Il sistema agricolo terrazzato della Val di Gresta

– Registro nazionale dei paesaggi rurali storici del MIPAAF

Motivazione dell’Iscrizione

Il paesaggio storico della Valle di Gresta copre una superficie di 603,56 ha di cui 336,67 ha inclusi nel comune di Mori e 266,89 ha nel comune di Ronzo Chienis.

L’area iscritta include insediamenti sviluppatisi in stretta relazione al contesto ambientale e in stretta connessione alle attività rurali.

Il paesaggio, caratterizzato da aree a bosco e da ampi terrazzamenti sostenuti da muri a secco che hanno permesso di coltivare superfici pianeggianti piuttosto estese.

La valle è comunemente conosciuta come la Valle degli Orti, richiamando alla memoria la sua storica vocazione agricola ancora oggi mantenutasi inalterata.

Essa rimane legata alle colture orticole di qualità che contribuiscono alla unicità del paesaggio.

I terrazzamenti si collocano su una serie di ampi ripiani che dalle quote più basse risalgono verso la parte alta della valle.

Nella parte alta si collocano i vari insediamenti antropici

Integrità

Il paesaggio rurale della Valle di Gresta presenta ancora oggi un alto livello di integrità, pari alla VI classe prevista dai criteri di iscrizione del Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici.

Di conseguenza della marginalità dell’area rispetto alle principali infrastrutture viarie e ai flussi turistici che interessano il Trentino.

Nel corso dei secoli, si è strutturato un sistema agricolo che, nella sua semplicità, garantisce il sostentamento delle comunità locali.

Perciò esso è allo stesso tempo, espressione di uno stretto e radicato rapporto tra uomo e ambiente.

Il sistema agricolo di sussistenza creatosi nel corso della storia, inizialmente interpretabile come un limite per lo sviluppo locale, è divenuto un punto di forza.

Il sistama agricolo ha preservato l’identità locale, le pratiche tradizionali ed una produzione agricola
di elevata qualità.

Gestione

Il paesaggio della Val di Gresta risulta ancora oggi ben coltivato, rappresentando un importante centro per la produzione orticola con una spiccata attenzione per le produzioni biologiche.

Tuttavia le Comunità e le istituzioni locali, nonostante i costi di produzione legati ai terrazzamenti, promuovono e sostengono la produzione agricola.

Numerose sono le misure PSR attivate nell’area con particolare attenzione a quelle a sostegno dei giovani agricoltori, delle aziende agricole ed a mantenimento degli elementi di significatività del paesaggio.

Sono promosse ampiamente le associazioni e tutte le attività di promozione del territorio a sostegno dell’economia locale.

Raccomandazioni

Il paesaggio della Val di Gresta, pur avendo preservato nel tempo le proprie peculiarità, non è rimasto immune a fenomeni di abbandono. Sono da limitare fenomeni quali la ricolonizzazione da parte del bosco delle aree agricole abbandonate ed il venir meno dell’ordinaria manutenzione del sistema dei terrazzamenti. Sono altresì di fondamentale importanza misure volte ad arginare fenomeni di degrado della qualità architettonica delle aree urbane e da incoraggiare attività di recupero e riqualificazione dell’edificato storico.

Di conseguenza si raccomanda la promozione di tutte quelle attività volte al recupero e/o mantenimento dei muri a secco, nonché l’ulteriore diffusione di attività di promozione delle produzioni locali abbinandole al paesaggio storico.

Scarica Dossier completo sulla Val di Gresta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.