Vini della Campania
GALLUCCIO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE vino GALLUCCIO DOP

Galluccio DOP

“Galuccio” è una Denominazione di Origine Protetta che identifica le seguenti tipologie di vini: Bianco, Rosato e Rosso, quest’ultimo prodotto anche nella variante Riserva.

Uvaggio

Il Galluccio bianco è realizzato con una base di uve provenienti dal vitigno Falanghina, pari almeno al 70% del totale. Possono poi concorrere alla vinificazione, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 30%, altri vitigni a bacca bianca non aromatici, purché idonei alla coltivazione in provincia di Caserta. Il Galluccio rosso, invece, è prodotto a partire da un 70% di uve da vitigno Aglianico, a cui si aggiungono altri vitigni a bacca rossa non aromatici, sempre coltivabili in provincia di Caserta e utilizzabili sia da soli che congiuntamente.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Galluccio bianco (il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 11% vol.) ha un aspetto giallo paglierino, la cui intensità può variare a seconda delle produzioni. Rilascia il profumo caratteristico, delicato e armonico che si sposa con il sapore altrettanto armonico, secco e fresco. Il Galluccio rosso (11,5% vol.), invece, si presenta color rubino, anche in questo caso con diverse gradazioni di intensità e con una tendenza verso il granato, che affiora con l’invecchiamento. Ha un profumo caratteristico, gradevole e delicato e un gusto asciutto, fresco e armonico. Infine, il Galluccio rosato (11% vol.) spazia nelle differenti intensità del rosa. Il profumo è caratteristico, delicato e fruttato e si accompagna ad un sapore fresco, secco e armonico.

Zona di produzione delle uve

Il comprensorio di produzione del Galluccio è all’interno della provincia di Caserta. Il territorio è segnato dalla presenza del vulcano spento di Roccamonfina e da alcune cime montagnose degne di nota, come il Monte Camino, la Difesa, il Monte Cesima e il Monte Cavallo

Specificità e note storiche

La coltivazione dell’Aleatico nel comune di Galluccio fu avviata dalla nobile famiglia fiorentina dei Velluti, che acquistarono il feudo nel 1600.

Galluccio DOP

Il Galluccio bianco è realizzato con una base di uve provenienti dal vitigno Falanghina, pari almeno al 70% del totale. Possono poi concorrere alla vinificazione, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 30%, altri vitigni a bacca bianca non aromatici, purché idonei alla coltivazione in provincia di Caserta. Il Galluccio rosso, invece, è prodotto a partire da un 70% di uve da vitigno Aglianico, a cui si aggiungono altri vitigni a bacca rossa non aromatici, sempre coltivabili in provincia di Caserta e utilizzabili sia da soli che congiuntamente.

Vini della Campania
CASAVECCHIA DI PONTELATONE DOP

Sia il vino Rosso che il Rosso Riserva presentano le medesime caratteristiche organolettiche, differenziandosi solo sotto il profilo del titolo alcolometrico volumico totale minimo, che nel primo caso è di 12,5% vol. e nel secondo di 13% vol. Alla vista, il Casavecchia di Pontelatone si presenta rosso rubino, con intensità variabile e tendenza a virare…

Leggi di +

Vini della Campania
BENEVENTO, BENEVENTANO IGP

Il bianco ha un colore giallo paglierino, accompagnato da un sapore secco e abboccato, un profumo fruttato e floreale; la variante bianco passito ha un colore più dorato, un odore intenso e gusto amabile o dolce. Il rosso presenta un colore rosso rubino, un profumo floreale, fruttato e un sapore secco o abboccato; la versione…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.