Vino del Trentino Alto Adige
TRENTO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE VINO TRENTO DOP

Trento DOP

La Denominazione di Origine Protetta “Trento” identifica due tipologie di vino spumante: bianco e rosato. Inoltre, è prevista anche la versione Riserva.

Uvaggio

Per la produzione dei vini Trento sono ammessi quattro tipologie di vitigno: Chardonnay, Pinot bianco, Pinot nero e Meunier. Le uve in questione possono essere presenti singolarmente o congiuntamente.

Caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche

Il Trento bianco (titolo alcolometrico volumico minimo svolto 11,5% vol., così come la versione Rosato) è un vino spumante dalla tonalità gialla, più o meno intensa, arricchita da una spuma fine e persistente; l’odore è caratteristico e presenta un delicato sentore di lievito; il sapore è vivace e armonico e spazia da brut nature a dolce. Nella versione Riserva (12% vol.), invece, il colore si fa dorato e il sapore pieno. Anche il Trento rosato (11,5% vol.) presenta una spuma fine e persistente che impreziosisce la tonalità rosata, più o meno tenue; l’odore è caratteristico e talvolta fruttato, accompagnato da un delicato sentore di lievito; il sapore è vivace, armonico e moderatamente corposo, con gusto che spazia sempre da brut nature a dolce.

Zona di produzione delle uve

La zona di produzione interessa il territorio di 74 comuni, divisi tra la Valle dell’Adige, la Valle di Cembra, la Vallagarina, la Valle del Sarca, la Valsugana e le Valli Giudicarie.

Specificità e note storiche

Un’interessante testimonianza storica della viticoltura trentina sono i cosiddetti Statuti di Trento (XII secolo), ovvero delle norme di tipo protezionistico che puntavano ad ostacolare l’introduzione nel territorio di vini prodotti nelle aree limitrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.