Vini del Molise
MOLISE / DEL MOLISE DOP

Molise DOP / Vini del Molise DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Molise” o “del Molise” presenta una gamma molto ampia di vini, che spaziano dai bianchi, ai rossi, ai rosati, prodotti anche nelle varianti Frizzante, Riserva, Spumante e Passito. Inoltre, vi sono ricomprese anche numerose produzioni monovitigno: Chardonnay, Falanghina, Trebbiano, Sauvignon, Fiano, Greco bianco, Malvasia, Moscato bianco e Pinot bianco. Per un elenco esaustivo è possibile consultare il disciplinare.

Uvaggio

I vini Rosso e Rosato, e le rispettive varianti, sono prodotti con uve provenienti per almeno l’85% dal vitigno Montepulciano, a cui si uniscono, per una quota non superiore al 15%, altri vitigni a bacca analoga, idonei alla coltivazione in Molise. I vini Spumante di qualità, sia bianco che rosato, sono realizzati con un 50% di uve Chardonnay, Pinot bianco, Pinot grigio, Moscato, Falanghina, Montepulciano (vinificato bianco per il vino del medesimo colore), Fiano e/o Malvasia, unite a quelle di altri vitigni a bacca bianca. In tutti i vini con indicazione di vitigno, invece, questo deve rappresentare, da solo, almeno l’85% delle uve; possono poi concorrere altri vitigni analoghi, sempre idonei alla coltivazione in regione.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

In linea generale, tutti i vini della denominazione Molise presentano una buona alcolicità e un’alta concentrazione fenolica, abbinate ad una bassa acidità. Sono estremamente freschi e il loro odore è impreziosito da note gradevoli, che lasciano traccia sia nell’olfatto che nel retrolfatto. Le altre caratteristiche organolettiche appaiono piuttosto variegate, con sensibili differenze tra le diverse produzioni. Nel disciplinare è possibile rintracciare una puntuale descrizione di ogni vino.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione comprende gran parte della regione Molise.

Specificità e note storiche

La viticoltura molisana era già avviata al tempo dei greci e una prima illustre citazione la si trova in Plinio il Vecchio, che loda i vini di Isernia e cita una produzione in particolare, ottenuta da una vite che lui chiama Pumula.

Vini del Molise
BIFERNO DOP

Il rosso base (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11,5% vol.) ha un colore rubino più o meno intenso, con riflessi granati se invecchiato, l’odore è gradevole, caratteristico, con profumo etereo da invecchiato, il sapore è asciutto, armonico e vellutato. Il rosato invece (11,5% vol.) ha un colore rosa più o meno intenso, l’odore è fruttato…

Leggi di +

Vini del Molise
PENTRO / PENTRO DI ISERNIA DOP

L’uvaggio utilizzato per la vinificazione del Pentro di Isernia bianco deve provenire da vigneti composti dai vitigni Falanghina (80%) e Trebbiano toscano (dal 15% al 20%), a cui possono unirsene altri, a bacca bianca, idonei alla coltivazione in Molise (massimo 5%). Per il rosso, invece, sono necessarie una quota tra il 75% e l’80% di…

Leggi di +

Vini del Molise
ROTAE IGP

Per i vini ad indicazione geografica protetta “Rotae” il titolo alcolometrico volumico totale minimo è pari a 10% vol. per il bianco ed il frizzante, 10% vol. per il rosso e il rosato, 11% per il novello. Per il passito, invece, la gradazione è del 14%.

Leggi di +

Vini del Molise
MOLISE / DEL MOLISE DOP

In linea generale, tutti i vini della denominazione Molise presentano una buona alcolicità e un’alta concentrazione fenolica, abbinate ad una bassa acidità. Sono estremamente freschi e il loro odore è impreziosito da note gradevoli, che lasciano traccia sia nell’olfatto che nel retrolfatto. Le altre caratteristiche organolettiche appaiono piuttosto variegate, con sensibili differenze tra le diverse…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *