Vini dell’Umbria
ASSISI DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO ASSISI DOP

Assisi DOP

Alla Denominazione di Origine Protetta “Assisi” appartengono i vini: Bianco, Grechetto, Rosso, Rosato, Novello, Cabernet sauvignon (base e riserva), Merlot (base e riserva), Pinot nero (base e riserva).

Uvaggio

Il bianco è composto dal 50% al 70% di Trebbiano e dal 10% minimo di Grechetto, possono concorrere uve di vitigni a bacca di colore analogo per un massimo del 40%. Il Grechetto ha minimo l’85% di uve omonime, possono poi concorrere uve di vitigni a bacca di colore analogo per un massimo del 15%. Il rosso, il rosato e il novello sono composti dal 50% al 70% di Sangiovese e dal 10% al 30% di Merlot, possono concorre uve di vitigni a bacca nera, fino ad un massimo del 40%. Il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Pinot nero sono composti per almeno l’85% da uve dei vitigni corrispondenti, e per un massimo del 15% da uve di vitigni a bacca di colore analogo.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

I vini rossi (titolo alcolometrico volumico totale minimo 11% vol. il novello, 12% vol. il rosso, 12,5% vol. il Cabernet Sauvignon, il Merlot e il Pinot nero, 13% vol. i riserva) presentano un colore rosso rubino sgargiante con unghia purpurea, che sfuma al granato in quelli invecchiati; presentano aromi floreali con note fruttate di ciliegie e lamponi, spezie dolci e cioccolato; il sapore ha buona struttura, è complesso e con tannini gustosi. I bianchi invece (titolo alcolometrico volumico totale minimo11% vol. il bianco, 11,5% vol. il Grechetto) hanno un colore giallo paglierino dai riflessi verdolini; i profumi sono delicati di gelsomino, pesca bianca e mela; il sapore è morbido con una nota minerale ed il finale mentolato, lievemente amarognolo.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione si trova nella porzione centrale dell’Umbria, comprende un territorio di media collina, situato alle falde del Monte Subasio, tra zone con acclivi collinari e altre più pianeggianti.

Specificità e note storiche

La coltivazione della vite, nella zona di produzione dell’Assisi, è testimoniata fin dall’età etrusca. Il legame con la storia è profondo, come quello con il territorio e la sua morfologia. Tutti elementi che concorrono a fare dell’Assisi un prodotto di indubbia qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.