Liquore allo Zafferano PAT

Prodotto Agroalimentare Tradizionale dell’Abruzzo

Lo zafferano dell’Aquila, che ha ottenuto recentemente la DOP, ha rappresentato nel passato una sostanza tonificante e alimentare dai più svariati usi presso le popolazioni locali.

Liquore allo zafferano

Il liquore allo zafferano nasce dalla combinazione di questa consuetudine con la pratica diffusa tradizionalmente nelle comunità agricole, di riutilizzare le fecce, sottoprodotto della vinificazione, per ottenere l’alcool e aromatizzarlo con erbe locali per renderlo gradevole al consumo.
Il liquore, dal colore giallo intenso, si ottiene per infusione a freddo dello Zafferano dell’Aquila DOP e di erbe aromatiche locali raccolte nei luoghi più idonei e nel momento più propizio. L’infuso viene poi diluito con acqua e opportunamente zuccherato, filtrato per decantazione dopo un periodo di riposo e invecchiato per alcuni mesi in fusti d’acciaio. Raggiunge una gradazione alcolica di circa 37% vol., odore intenso di zafferano con lieve sentore di anice.

L’aggiunta di anice e di erbe aromatiche consente di mitigare il forte aroma
dello zafferano. È ottimo come digestivo, bevuto freddo e al naturale, oppure diluito per ottenere bevande dissetanti. Con il latte caldo è corroborante e utile in caso di raffreddore, mentre con il latte freddo d’estate è particolarmente gradevole contro l’arsura. Molto impiegato in cucina, trova il suo miglior utilizzo in pasticceria per aromatizzare le preparazioni.

SAFFRON LIQUEUR

L’Aquila saffron, which was recently granted PDO status, in the past was used in the most diverse ways by local people as a tonic and a food ingredient. Saffron liqueur derives from the combination of this custom with the widespread tradition in rural communities of recycling lees, a by-product of wine-making, to obtain alcohol that was then aromatized with local herbs to make it more palatable.

The liqueur is a deep yellow colour and is made by cold infusion of L’Aquila saffron and wild herbs picked in the most appropriate places and at the right time. The infusion is then diluted in suitably sweetened water and filtered by decantation following resting and several months of ageing in steel casks. It will reach an alcohol volume of about 37%, with an intense aroma of saffron and a slight hint of aniseed.

The strong scent of saffron is attenuated by adding aniseed and aromatic herbs. This is an excellent digestive, consumed cold and straight, or diluted to make thirst-quenching drinks. It can be added to hot milk to treat colds, while it is particularly refreshing in the summer when added to cold milk. It is widely used in cooking, particularly for aromatizing patisserie products.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.