Cucina tipica Ligure
Chinotto Candito Sciroppato

Il chinotto di Savona candito sciroppato è una ricetta tradizionale ligure riportata alla conoscenza grazie al progetto comunicato Mare di Agrumi che ha diffuso il procedimento. L’agrume, amaro al naturale, candito sprigiona tutto il suo aroma ed è un ottimo digestivo.  Durante la Belle Epoque, si usava gustare il frutto immaturo candito come aperitivo accompagnandolo con bevande amare come l’assenzio.

Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • chinotto di Savona di 25 giorni circa
  • acqua salata
  • zucchero
  • Maraschino

Istruzioni

  1. Immergere i chinotti interi in acqua salata e lasciarli per circa 25 giorni, cambiando l’acqua ogni 5 o 6 giorni. L’acqua deve ricoprire interamente i frutti.
  2. Togliere gli agrumi, asportare uno strato sottile di buccia (che contiene la parte più amara) e rimettere i chinotti in salamoia per un’altra settimana circa.
  3. Cuocere quando l’acqua comincia a bollire per circa 30 minuti – 1 ora.
  4. Scolare i frutti e metterli a bagno in acqua dolce per 4-5 giorni, cambiando l’acqua 2-3 volte al giorno
  5. Preparare uno sciroppo

Sciroppo di zucchero

  1. Per preparare lo sciroppo fate bollire acqua e zucchero (in rapporto, 1 parte di acqua e 2 parti di zucchero, vale a dire che per ogni 100 ml di acqua occorrono 200 g di zucchero semolato) finchè il liquido non assumerà una consistenza densa (di sciroppo appunto). Far raffreddare.
  2. Mettere i chinotti a bagno nello sciroppo per 14-15 giorni. 
  3. Conservare nei barattoli con lo sciroppo
  4. Volendo, quando i chinotti nello sciroppo si sono intiepiditi, si può aggiungere del liquore Maraschino alla preparazione, e poi versare il tutto in barattoli di vetro a bocca larga sterilizzati in precedenza, cercando di fare in modo che i frutti siano completamente ricoperti dal liquore prima di chiudere. 
  5. Il chinotto candito sciroppato è un ottimo fine pasto o arricchisce con eleganza e un tocco retro’ un gelato alla crema.

Fonte @informacibo.it

Cucina classica
INSALATA RUSSA

L’insalata russa è l’antipasto classico che non può proprio mancare sulla tavola delle feste. Si usa anche come contorno e viene solitamente preparata con patate, carote, piselli, cetriolini (alcuni anche uova sode) quindi condita con una morbida maionese fatta in casa. L’insalata russa sembrerebbe essere stata inventata da Lucien Olivier, un cuoco di origine belga, intorno alla seconda…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *