Vini del Lazio
CASTELLI ROMANI DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO CASTELLI ROMANI DOP

Castelli Romani DOP – Lazio

Della Denominazione di Origine Protetta “Castelli Romani” fanno parte le seguenti tipologie di vini: bianco, rosso e rosato. Per tutte e tre, sono previste le varianti secco, amabile e frizzante. Il rosso è prodotto anche nella versione novello.

Uvaggio

Le uve utilizzate per la produzione dei vini Castelli Romani bianchi sono quelle provenienti da vitigni Malvasia e Trebbiano (da soli o congiuntamente), a cui si uniscono, fino ad un massimo del 30%, altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nel Lazio. Nel caso dei vini rossi, invece, i vitigni di base sono Cesanese, Merlot, Montepulciano, Nero buono e Sangiovese, sempre da usarsi singolarmente o congiuntamente. Concorrono poi altri vitigni a bacca nera ma fino al limite massimo del 15%. Infine, i vini rosati sono ottenuti dall’uvaggio tra uve a bacca bianca e uve a bacca nera o dalla lavorazione in rosato di uve a bacca nera.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Castelli Romani bianco (titolo alcolometrico volumico totale minimo 10,5% vol.) si presenta giallo paglierino, con intensità variabile. Ha un odore fruttato e intenso, abbinato ad un sapore fresco, armonico, secco a cui si aggiungono i caratteri frizzante e amabile delle relative varianti. Il Castelli Romani rosso (11% vol.), nelle sue differenti versioni, ha una tonalità rubino, un odore vinoso e persistente, che nel novello acquisisce elementi fruttati. Il sapore è fresco, armonico, secco e rotondo (talvolta anche frizzante e amabile). Infine, il Castelli Romani rosato (10,5% vol.) ha sfumature rosa di varia gradazione, che in alcuni casi tendono al rubino. L’odore è fruttato, vinoso e intenso; il sapore fresco, armonico e secco (oltre che, talvolta, frizzante o amabile).

Zona di produzione delle uve

I vini Castelli Romani vengono prodotti nel cuore del Lazio, in gran parte nel territorio della provincia di Roma e, in parte minore, in quello della provincia di Latina.

Specificità e note storiche

La viticoltura nella zona dei Castelli Romani ha una tradizione lunga e radicata, che risale all’epoca romana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.