Olio extravergine di oliva monovarietale Coroncina PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale delle Marche

Diffusione: varietà presente principalmente in provincia di Macerata, nei comuni di Caldarola, Serrapetrona, Belforte del Chienti, Camporotondo e Cessapalombo. E’ anche conosciuta, localmente, come corallina, coronella, oliva a corona.

Due i motivi per i quali la tradizione locale attribuisce il nome “coroncina” a questa varietà: la forma del frutto e il ramo fruttifero, infatti il modo di fruttificare lo rende simile alla corona del rosario.

L’albero si presenta mediamente vigoroso con un portamento espanso; chioma poco voluminosa, di media densità. I rami a frutto sono piuttosto lunghi e poco ramificati, con internodi di media lunghezza. Le foglie sono di dimensioni medio – grandi ed espanse, di colore verde scuro nella pagina superiore e verde chiaro in quella inferiore.

La drupa ha un peso di circa 2 grammi, di forma ovoidale, di colore dal verde chiaro al rosso violaceo, con evidenti lenticelle. La resa in olio è medio – bassa, con inoleazione tardiva; consistenza della polpa e resistenza al distacco elevate fino a maturazione.

L’epoca ottimale di raccolta, indicativamente, va dalla fine di novembre alla prima metà di dicembre.

L’olio di coroncina, estratto dalle drupe a giusta maturazione, presenta un colore verde tendente al giallo, grazie a un buon contenuto in clorofilla. E’ piuttosto fluido per un buon rapporto tra acidi grassi insaturi e saturi. All’olfatto si percepisce un fruttato medio, di tipo verde, con sentori di erba e di carciofo. Al gusto presenta spiccate caratteristiche di amaro e piccante.

La raccolta avviene manualmente o con l’ausilio di agevolatore. La frangitura delle olive, per evitare lo scadimento qualitativo del prodotto, deve avvenire entro le 24 ore seguenti la raccolta. L’olio viene conservato al buio in ambienti aventi una temperatura massima di 15° C, in recipienti di vetro o di acciaio inossidabile.

Diventa anche tu ViVi Greeners Conosci l’Olio extravergine di oliva monovarietale Coroncina, prodotto marchigiano?
Aiutaci nel nostro progetto, se hai curiosità, immagini o vuoi aggiungere una descrizione del prodotto. CONTATTACI

SCROCCAFUSI PAT

Scroccafusi Farina, uova, zucchero, olio, mistrà, scorza grattugiata di limone. Il prodotto ha forma di una grossa noce della grandezza variabile tra i 3-4 cm, di colore dorato. Gli scroccafusi hanno pasta dura ma friabile.

Continua a leggere

Lonzetta di fico PAT Marche

I fichi essiccati vengono aromatizzati con anice, mistrà, rhum. Il tutto viene poi macinato aggiungendo noci e mandorle triturate a parte. L’impasto ottenuto viene modellato a forma cilindrica e avvolto in foglie di fico debitamente posizionate intorno al cilindro e legate con filo. La macinatura dei fichi viene eseguita di solito a mano per evitare…

Continua a leggere

Carciofo Precoce di Jesi PAT Marche

Il Carciofo Precoce di Jesi ha uno sviluppo alquanto contenuto, con un’altezza media misurata dal colletto all’inserzione del peduncolo del capolino centrale di circa 30 cm. Il caule, pubescente e di colore verde, ha i nodi disposti in modo ravvicinato. La pianta manifesta una spiccata eterofillia; il colore dell’intero apparato fogliare risulta nelle pagine superiori…

Continua a leggere

Biscotti di mosto PAT Marche

Biscotti di Mosto Mosto di giornata, farina di grano tenero, olio di oliva, zucchero, anice, lievito naturale. Ha forma di panetti di peso variabile tra i 50 e 150 gr, di colore bruno. La farina viene impastata con il mosto e gli altri ingredienti. La massa si lascia fermentare per alcune ore poi si formano…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.