Vini del Molise
BIFERNO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO BIFERNO DOP

Biferno DOP – MOLISE

La Denominazione di Origine Protetta “Biferno” comprende le seguenti tipologie di vini: rosso, rosato, bianco, rosso riserva e rosso superiore.

Uvaggio

I vini rosso base, riserva, superiore e rosato sono composti da un minimo del 70% a un massimo dell’80% di Montepulciano, e da un minimo del 10% a un massimo del 20% di Aglianico; possono poi concorrere uve di altri vitigni a bacca nera, per un massimo del 20%. Il bianco invece ha una quota dal 70% all’80% di Trebbiano Toscano, con cui concorrono uve di altri vitigni a bacca bianca per una percentuale variabile tra 20% al 30%.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il rosso base (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) ha un colore rubino più o meno intenso, con riflessi granati se invecchiato, l’odore è gradevole, caratteristico, con profumo etereo da invecchiato, il sapore è asciutto, armonico e vellutato. Il rosato invece (11,5% vol.) ha un colore rosa più o meno intenso, l’odore è fruttato e delicato, il sapore è asciutto, armonico e fruttato. Il rosso superiore (12,5% vol.) ha un colore rubino intenso, con riflessi granati invecchiando, l’odore è gradevole, intenso ed etereo. La versione riserva (13% vol.) invece ha un colore rosso rubino più o meno intenso, con riflessi granati, l’odore è gradevole e pieno, il sapore è robusto, asciutto, armonico e vellutato. Infine, il bianco (10,5% vol.) invece ha un colore paglierino con riflessi verdognoli, l’odore è gradevole, delicato e leggermente aromatico, il sapore è asciutto e armonico.

Zona di produzione dell’uva

La zona di produzione va dal montano al collinare, i terreni sono costituiti da una litologia diversificata, con formazioni marnono calcaree, arenacee e marnoso-arenacee, che danno luogo a suoli diversificati.

Specificità e note storiche

La viticoltura nella zona del “Biferno” ha origini molto antiche, anche precedenti all’età greca. La particolare morfologia cangiante del territorio, unita alla diversificata pedologia della zona, concorrono a creare un prodotto di elevato pregio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.