Patann’ e cicc PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale della Campania

Piatto tradizionale, presentato in piatto singolo o zuppiera avente come base questa specie di purè di patate e fagioli condito al centro con peperoni fritti o con peperoni secchi fritti (cruschi). Dalle “Patate di Monte San Giacomo”, dai fagioli e dalla polvere di peperone dolce (peperone sciuscillone), ed olio, si è sempre ottenuta una ricetta esclusiva di questo Comune. Si tratta di una sorta di purè con gli ingredienti descritti avente sia la funzione di piatto unico che di contorno ad altre pietanze. Si è soliti condire questo piatto adagiando su di esso una abbondante mestolata di peperoni fritti. A dimostrazione del fatto che questa preparazione insiste sul territorio da oltre 25 anni, come richiesto dalla normativa, c’è la sagra annuale di “Patan e Cicc” che si svolge a Monte San Giacomo e  che vanta già XXXI edizioni.

Descrizione delle metodiche di lavorazione

Friggere i peperoni in abbondante olio extra vergine di oliva, a cottura ultimata togliere solo i peperoni e riporli in un piatto e conservarli al caldo. Nello stesso olio far soffriggere velocemente polvere di peperone dolce ed aglio (stando attenti a non bruciare la polvere), aggiungere le patate (coltivate tradizionalmente in montagna a Monte San Giacomo) tagliate grossolanamente, sedano, origano, sale qb. ed aggiungere acqua in modo da ricoprirle. Quando le patate risultano quasi cotte, aggiungere i fagioli precedentemente lessati e lasciare terminare la cottura. A cottura ultimata, quando l’acqua risulterà completamente assorbita, si schiacciano insieme tutti gli ingredienti (senza usare frullatori o mixer).

Osservazioni sulla tradizionalità

Le massaie tramandano la ricetta e le metodiche di generazione in generazione con qualche piccolo segreto familiare. La protrazione del tempo e l’esclusività territoriale è garantito da una storica sagra che si tiene in paese da oltre trent’anni.

Territorio interessato alla produzione

Comune di Monte San Giacomo (SA)

Provolone del Matese PAT Campania

Formaggio a pasta filata prodotto con latte di vacca intero di animali allevati nell’area di produzione. è un prodotto ottenuto con un procedimento analogo a quello del caciocavallo si differenzia da questo per la forma e per la stagionatura . La forma è troncoconica, a spigoli arrotondati, di dimensioni maggiori del caciocavallo; la legatura è…

Leggi di +

Cicoria selvatica PAT Campania

Intorno ai pascoli abbandonati e lungo le strade delle aree verdi della regione Campania cresce spontaneamente una pianta dalle foglie verdi, allungate ed a margine seghettato. Si tratta della cicoria selvatica, una pianta rinomata per le sue riconosciute qualità organolettiche e per i suoi effetti salutari: ha foglie tenere e croccanti e un sapore amaro…

Leggi di +

Sfogliatelle PAT Campania

La dolce ricetta trapelò dal convento intorno al 1800 e, con alcune variazioni, come, ad esempio, un ridimensionamento della forma, la sostituzione dei frutti secchi con i canditi e l’eliminazione della crema pasticciera, divenne la specialità di un osteria del cuore della città e prese il nome di sfogliatella. Da allora l’osteria che aveva trasformato…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *