Veneto
ASPARAGO BIANCO DI BASSANO DOP

SCARICA in formato PDF DISCIPLINARE ASPARAGO BIANCO DI BASSANO DOP

ASPARAGO BIANCO DI BASSANO DOP

La DOP Asparago Bianco di Bassano riguarda i turioni di asparago coltivati nelle zone limitrofe a Bassano del Grappa. L’Asparago è un ortaggio dalle grandi qualità organolettiche. Nei piccoli germogli, questi turioni sono caratteristici per la loro bassa fibrosità. Oltre a ciò, l’Asparago si contraddistingue per il suo colore bianco candido e può sviluppare alcune sfumature rosate.

Metodo di coltivazione

Il terreno dove è coltivato l’Asparago Bianco deve avere le seguenti caratteristiche: un pH che può raggiungere un massimo di 7,5 e tale analisi deve essere effettuata per ogni nuovo impianto e la preparazione va fatta entro l’autunno di ogni anno. L’impianto con la radice è effettuato entro marzo e aprile e quello con la pianta entro giugno. Il raccolto avviene sempre nel periodo compreso tra la metà di marzo e giugno.

Legame tra il prodotto e il territorio

Le caratteristiche ambientali e del terreno di coltivazione permettono che la pianta sviluppi un complesso sistema radicale, ampio e profondo, costituito da grossi rizomi, da radici carnose; cosi pure favorisce una intensa attività di assorbimento degli elementi nutritivi e di elaborazione delle sostanze zuccherine. Di conseguenza, porta un rapido sviluppo dei turioni di sufficienti dimensioni (calibro) ed interamente commestibili o comunque di scarsa fibrosità.

Veneto
ZAMPONE DI MODENA IGP

Le materie prime utilizzate per la produzione dello “Zampone Modena” sono principalmente la muscolatura, il grasso e la cotenna di maiale condita con sale e pepe. L’impasto è poi tritato, aromatizzato con vino ed erbe aromatiche e infine insaccato nella zampa anteriore del maiale. Dopo una lunga cottura, lo “Zampone Modena” è venduto in confezioni…

Leggi di +

Veneto
RADICCHIO DI CHIOGGIA IGP

La metodologia di coltivazione si differenzia a seconda della tipologia precoce e tardiva. Ad accomunare entrambe le tipologie c’è la fase di raccolta, eseguita sempre con la recisione della radice sotto le foglie basali del grumolo. Dopo la raccolta viene eseguita la toelettatura delle piante direttamente nel campo dove sono estirpate le parti che non…

Leggi di +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.