Acqua potabile e falde acquifere

La maggior parte dell’acqua potabile in Europa e una parte significativa dell’acqua utilizzata per l’irrigazione provengono dalle acque sotterranee. Un briefing dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA), fornisce una panoramica europea di questa risorsa chiave che è sempre più sotto pressione a causa dell’inquinamento, dell’estrazione e del cambiamento climatico.

Nell’UE, le acque sotterranee forniscono il 65% dell’acqua potabile e il 25% dell’acqua per l’irrigazione agricola . Tuttavia, secondo gli ultimi dati dell’AEA, circa un quarto della superficie totale dei corpi idrici sotterranei nell’UE è in cattivo stato chimico e il 9% in cattivo stato quantitativo. Considerando sia il cattivo stato chimico che quantitativo, circa il 29% della superficie del corpo idrico sotterraneo dell’UE non ha la capacità di soddisfare le esigenze degli ecosistemi e delle persone, afferma il briefing dell’AEA.

La ragione principale del cattivo stato chimico delle acque sotterranee dell’UE è l’inquinamento diffuso dall’agricoltura , più comunemente nitrati e pesticidi. Le ragioni dello scarso stato quantitativo derivano principalmente dall’eccessivo prelievo per l’irrigazione, soprattutto nell’Europa meridionale. L’eccessiva estrazione di falde acquifere di acqua dolce costiera può anche provocare intrusioni saline dall’acqua di mare, che possono rendere le acque sotterranee inutilizzabili per decenni o aumentare il costo del trattamento, avverte il briefing dell’AEA. Si prevede che il cambiamento climatico aggraverà questi problemi con l’aumento della domanda di irrigazione in Europa.

Il Green Deal europeo ha ribadito la necessità di gestire le risorse idriche in modo sostenibile e affrontare l’inquinamento chimico e lo stress idrico , per garantire acqua sufficiente e di buona qualità per l’ambiente e le persone. Ridurre le pressioni dell’agricoltura e dell’approvvigionamento idrico pubblico è fondamentale, secondo il briefing dell’AEA, ma sono necessari anche nuovi approcci, tra cui l’uso della tecnologia dell’informazione, il finanziamento e l’applicazione della circolarità nell’uso delle acque sotterranee.

04 Acqua in città trattamento delle acque reflue urbane

Quando lascia le nostre abitazioni, l’acqua è contaminata da rifiuti e sostanze chimiche, inclusi i fosfati usati nei prodotti per la pulizia. Le acque reflue vengono prima raccolte in un apposito sistema e quindi trattate in una struttura designata per rimuovere componenti dannosi per l’ambiente e la salute umana.

Leggi di +

01 Acqua in città

Spesso diamo per scontato un approvvigionamento affidabile di acqua pulita: apriamo il rubinetto ed esce acqua pulita, la usiamo e l’acqua “sporca” finisce nello scarico. Per gran parte degli europei, l’acqua che usiamo in casa è potabile e disponibile 24 ore al giorno. Il poco tempo che passa tra il rubinetto e lo scarico costituisce…

Leggi di +

Frick Environmental Center

L’edificio e il suo sito di quattro acri fungono da porta d’accesso al Frick Park boscoso di 644 acri di Pittsburgh e incarnano l’ideale vicinanza alla natura che è servito da ispirazione per la formazione del parco più di 90 anni fa. Il centro esemplifica i principi di equità, apprendimento esperienziale e impegno pubblico ed…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *