Cavolo broccolo lavagnino PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della LIGURIA

Il cavolo lavagnino (Brassica oleracea var. capitata) è di piccole dimensioni; forma un cappuccio, molto tenero alla cottura, di forma nettamente allungata (obovata). Le foglie sono poco bollose di colore verde chiaro. Alcune foglioline all’interno del cappuccio presentano un caratteristico colore rosa. Questa varietà è stata selezionata nel Chiavarese da antica data. Esistono un broccolo lavagnino a maturazione precoce e uno a maturazione leggermente più tardiva. Conosciuto e molto ricercato anche sui mercati di Genova, oltre che sul mercato locale, è tradizionalmente usato cotto, anche come condimento per la pasta.

Zona di produzione: Comune di Lavagna

Lavorazione: Viene coltivato solitamente per la raccolta autunno-vernina. Le caratteristiche organolettiche migliori, tenerezza e gusto, si ottengono se le piante vengono raccolte dopo i primi freddi.

Curiosità: Il cavolo è l’ortaggio che, sia per le numerose specie e varietà esistenti sia per l’ampiezza del suo areale di coltivazione, sin dall’antichità ha assunto nell’alimentazione umana un posto di fondamentale importanza. In questi ultimi anni, tramite studi e ricerche, sono state messe in evidenza le sue proprietà antitumorali. La varietà broccolo lavagnino è stata selezionata in località Remà di Cavi di Lavagna, grazie ad agricoltori che coltivano i loro orti, affacciati sul mare e frequentemente consociati all’olivo, come giardini regali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.