Lischi, roscano, agretto, baciccio, liscaro, barba del frate PAT Emilia Romagna

Prodotto Agroalimentare Tradizionale dell’ Emilia Romagna

Famiglia: Chenopodiaceae; Specie: Salsola soda e Salsola kali. Caratteristiche botaniche: pianta erbacea annuale, radice fittonante, foglie carnose, lineari, filiformi di colore verde intenso, stelo eretto con ramificazioni opposte, prostrate, fiori ermafroditi, ascellari, di piccole dimensioni, di colore verdolino. Il frutto è un otricolo, che contiene un unico seme avvolto a spirale. La riproduzione avviene per seme.

Pianta di larga adattabilità, predilige climi temperati umidi, esposizione soleggiata e mezzombra. Coltura a ciclo breve, raccolta manuale, quasi contemporanea, si effettua estirpando le piantine quando hanno raggiunto un’altezza di cm 10/15. Negli orti familiari la raccolta si esegue cimando la pianta a cm 2 dal terreno: questa operazione promuoverà l’emissione di nuove foglioline e pertanto si otterranno più raccolti. Ciclo colturale: 40 giorni necessari per ottenere il prodotto. La tipologia coltivata deriva dalla specie spontanea, che cresce nelle zone paludose e salmastre (litorali marini e lacustri).

Tradizionalità

E’ pianta originaria del Mediterraneo; un tempo era coltivato per la produzione di soda, ottenuta dalle sue ceneri, che contengono circa il 40% di carbonato di sodio.

Referenze bibliografiche

  • Tamaro D., Manuali Hoepli “Orticoltura”, Milano 1920;
  • Pantucci M., ”Valorizzazione industriale dei prodotti ortofrutticoli”, Tipografia Neri, Bologna 1931;
  • Catalogo SAIS sementi, 1972.

Territorio di produzione

Zona rivierasca romagnola e delle provincie marchigiane settentrionali.

Liquore di prugnoli, bargnolino, bargnulein PAT Emilia Romagna

Le siepi di prugnolo selvatico ornano le bordure dei campi coltivati dalla bassa pianura fino alla media collina, offrendo così una grande quantità di materia prima per la produzione del liquore. Oltre alle numerose ricette tramandate per la produzione finalizzata al consumo famigliare, la ricetta è stata anche consolidata per una produzione industriale: infatti tra…

Continua a leggere

Panzanella PAT Emilia Romagna

Pane raffermo, cipolla, pomodoro, erbe odorose. Mettete a bagno il pane ricoprendolo di acqua fredda; dopo circa un’ora è molle al punto giusto; da strizzare e mettete in una ciotola (o terrina) ampia, adatta alle insalate. Aggiungete la polpa dei pomodori infranta con le dita o tagliata a dadini (se preferite), poi la cipolla affettata;…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *