Vini della Valle d’Aosta
VALLE d’AOSTA DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO VALLE D’AOSTA DOP

Valle d’Aosta DOP

Alla Denominazione di Origine Protetta “Valle d’Aosta” appartiene un’ampia gamma di vini, alcuni con la sola indicazione del colore, come i bianchi, rossi e rosati. A questi si affiancano i vini con indicazione di vitigno o con menzione di zona geografica, il cui elenco completo è rintracciabile nel disciplinare.

Uvaggio

I vini monovitigno sono composti per almeno l’85% da uve dei vitigni analoghi. Per quanto riguarda le altre tipologie, invece, il Donnas ha almeno l’85% di Nebbiolo, l’Arnad Montjovet minimo il 70% di Nebbiolo, lo Chambave è composto per almeno il 70% di Petit Rouge, il Nus ha almeno il 70% di Vien de Nus e Petit Rouge (di cui almeno 40% di Vien de Nus), il Nus Malvoisie è composto da Pinot grigio, il Torrette ha almeno il 70% di Petit Rouge, l’Enfer d’Arvier è composto per almeno l’85% da Petit Rouge, mentre i vini Blanc de Morgex et de La Salle sono composti da Prié blanc. Per la restante percentuale dei suddetti vini, possono concorrere uve di vitigni a bacca di colore analoga, idonei alla coltivazione nella Valle d’Aosta.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I bianchi hanno un titolo alcolometrico volumico totale minimo che varia da 9% a 11,5% vol.; i rossi invece tra 11% e l’11,5% vol. Per i bianchi il colore è giallo verodolino, talvolta ramato o paglierino, più o meno intenso e con riflessi dorati; gli odori vanno dall’intenso al gradevole, eleganti e fruttati, con sentori di erbe di montagna; il sapore è fruttato, fine, equilibrato, talvolta armonico, sapido e asciutto. Per i rossi invece il colore è rosso rubino, che tende al granato, con possibili riflessi violacei; l’odore è fruttato, talvolta intenso e persistente; il sapore risulta tannico, morbido e austero.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione del “Valle d’Aosta” è situata nel bacino del fiume Dora Baltea, caratterizzata da piani terrazzati di recente origine alluvionale e conoidi di deiezione.

Specificità e note storiche

I terrazzamenti dove si esplica il meglio della tradizione vitivinicola della zona, sono opere umane che provano quanto il legame tra i vini “Valle d’Aosta” e il territorio sia profondo e radicato nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.