Vini del Friuli Venezia Giulia
COLLIO GORIZIANO – COLLIO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO COLLIO GORIZIANO – COLLIO DOP

Collio Goriziano DOP – Friuli Venezia Giulia

I vini della Denominazione di Origine Protetta “Collio Goriziano” (conosciuta anche come Collio) identifica diverse tipologie di vini, con indicazione del vitigno di provenienza: Chardonnay, Malvasia, Muller Thurgau, Picolit, Pinot bianco, Pinot grigio, Ribolla, Ribolla gialla, Riesling, Riesling italico, Sauvignon, Friulano, Traminer, Cabernet, Cabernet franc, Cabernet sauvignon, Merlot. A questi si aggiunge un rosso senza indicazione di vitigno. Inoltre, tutti i vini della denominazione, possono essere prodotti anche nella variante Riserva.

Uvaggio

Tutti i vini della denominazione devono essere prodotti a partire dai vitigni: Chardonnay, Malvasia istriana bianca, Muller Thurgau, Picolit, Pinot bianco, Pinot grigio, Ribolla, Ribolla gialla, Riesling renano, Riesling italico, Sauvignon, Tocai friulano, Traminer aromatico, Cabernet franc, Cabernet sauvignon, Merlot, Pinot nero. Nelle varianti rosso o bianco generiche, possono essere utilizzati anche congiuntamente, per un minimo dell’85%. Nel caso di indicazione in etichetta, invece, tale quota deve essere soddisfatta dal solo vitigno di riferimento.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Bianco (11,5% vol.) si presenta in una tonalità che spazia da giallo paglierino a giallo carico, con diverse gradazioni di intensità, talvolta impreziosito da riflessi ramati. L’odore è delicato e leggermente aromatico, mentre il sapore è asciutto, fresco e armonico. Il Rosso (11,5% vol.), invece, ha colore rubino con riflessi granati, accompagnato da un odore vinoso e leggermente erbaceo e da un sapore di corpo, pieno, armonico e asciutto. Nelle varianti con indicazione di vitigno, queste caratteristiche organolettiche si arricchiscono di ulteriori peculiarità, che si possono trovare puntualmente descritte nel disciplinare.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione coincide con un’ampia fascia collinare situata nel nord della provincia di Gorizia, a ridosso del confine sloveno.

Specificità e note storiche

La più risalente testimonianza dell’importanza e della diffusione della viticoltura nella zona del Collio è di Erodiano, storico greco del III secolo a.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.