dolomiti: Santo Stefano di Cadore si trova nella provincia di Belluno, nel Veneto, a pochi passi dal confine con l’Austria. Circondato dalle Dolomiti, dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, il borgo offre uno scenario spettacolare, con cime imponenti, boschi rigogliosi e laghi cristallini.

Il Centro Storico: Il cuore di Santo Stefano di Cadore è il suo centro storico, caratterizzato da case tradizionali con facciate affrescate, piazze accoglienti e vie lastricate. La chiesa parrocchiale di Santo Stefano, risalente al XV secolo, è un punto focale con il suo campanile slanciato e gli affreschi d’epoca che narrano la storia della comunità.

L’Artigianato del Legno: Santo Stefano di Cadore è rinomato per la sua tradizione nell’artigianato del legno. Le botteghe artigiane del borgo producono opere d’arte uniche, tra cui mobili intagliati, sculture e oggetti di design. Questa abilità artigianale è stata tramandata di generazione in generazione, contribuendo a definire l’identità del borgo.

Le Tradizioni Alpine: Le radici profonde nelle tradizioni alpine sono evidenti nelle festività e negli eventi del borgo. La festa di San Bartolomeo, patrono di Santo Stefano di Cadore, è celebrata con processioni, eventi culturali e momenti di festa che coinvolgono tutta la comunità.

Il Museo Della Grande Guerra: Santo Stefano di Cadore è stato testimone degli eventi della Prima Guerra Mondiale, e il Museo Della Grande Guerra è un luogo che conserva la memoria di quei tempi. Esso ospita cimeli, uniformi e documenti che raccontano la vita nelle trincee e la storia locale durante quel periodo cruciale.

La Gastronomia Alpine: La cucina di Santo Stefano di Cadore riflette la robustezza della tradizione alpina. Piatti a base di formaggio locale, polenta, funghi di montagna e carne di qualità sono i protagonisti delle tavole del borgo. I ristoranti accoglienti offrono un assaggio autentico della cucina montana.


26 – Serravalle: Un Affascinante Borgo tra Storia e Bellezze Naturali

Serravalle, un pittoresco borgo situato nel cuore di Vittorio Veneto, rappresenta un incantevole connubio tra storia millenaria e suggestiva bellezza naturale. Con il suo centro storico ben conservato, le architetture medievali e la vicinanza alle colline venete, Serravalle offre ai visitatori un viaggio attraverso il tempo e la natura. Serravalle, con la sua storia affascinante, la sua architettura medievale e la bellezza naturale circostante, è un luogo che incanta e accoglie i visitatori con il suo fascino senza tempo. Esplorare le strade di questo borgo significa vivere un’esperienza autentica e scoprire le ricchezze che il passato e la natura hanno donato a questo affascinante angolo del Veneto.

Serravalle è uno dei tre nuclei principali che compongono Vittorio Veneto, situato nella provincia di Treviso, Veneto. Immerso tra le Prealpi e le Dolomiti, questo borgo è circondato da paesaggi incantevoli e offre una vista spettacolare sulle montagne circostanti.

Il Centro Storico: Il nucleo storico di Serravalle è caratterizzato da strette vie lastricate, piazze accoglienti e edifici dall’architettura medievale. Camminando tra le strade, si possono ammirare case con facciate affrescate, torri antiche e l’atmosfera unica che solo i borghi storici possono offrire.

Il Castello di Serravalle: Un elemento iconico di Serravalle è il suo imponente castello. Risalente al XII secolo, il Castello di Serravalle è stato un importante baluardo difensivo durante il Medioevo. Oggi, visitare il castello permette di immergersi nella storia locale e di godere di panorami mozzafiato dalla sommità delle sue torri.

La Chiesa di San Giovanni Battista: La Chiesa di San Giovanni Battista è un altro gioiello architettonico di Serravalle. Costruita nel XV secolo, questa chiesa presenta affreschi e opere d’arte di notevole valore storico e artistico. L’interno sobrio e suggestivo offre un rifugio di serenità.

Le Mura Medievali: Le mura medievali che circondano Serravalle sono ben conservate e aggiungono un tocco di atmosfera medievale al borgo. Passeggiare lungo le mura permette ai visitatori di godere di vedute panoramiche sulla campagna circostante.

Eventi e Tradizioni: Serravalle è animato da vari eventi durante l’anno. Fiere medievali, festival culturali e manifestazioni tradizionali celebrano la ricca storia e le tradizioni di questo borgo. Tali eventi sono un’occasione perfetta per immergersi nella vita locale e scoprire l’autenticità di Serravalle.

La Natura Circostante: La posizione di Serravalle, incastonata tra colline e montagne, offre opportunità per escursioni e attività all’aria aperta. Sentieri panoramici conducono attraverso boschi e campi, regalando momenti di pace e tranquillità in mezzo alla natura.

La Gastronomia Locale: I ristoranti e le trattorie di Serravalle offrono la possibilità di gustare la cucina veneta, con piatti tradizionali preparati con ingredienti locali. Formaggi, salumi, pasta fresca e vini della regione sono solo alcune delle delizie gastronomiche da assaporare.


27 – Sirmione: Una Perla sul Lago di Garda

Sirmione, situata come una gemma sull’estremità della penisola che si estende nel Lago di Garda, è una destinazione che incanta i visitatori con la sua bellezza senza tempo, la sua storia ricca e la sua atmosfera serena. Conosciuta per le sue acque termali, il suo castello medievale e i panorami mozzafiato, Sirmione è un luogo unico nel cuore della regione lombarda. Il borgo incanta i suoi visitatori con una combinazione di storia millenaria, paesaggi straordinari e un’atmosfera rilassante. Questa perla sul Lago di Garda è un rifugio ideale per coloro che cercano bellezza, benessere e autenticità nel cuore della Lombardia. La sua posizione privilegiata e la facile accessibilità la rendono una meta popolare per chiunque desideri esplorare la bellezza del più grande lago italiano.

Il Castello Scaligero: Uno dei simboli più iconici di Sirmione è il Castello Scaligero, un’imponente fortezza medievale situata all’ingresso della penisola. Costruito nel XIII secolo, il castello è circondato dalle acque del lago e offre vedute spettacolari sulla città e oltre. Le mura possenti e le torri di guardia creano un’atmosfera fiabesca che trasporta i visitatori indietro nel tempo.

Le Grotte di Catullo: Sulla punta della penisola di Sirmione si trovano le Grotte di Catullo, i resti di una sontuosa villa romana risalente al I secolo a.C. Situate in un contesto paesaggistico incredibile, queste rovine testimoniano la grandezza dell’antica civiltà romana e offrono uno sguardo affascinante sulla storia della regione.

Le Terme di Sirmione: Sirmione è famosa anche per le sue acque termali benefiche. Le Terme di Sirmione offrono un’oasi di relax e benessere, dove i visitatori possono godere delle proprietà curative delle acque termali del lago. L’esperienza termale è arricchita da strutture moderne e servizi di alta qualità.

Il Centro Storico: Passeggiare per il centro storico di Sirmione è un’esperienza affascinante. Le stradine lastricate, le case colorate e le piazze accoglienti creano un’atmosfera romantica. Boutique, caffè e ristoranti offrono un mix di tradizione e modernità, invitando i visitatori a immergersi nella vita locale.

La Spiaggia di Jamaica: La Spiaggia di Jamaica, sul lato occidentale della penisola, è una delle mete balneari più rinomate del lago. Le sue acque cristalline, la sabbia soffice e la vista sul castello rendono questo luogo ideale per una giornata di relax e svago.

Eventi e Manifestazioni: Sirmione ospita vari eventi durante l’anno, dai festival culturali alle manifestazioni enogastronomiche. La vivacità della città si riflette in queste celebrazioni che attirano visitatori da tutto il mondo.

La Rocca Scaligera di Manerba: Per chi desidera esplorare ulteriormente la bellezza del Lago di Garda, la vicina Rocca Scaligera di Manerba offre panorami spettacolari e la possibilità di immergersi nella natura circostante.

La Cucina Lombarda: I ristoranti di Sirmione offrono un’ampia varietà di piatti della cucina lombarda, dai pesci di lago alle specialità regionali. I vini locali completano l’esperienza gastronomica.


28 – Soave (Verona)

Soave: Un Incantevole Borgo tra Vigneti e Storia Medievale

Situato tra le colline della provincia di Verona, il borgo di Soave incanta i visitatori con il suo fascino medievale, le imponenti mura e i vigneti che si estendono a perdita d’occhio. Soave, famoso per il suo vino omonimo, offre un’esperienza autentica dove la storia si intreccia con la cultura enologica, regalando uno scenario unico nel cuore della regione veneta, con la sua combinazione di storia medievale e tradizione vinicola, è un borgo che affascina i visitatori. Le sue mura imponenti, il castello suggestivo e i vigneti che si estendono fino all’orizzonte lo rendono un luogo indimenticabile nel cuore della provincia di Verona. Esplorare Soave significa immergersi nella cultura veneta e gustare la bellezza senza tempo di questa pittoresca località.

Localizzazione e Paesaggio: Soave si trova a circa 20 chilometri a est di Verona, circondato da colline coperte di vigneti. Questa posizione strategica tra città e campagna offre panorami spettacolari e un’atmosfera tranquilla.

ll Castello di Soave: Il simbolo indiscusso di Soave è il suo castello, un’imponente fortezza medievale che domina il paesaggio circostante. Costruito nel IX secolo, il Castello di Soave ha subito varie trasformazioni nel corso dei secoli, assumendo l’aspetto attuale durante il periodo scaligero. Le mura possenti, le torri di avvistamento e il cortile interno creano un’atmosfera suggestiva, invitando i visitatori a fare un salto nel passato.

Il Centro Storico: Il centro storico di Soave è un dedalo di stradine lastricate, piazze accoglienti e case in stile medievale. Passeggiare per le vie del borgo significa scoprire angoli suggestivi, piccoli negozi artigianali e un’atmosfera intrisa di autenticità. Da visitare il palazzo di Giustizia eretto dai Veneziani, palazzo Cavalli in stile Gotico veneziano, palazzo Pieropan, il trecentesco palazzo Scaligero e la parrocchiale di San Lorenzo, nella quale sono custoditi dipinti del XVI secolo.

La Piazza Antistante il Castello: La piazza antistante il Castello di Soave è un luogo di incontro e di relax. Contornata da caffè e ristoranti, la piazza offre una vista straordinaria sulle mura del castello e sulle colline circostanti. Le Mura Scaligere: Le mura scaligere che circondano Soave sono uno degli esempi meglio conservati di fortificazioni medievali. Passeggiare lungo le mura permette di godere di panorami mozzafiato sulla campagna veronese e di ammirare l’ingegneria difensiva dell’epoca.

La Cantina del Soave: Soave è famoso per il suo vino omonimo, un vino bianco secco e fruttato. La Cantina del Soave è un luogo ideale per apprezzare la cultura enologica della regione. Le cantine offrono degustazioni guidate, permettendo ai visitatori di assaporare il carattere unico del vino di Soave direttamente nel suo luogo d’origine.

Eventi Enogastronomici: Soave ospita vari eventi enogastronomici durante l’anno. Le sagre del vino, le manifestazioni culinarie e le degustazioni sono occasioni uniche per immergersi nella tradizione enologica e gastronomica del territorio.

Gastronomia Veneta: I ristoranti di Soave offrono una cucina tipica veneta, con piatti preparati con ingredienti locali di alta qualità. Formaggi, salumi, risotti e piatti a base di carne riflettono la ricchezza della tradizione culinaria della regione.


29 – Sovizzo: Tra Storia, Natura e Atmosfera Autentica

Sovizzo, un borgo incantevole situato nel cuore del Veneto, è una gemma nascosta che unisce storia millenaria, paesaggi pittoreschi e un’atmosfera autentica. Con le sue antiche strade lastricate, le architetture suggestive e il calore della comunità locale, Sovizzo è un luogo che cattura il cuore dei visitatori in cerca di autenticità e bellezza. Si trova nella provincia di Vicenza, una delle perle culturali del Veneto. Circondato da colline e vigneti, il borgo offre uno scenario incantevole, arricchito dalla bellezza della campagna veneta. con la sua mescolanza di storia, bellezze naturali e autenticità, è un borgo che regala un’esperienza autentica nel cuore del Veneto. Passeggiare tra le sue strade, esplorare i suoi tesori storici e assaporare la cucina locale sono modi straordinari per scoprire la magia di questo angolo affascinante del nord Italia. Sovizzo incarna la bellezza senza tempo delle cittadine venete, un invito a viaggiare nel passato e ad abbracciare la ricchezza culturale della regione.

Il Centro Storico: Il cuore pulsante di Sovizzo è il suo centro storico, caratterizzato da stradine acciottolate, case con facciate affrescate e piazze accoglienti. Passeggiare tra gli stretti vicoli permette ai visitatori di immergersi nella storia del borgo e di scoprire il fascino intramontabile delle sue architetture.

La Chiesa di San Marco: La Chiesa di San Marco, risalente al XVIII secolo, è uno degli edifici religiosi più significativi di Sovizzo. L’interno della chiesa è arricchito da opere d’arte sacra e affreschi che narrano la storia della comunità locale.

Il Castello di Sovizzo: Dominante sulla città, il Castello di Sovizzo è una testimonianza tangibile della storia medievale del borgo. Costruito per scopi difensivi, il castello ha subito varie trasformazioni nel corso dei secoli e oggi rappresenta un affascinante connubio di stili architettonici.

La Villa Trissino Marzotto: Nei dintorni di Sovizzo, la Villa Trissino Marzotto aggiunge un tocco di eleganza e storia. Questa residenza storica, circondata da un ampio parco, testimonia il passato aristocratico della zona e offre un’opportunità per immergersi nel lusso del periodo rinascimentale.

La Villa Bissari Mocenigo Curti

La Natura Circostante: Le colline che circondano Sovizzo offrono possibilità di escursioni e passeggiate rigeneranti. Sentieri panoramici conducono tra vigneti e boschi, permettendo ai visitatori di godere della tranquillità e della bellezza naturalistica della zona.

Eventi Locali e Tradizioni: Sovizzo conserva le sue tradizioni attraverso vari eventi locali. Sagre, fiere e manifestazioni culturali animano le piazze del borgo, offrendo un’opportunità per immergersi nella vita della comunità e scoprire le specialità locali.

La Cucina Veneta: I ristoranti di Sovizzo presentano la ricchezza della cucina veneta. Piatti preparati con ingredienti locali, vini della regione e specialità gastronomiche deliziano i palati dei visitatori, offrendo un assaggio autentico della tradizione culinaria locale.


30 – Vittorio Veneto: Tra Storia, Cultura e Bellezza Naturale

Situato tra le colline del Veneto settentrionale, Vittorio Veneto è un borgo che incarna la ricchezza storica, artistica e paesaggistica della regione. Con le sue piazze affascinanti, i monumenti storici e il paesaggio naturale circostante, Vittorio Veneto si presenta come una destinazione unica che fonde il fascino del passato con la vivacità del presente, è una destinazione che offre una straordinaria mescolanza di storia, cultura e bellezza naturale. Dal suo centro storico alle colline circostanti, il borgo cattura l’attenzione dei visitatori, regalando loro un viaggio attraverso le epoche e la storia della regione. Vittorio Veneto è un luogo che unisce la memoria del passato alla vitalità del presente, invitando coloro che lo visitano a scoprire la magia di questo angolo suggestivo del Veneto.

La Storia di Vittorio Veneto: Vittorio Veneto è noto per la sua storia, che si intreccia con gli avvenimenti della Prima Guerra Mondiale. La città fu teatro di importanti eventi bellici durante il conflitto, e la vittoria alleata segnò la fine di una delle pagine più oscure della storia europea. La città conserva ancora molte testimonianze di quel periodo, tra cui il Sacrario Militare e il Museo della Battaglia.

Il Centro Storico: Il cuore di Vittorio Veneto è rappresentato dal suo centro storico, caratterizzato da strade acciottolate, piazze pittoresche e edifici storici. Passeggiare per le vie del centro permette di scoprire tesori architettonici, tra cui la Cattedrale di San Giovanni Battista e il Palazzo dei Trecento, un simbolo della città.

La Serravalle: Vittorio Veneto è composto da tre nuclei principali, tra cui Serravalle, situato sulle rive del fiume Meschio. Questa parte della città è famosa per il suo antico ponte, il Ponte della Priula, che offre vedute panoramiche sulla città e sui dintorni.

Il Paesaggio Collinare: La bellezza di Vittorio Veneto si estende oltre i confini urbani, abbracciando il paesaggio collinare circostante. Le colline che circondano la città sono coperte da vigneti e uliveti, contribuendo a creare un quadro pittoresco e offrendo opportunità per escursioni e passeggiate nella natura.

La Gastronomia Veneta: La cucina di Vittorio Veneto riflette la tradizione gastronomica veneta. I ristoranti locali offrono piatti preparati con ingredienti locali di alta qualità, tra cui pasta fatta in casa, formaggi tipici e carni pregiate. Naturalmente, i vini locali, tra cui il Prosecco, sono protagonisti delle tavole della zona.

Eventi e Manifestazioni: Vittorio Veneto ospita vari eventi durante l’anno. La rievocazione storica della “Cavalcata dei 1000” è un’occasione unica per immergersi nell’atmosfera del passato e rivivere i momenti cruciali della storia della città.

Il Museo della Battaglia: Il Museo della Battaglia, situato all’interno del Palazzo dei Trecento, offre una ricca collezione di documenti, uniformi e reperti bellici legati agli eventi della Prima Guerra Mondiale. È un luogo che permette di approfondire la conoscenza della storia locale.


Alba
Cuneo PIEMONTE

La città di Alba riveste il ruolo di epicentro culturale, sociale ed economico delle Langhe, cioè di quel vasto territorio collinare limitato dal Tanaro e dalla Bormida orientale e comprendente tutta una serie di centri di minore rilevanza quali Barolo, Serralunga, Mango, Cherasco, Canelli, Guarene

Continua a leggere

A sette borghi piemontesi il miglior rapporto offerta culturale-impatto ambientale

“I nostri piccoli borghi – afferma l’assessore regionale alla Cultura Turismo e Commercio, Vittoria Poggio – devono ritrovare l’orgoglio di essere protagonisti nel panorama europeo dell’offerta turistica per aver scritto il passato d’Italia e anche del Vecchio Continente. Siamo infatti tra le regioni con la più alta concentrazione di piccoli Comuni che racchiudono storie e paesaggi risalenti…

Continua a leggere

PIENZA, centro storico della città

Pienza Fu in questa città toscana che i concetti urbanistici rinascimentali furono messi in pratica per la prima volta dopo che papa Pio II decise, nel 1459, di trasformare l’aspetto della sua città natale. Ha scelto l’architetto Bernardo Rossellino, che ha applicato i principi del suo mentore, Leon Battista Alberti. Questa nuova visione dello spazio…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *