Sardegna
ZAFFERANO DI SARDEGNA DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ZAFFERANO DI SARDEGNA DOP

Zafferano di SARDEGNA DOP

Lo Zafferano di Sardegna DOP è una spezia ottenuta dalla tostatura degli stimmi del “Crocus sativus L”. Quando è immesso al consumo è di colore rosso brillante determinato dal contenuto di crocina, ed emana un aroma intenso. Lo Zafferano di Sardegna è ricco di sostanze come la “picrocrocina” e il “safranale” che esaltano le caratteristiche del colore e dell’aroma.

Metodo di produzione

La messa a dimora dei bulbi dello Zafferano di Sardegna inizia dal primo Giugno fino al dieci di Ottobre. La fioritura inizia nella prima metà di Ottobre e termina a fine Novembre. La raccolta si svolge nelle prime ore del giorno e si esegue con il taglio praticato alla base del perigonio. Dopo la raccolta, le parti del fiore chiamate “stami” sono bagnate con olio extravergine di oliva e lasciate poi essiccare al sole.

Tipologia di confezionatura

Quando è immesso al consumo, lo zafferano è posto in contenitori di vetro o acciaio inox, a chiusura ermetica. Il confezionamento deve essere fatto in modo tale che non provochi danni al prodotto e lo preservi da attacchi esterni. Secondo quanto previsto dal disciplinare, le confezioni hanno un peso di 0,25 g, 0,50 g, 1 g, 2 g, 5 g e hanno il logo della DOP “Zafferano di Sardegna”, il logo comunitario della DOP e il bollino recante la numerazione progressiva delle quantità prodotte.

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ZAFFERANO DI SARDEGNA DOP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.