Il corridoio di vetro collega l’estensione sotterranea in cemento alla casa – Spagna


Lo studio di architettura Jordi Hidalgo Tané ha ampliato un piccolo edificio in pietra nelle zone rurali della Navarra, in Spagna, con un annesso sotterraneo in cemento a cui si accede tramite un corridoio di vetro.

L’edificio originale, chiamato Landaburu Borda, si trova vicino alla città di Bera e si affaccia sul paesaggio circostante delle montagne della Navarra.

Per non interrompere questo difficile scenario, l’estensione è stata nascosta sotto la collina adiacente.

Ospita un ampio soggiorno, sala da pranzo e cucina e si trova di fronte all’edificio originale.

“Lavorare in questo luogo eccezionale è un esercizio di rispetto per il fragile edificio e soprattutto per il potere mistico delle montagne della Navarra, ricche di storia e leggende”, ha detto Jordi Hidalgo Tané.

“Una spaziosa zona giorno annesso con cucina è stata costruita all’interno della montagna, diventando parte di essa, come se la dependance fosse stata lì prima della costruzione della vecchia costruzione.”


La forma dell’annesso segue i contorni della collina, con l’estensione che si trova in cima a un’alta base di cemento.

Il suo tetto verde si estende a protezione di una terrazza esterna con forno esterno.

Accessibile tramite una porta scorrevole, il nuovo spazio abitativo nella dependance è rivestito da una facciata continua di vetri che percorre tutta la sua lunghezza.

Un profondo davanzale in cemento, ricoperto di piante in vaso, funge anche da area salotto per ammirare le viste panoramiche.


“Al riparo all’interno della ‘grotta’, osserviamo il magnifico paesaggio che è di fronte a noi”, ha detto lo studio.

Una grossa colonna di cemento al centro della collina è fiancheggiata da due colonne in acciaio.

Gli architetti hanno inserito una sottile striscia di lucernari nel punto in cui il soffitto incontra il retro della dependance, facendo apparire il tetto a sbalzo in pendenza rispetto alla zona giorno.

Sul retro dello spazio, la cucina e le aree di stoccaggio sono scavate ulteriormente nella collina, con armadi in legno e uno spesso bancone in cemento che sporge per creare un bar per la colazione.


Il livello del pavimento sale all’estremità della zona giorno per abbinarsi a quello dell’edificio in pietra.

Un breve corridoio di vetro fornisce un percorso panoramico attraverso il nuovo blocco di camere da letto.

Per suddividere l’involucro in pietra della vecchia casa sono stati utilizzati muri di cemento che riecheggiano la matericità della dependance, sorretti da nuove colonne al piano terra.

Il deposito all’aperto e l’area salotto al piano terra sono caratterizzati da pareti in pietra a vista.


Una scala in acciaio nero e legno conduce fino a quattro camere da letto con bagno nei due piani superiori.

L’aspetto esteriore dell’edificio in pietra nasconde l’interno contrastante, con i suoi soffitti in cemento e pavimenti e rivestimenti in legno.

Crediti del Progetto:

Architect: Jordi Hidalgo Tané
Technical architect: Julen Lekuona
Collaborating architect: Guillaume Larraufie
Promoters: Gorka Ibargoyen Prieto.
General construction: Company Dorrenea, Joseba Genua Santamaria
Carpenter: Burne Zurgindegia
Wood interior: Parklex
Aluminium joinery: Gurrutxaga Leihoak
Plumbing: 3Kide
Electrics: José Canabal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.