Anguilla scavecciata PAT

  Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Toscana (Grosseto)

Sinonimi: Anguilla marinata

L’anguilla scavecciata ha sapore agrodolce, colorazione gialla, consistenza compatta. Viene confezionata a tranci in vasetti.

Territorio interessato alla produzione: Comune di Orbetello, provincia di Grosseto.

Descrizione dei processi di lavorazione

Le anguille, selezionate manualmente, vengono sottoposte a pulitura esterna, eviscerazione e risciacquo. Si procede poi alla friggitura e alla marinatura con aceto e sale. Il prodotto così ottenuto viene condito con una salsa piccante, chiamata “ascio”, ottenuta facendo bollire vino bianco, o aceto di vino, con acqua, peperoncino, aglio schiacciato, pepe e rosmarino.

Tradizionalità

L’anguilla scavecciata deve la sua tradizionalità al processo di lavorazione e al tipo di alimentazione che l’anguilla trova nell’ambiente della laguna di Orbetello. La combinazione degli ingredienti e il procedimento di preparazione conferiscono al prodotto un gusto assai particolare.

L’anguilla scavecciata viene prodotta da un’unica cooperativa, nella laguna di Orbetello. La quantità prodotta è di circa 30 kg alla settimana. L’anguilla scavecciata, a differenza degli altri prodotti ittici della laguna di Orbetello, viene venduta esclusivamente in zona. La cooperativa sfrutta al massimo le sue potenzialità, ma a causa della mancanza di materie prime non è in grado di soddisfare la domanda del mercato straniero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.