Cattedrale di Notre-Dame, ex Abbazia di Saint-Rémi e Palazzo di Tau, Reims – Francia

Patrimonio Universale dell’Umanità UNESCO

Fonte whc.unesco.org

L’eccezionale utilizzo delle nuove tecniche architettoniche nel XIII secolo e l’armonioso connubio tra decorazione scultorea e architettura hanno reso Notre-Dame a Reims uno dei capolavori dell’arte gotica. L’antica abbazia conserva ancora la bella navata del IX secolo, nella quale riposano le spoglie dell’arcivescovo St Rémi (440–533), che istituì la Santa Unzione dei re di Francia. L’ex palazzo arcivescovile noto come Palazzo Tau, che svolgeva un ruolo importante nelle cerimonie religiose, fu quasi interamente ricostruito nel XVII secolo.

Situati nella regione del Grand Est, nel dipartimento della Marna, la Cattedrale, il Palazzo del Tau e l’Abbazia di Saint-Rémi di Reims sono strettamente legati alla storia della monarchia francese e quindi, più in generale, alla storia della Francia .

La Cattedrale di Notre-Dame è un capolavoro dell’arte gotica: testimonia la notevole padronanza delle nuove tecniche architettoniche acquisite nel corso del XIII secolo e realizza un connubio armonioso tra architettura e decorazione scultorea. La perfezione dell’architettura e del gruppo scultoreo della cattedrale è così grande che influenzò molti edifici successivi, in particolare in Germania. Più che una semplice decorazione, le sculture della Cattedrale di Reims sono parte integrante della composizione architettonica dell’edificio. Riflettendo sia le tradizioni dell’Île-de-France che le arti minori della regione dello Champagne, queste sculture hanno una monumentalità e una grazia ispirate all’arte degli orafi che lavoravano l’argento o l’oro.

I volti sorridenti della facciata occidentale, la magnificenza della composizione dell’Incoronazione della Vergine (sopra il portale centrale), o la grave nobiltà di altre figure come quella di Elisabetta nella scena raffigurante la Visitazione, hanno raggiunto una celebrità universale. Si è conservata l’originale armonica armonia, così come la ricchezza degli ornamenti, degli intagli e delle vetrate, evidente testimonianza delle venticinque incoronazioni reali che vi ebbero luogo.

Il Palazzo del Tau adiacente alla cattedrale, un tempo residenza dell’arcivescovo, conserva la memoria della cerimonia di incoronazione. Il re, esercitando il suo diritto di alloggio, pregava nella Cappella Palatina, dormiva nel palazzo e banchettava dopo l’incoronazione nella sala dei banchetti. Sono rimaste intatte la bella Cappella Palatina del XIII secolo e la sala dei banchetti del XV secolo. La facciata del Palazzo del Tau vanta un bellissimo ordine seicentesco e attualmente ospita il Musée de l’Oeuvre dove sono esposti tesori e opere d’arte legate alle cerimonie di incoronazione. 

L’antica abbazia reale benedettina di Saint-Rémi, fondata nell’VIII secolo, presenta una maestosa architettura del XVIII secolo, con una sala capitolare che conserva ancora pregevoli sculture romaniche.

L’abbazia, chiesa di pellegrinaggio costruita attorno alla tomba di San Remi, è un eccezionale esempio di architettura medievale: era il più grande edificio romanico del nord della Francia prima di essere trasformato con spettacolare sobrietà in epoca gotica. Era strettamente coinvolto nel rito delle incoronazioni: le cerimonie iniziavano e si concludevano presso l’abbazia, conservatrice della Sacra Ampolla contenente il crisma risalente al battesimo di Clodoveo da parte del vescovo Rémi e utilizzato per l’incoronazione dei re. L’abbazia è oggi un museo del patrimonio e della storia di Reims e della sua regione.

Criterio (i): La Cattedrale di Notre-Dame di Reims è un capolavoro dell’arte gotica grazie all’eccezionale utilizzo delle nuove tecniche architettoniche nel XIII secolo e all’armonioso connubio tra architettura e ornamenti scolpiti.  

Criterio (ii): La perfezione dell’architettura e dell’opera scultorea di questi edifici ha avuto una forte influenza sugli edifici successivi in ​​Europa.

Criterio (vi): La cattedrale, il palazzo arcivescovile e l’ex abbazia di Saint-Rémi sono direttamente collegati alla storia della monarchia francese e quindi alla storia della Francia. Questi luoghi coinvolti nella cerimonia di incoronazione richiamano l’equilibrio tra autorità pubblica e funzione sacra che ha reso i reali francesi un modello politico in tutta Europa.

Integrità

La Cattedrale, il Palazzo del Tau e l’Abbazia di Saint-Rémi di Reims costituiscono nel loro insieme luoghi di incoronazione. Sebbene parti di questi edifici, gravemente danneggiati durante la Prima Guerra Mondiale, abbiano subito importanti restauri, la geografia e il rito dell’incoronazione possono essere evocati o rappresentati. Le sculture e le vetrate della cattedrale testimoniano ancora queste celebrazioni. Questi edifici fanno parte del tessuto urbano del grande complesso medievale del XIII secolo, nel quale si distinguono le tracce dell’antica rete viaria. L’alternanza tra edifici ricostruiti nel dopoguerra con spirito eclettico, edifici contemporanei ed edifici antichi restaurati caratterizza l’area circostante questi monumenti.

Autenticità

La storia della Cattedrale di Notre-Dame di Reims comprende otto secoli di innovazioni tecniche o artistiche, dal XIII secolo fino al suo restauro dopo la prima guerra mondiale, che le dotò una notevole struttura in cemento armato. Sebbene la Cattedrale di Reims abbia purtroppo perso parte delle sue vetrate originali, conserva ancora alcuni degli esempi più notevoli di vetrate gotiche. Per preservare questo patrimonio, lo Stato persegue una doppia politica di restauro delle vetrate e di sostegno alla loro creazione. Così, alcune di queste finestre medievali hanno riacquistato il loro antico splendore mentre, allo stesso tempo, artisti rinomati, come Marc Chagall, hanno esercitato la loro arte nella cattedrale.

Il primo palazzo vescovile, conosciuto come Palazzo del Tau, svolgeva un ruolo importante nelle cerimonie religiose; fu quasi interamente ricostruita nel corso del XVII secolo. Con la rottura della Sacra Ampolla, la Rivoluzione francese interruppe la tradizione delle incoronazioni, ripresa un’ultima volta per l’incoronazione di Carlo X, nel 1825. I successivi restauri fino ad oggi hanno consentito l’attuazione di innovazioni tecnologiche rispettose dell’autenticità degli edifici.

Requisiti di protezione e gestione

I tre edifici che compongono la proprietà sono protetti dal Codice del Patrimonio (Monumenti Storici).

Proprietà dello Stato, la Cattedrale è classificata nella sua totalità come Monumento Storico dal 1862 (Palazzo del Tau dal 1886). È legalmente destinato al culto cattolico. Il Palazzo del Tau è gestito dal Centre des monuments nationaux, un’istituzione pubblica sotto la supervisione del Ministero della Cultura, che ne assicura l’apertura al pubblico. Programmi annuali e pluriennali assicurano la manutenzione e il restauro dei monumenti; essi sono attuati direttamente dallo Stato oppure svolti sotto il suo controllo scientifico e tecnico. L’Abbazia di Saint-Rémi è di proprietà della città di Reims; la sua manutenzione e il suo restauro sono di responsabilità del comune sotto il controllo scientifico e tecnico dello Stato. La riqualificazione del piazzale contribuisce a migliorare l’accesso e la circolazione attorno al monumento.

Il piano urbanistico locale, preservando il tessuto urbano e stabilendo i coni di vista della cattedrale, garantisce la conservazione dello stretto rapporto che lega l’edificio alla città. Il quartiere di Saint-Rémi è un patrimonio notevole, il cui obiettivo è la protezione degli edifici e la valorizzazione dello spazio pubblico e delle prospettive monumentali in un approccio progettuale e di rinnovamento urbano. Un altro sito patrimonio notevole che integrerà il quartiere della Cattedrale è in fase di studio e servirà come base per definire una zona cuscinetto. Il piano di gestione dell’immobile è in fase di elaborazione.

Teatro romano e dintorni e “Arco di Trionfo” di Orange – Francia

Situato nella valle del Rodano, l’antico teatro d’Orange, con la sua facciata lunga 103 metri, è uno dei meglio conservati tra tutti i grandi teatri romani. Costruito tra il 10 e il 25 d.C., l’arco romano è uno degli esempi più belli e interessanti sopravvissuti di arco trionfale provinciale del regno di Augusto. È decorato con bassorilievi…

Continua a leggere

Cattedrale di Amiens – Francia

La cattedrale di Amiens, nel cuore della Piccardia, è una delle più grandi chiese gotiche “classiche” del XIII secolo. Si distingue per la coerenza della sua pianta, la bellezza del suo prospetto interno a tre livelli e l’esposizione particolarmente raffinata di sculture sulla facciata principale e nel transetto sud. Situata nella regione dell’Hauts-de-France, nel dipartimento della…

Continua a leggere

Dalle Grandi Saline di Salins-les-Bains alle Saline Reali di Arc-et-Senans, la produzione del sale a cielo aperto – Francia

Le saline reali di Arc-et-Senans, vicino a Besançon, furono costruite da Claude Nicolas Ledoux. La sua costruzione, iniziata nel 1775 durante il regno di Luigi XVI, fu la prima grande realizzazione dell’architettura industriale, riflettendo l’ideale di progresso dell’Illuminismo. Il vasto complesso semicircolare doveva consentire un’organizzazione razionale e gerarchica del lavoro e avrebbe dovuto far seguito…

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *