Vino della Basilicata
MATERA DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO MATERA DOP

“Matera” è una Denominazione di Origine Protetta che identifica diverse tipologie di vino: Rosso, Primitivo (anche Passito), Rosato, Moro (anche Riserva), Greco, Bianco (anche Passito), Spumante e Spumante rosé.

Uvaggio

Dal punto di vista della produzione, è opportuno distinguere l’uvaggio utilizzato nelle diverse tipologie. Per il Rosso si usano uve di Sangiovese, per almeno il 60%, unite ad un 30% di Primitivo. Quest’ultimo rappresenta invece la fonte del 90% delle uve per la realizzazione dell’omonimo vino monovitigno, anche nella variante Passito, del Rosato e dello Spumante rosé. Discorso analogo per il Greco, che ha una quota dell’85% del corrispondente vitigno. Nelle tipologie di vino Moro, invece, troviamo un 60% di Cabernet sauvignon, un 20% di Primitivo e un 10% di Merlot. La Malvasia bianca di Basilicata è invece il vitigno prevalente nel Bianco, nel Bianco passito e nello Spumante, con almeno l’85% del totale. In tutte le produzioni, a completamento delle quote mancanti e non oltre le stesse, è ammesso l’uso di altri vitigni a bacca analoga, purché idonei alla coltivazione in Basilicata.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Pur con le peculiarità che ogni tipologia presenta, e che sono puntualmente descritte nel disciplinare, i vini Matera presentano diversi tratti in comune. A partire dall’ottima struttura, abbinata ad un’acidità normale e ad un notevole equilibrio gustativo. All’aspetto si presentano rosso rubino, cerasuolo o giallo a paglierino, a seconda delle produzioni. Tonalità che vengono ulteriormente diversificate a seconda del periodo di invecchiamento. Tutti i vini della denominazione, però, rilasciano aromi fruttati e floreali.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione, che coincide con la provincia di Matera, si colloca nell’area sud-ovest della Basilicata ed è caratterizzata dalla presenza sia di rilievi collinari che della costa litoranea. Il clima è di tipo mediterraneo.

Specificità e note storiche

L’origine greca della viticoltura di Matera e il suo notevole sviluppo già in epoche molto risalenti è testimoniato dalle Tavole di Heraclea, un antico documento catastale del VII secolo a.C.

Vino della Basilicata
BASILICATA IGP

I vini a IGP “Basilicata” Bianco presentano un colore giallo paglierino, con odore fruttato e sapore secco e sapido. Il bianco passito si differenzia per il colore giallo tendente all’ambra. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10,50% vol. per il bianco e 13% vol. per il passito. La versione Rosso ha un…

Leggi di +

Vino della Basilicata
AGLIANICO DEL VULTURE DOP

Il vino Aglianico del Vulture (titolo alcolometrico volumico totale minimo vol 12,5%) è di color rosso rubino, l’odore è gradevole e intenso, il sapore lievemente tannico varia dal secco all’abboccato. Per quest’ultimo, il contenuto zuccherino non deve superare i 10g al litro. La versione spumante (vol 12,5%), invece, è di color rosso rubino, tendente al…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *